Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Valori Nutrizionali
  4. Semi Di Chia

Semi di Chia

Semi di Chia
Curatore scientifico
Valentina Fratoni
Specialità del contenuto
Nutrizione

Cosa sono i semi di chia?

I semi di chia si ricavano da una pianta chiamata Salvia hispanica, particolarmente diffusa in Messico e Guatemala. Le proprietà nutrizionali dei semi di chia erano già note ai Maya, che infatti erano soliti consumarli come parte della loro alimentazione quotidiana.

I Maya e gli Aztechi consumavano regolarmente i semi di chia perché costituivano un’importante fonte di energia. Non a caso la parola “chia” nella lingua dei Maya vuol dire forza. I semi di chia erano infatti un’importante risorsa per i guerrieri che si preparavano alla battaglia.

Negli ultimi dieci anni la loro popolarità è aumentata anche nei paesi occidentali grazie alla loro ricchezza di calcio, omega 3 e antiossidanti.

Quali sono le proprietà dei semi di chia?

Numerosi studi hanno evidenziato le importanti proprietà nutrizionali dei semi di chia.

È infatti emerso che i semi di chia rappresentano una buona fonte di:

  • acidi grassi essenziali (omega 3 e omega 6)
  • proteine
  • vitamine A, B, E,D
  • minerali (calcio, fosforo, magnesio, ferro, potassio, zinco)
  • antiossidanti

I semi di chia sono considerati tra i cibi più sani al mondo perché apportano importanti benefici per la salute:

  • perdita di peso: i semi di chia sono ricchi di fibre e sono in grado di fornire l’energia necessaria a compiere le attività quotidiane. La ricchezza di nutrienti facilita il raggiungimento del senso di sazietà e questo può aiutare le persone a perdere peso. Inoltre per la  gran quantità di proteine e antiossidanti contenuti, offrono un supporto nutrizionale aggiuntivo che favorisce la perdita di peso;
  • riduzione dei rischi di malattie cardiovascolari: i semi di chia per il loro alto contenuto di fibre determinano una riduzione dei livelli di colesterolo LDL nel sangue. Inoltre, gli omega 3 presenti nei semi di chia aiutano a ridurre i rischi di trombosi, aritmie e altre condizioni patologiche che possono portare ad infarti e ictus. L’azione combinata delle fibre e degli omega 3 porta a una riduzione generale dei trigliceridi e delle placche arteriosclerotiche con un miglioramento della funzione endoteliale e una riduzione della pressione arteriosa, altro fattore di rischio per infarti e ictus;
  • azione anti-diabetica: in generale gli studi hanno evidenziato che le diete ad alto contenuto di fibre sono associate a minori rischi di diabete, pertanto anche i semi di chia possono aiutare a ridurre i rischi di insorgenza di questa patologia;
  • favorisce una regolare digestione: una dieta ricca di fibre aiuta a regolarizzare l’attività intestinale e contrasta la stitichezza. Inoltre, i semi di chia riducono i processi infiammatori a carico del colon promuovendo i regolari movimenti intestinali.

Come mangiare i semi di chia?

I semi di chia possono essere trovati facilmente al supermercato. Presentano un sapore dolce e delicato che li rende facilmente adattabili in diversi piatti. In più si tratta di alimenti senza glutine, perfetti anche per le persone con intolleranza al glutine.

I semi di chia possono tranquillamente mescolarsi allo yogurt insieme a cereali e frutta. Ma è anche possibile cuocerli al forno aggiungendoli a focacce o muffin. Per chi conduce una dieta prevalentemente vegana, i semi di chia rappresentano un buon sostituto delle uova per la preparazione di un impasto da infornare.

Quali sono i possibili rischi associati al consumo di semi di chia?

Così come tutti i semi e derivati dal grano, anche i semi di chia contengono dei composti chiamati “fitati”, che bloccano l’assorbimento di alcuni nutrienti. È per questo motivo che le popolazioni antiche erano solite fermentare i semi.

Inoltre, le persone che presentano problemi di deglutizione dovrebbero prestare maggiore attenzione prima di consumare stabilmente i semi di chia, soprattutto se mangiati a secco senza altri alimenti.

Si sono infatti registrati alcuni casi di disfagia: i semi di chia hanno formato una poltiglia gelatinosa che ha causato l’ostruzione dell’esofago.

I semi di chia, pur rappresentando un cibo sano e ricco di importanti nutrienti, vanno consumati preferibilmente insieme ad altri alimenti così da evitare spiacevoli incidenti.

Se si vuole seguire un’alimentazione sana e ridurre i rischi di numerose malattie, i semi di chia rappresentano il cibo ideale date le loro importanti proprietà nutrizionali. Tuttavia è sempre consigliabile variare la propria alimentazione, piuttosto che concentrarsi su un singolo alimento se si vuole seguire una dieta salutare.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Nux vomica
La nux vomica o noce vomica è un potente rimedio omeopatico volto a risolvere numerose problematiche di salute.
Nitriti e nitrati
Nitriti e nitrati sono sostanze naturalmente presenti in acqua e vegetali, mentre nelle carni è naturale la presenza di un minimo quantit...