Anche i gatti soffrono il caldo: come evitare il colpo di calore

Valentina Montagna | Editor

Ultimo aggiornamento – 21 Giugno, 2023

Scopriamo se anche i gatti soffrono il caldo

Anche i gatti soffrono il caldo quando le temperature estive raggiungono livelli elevati. Il gatto che ha caldo, manifesta il suo disagio con segnali riconoscibili che è bene cogliere per evitare che resti vittima di un colpo di calore o di un colpo di sole, con conseguenze potenzialmente anche gravi.

Ancora più importante è sapere come prendersi cura dei gatti durante le stagioni più calde per adottare le giuste misure preventive, essendo questi felini piuttosto sensibili al calore.

Vediamo perché e cosa fare per mettere d'accordo i gatti e il caldo.

Perché i gatti soffrono il caldo

Più di altri animali, i gatti soffrono il caldo per alcune caratteristiche fisiologiche diverse, che ora vediamo nel dettaglio: 

  • la loro temperatura corporea è più alta di quella umana
  • come i cani, anche i gatti hanno un minor numero di ghiandole sudoripare e possono sudare solo attraverso le zampe, termoregolano dalla lingua.
  • a causa del pelo folto e lungo di alcune razze particolarmente vulnerabili al caldo, come il Maine Coon, il Norvegese delle foreste, il Persiano e il Siamese. , non serve togliere il pelo il quale è fondamentale anche all’isolamento dal caldo, ma bisogna togliere il sotto pelo invernale. Questo vale per tutti i gatti in particolar modo per queste razze a pelo folto e soggetti malati (obesi,cardiopatici)

È importante notare che qualsiasi gatto può soffrire di un colpo di calore o di un colpo di sole, se esposto a temperature elevate per un periodo di tempo prolungato.

Tuttavia, alcuni gatti possono essere più suscettibili al calore rispetto ad altri, tra questi:

  • Gatti molto giovani o anziani possono avere più difficoltà a regolare la loro temperatura corporea
  • Gatti obesi: l'obesità può rendere più difficile per i gatti dissipare il calore, rendendoli più inclini al colpo di calore
  • Gatti con pelo lungo o folto: i gatti con pelo lungo o denso possono trattenere più calore rispetto ai gatti con pelo corto
  • Gatti con condizioni di salute cagionevole: i gatti con problemi di salute, in particolare problemi di cuore o ai polmoni, possono essere più a rischio.
  • Gatti brachicefali le razze di gatti con i musi piatti, schiacciati, come i Persiani, l'Exotic Shorthair e il Scottish Fold, che possono avere difficoltà a raffreddarsi attraverso il respiro, ciò che può aumentare la loro vulnerabilità al calore. 

Come capire se il gatto sta male per il caldo

Tra i segnali che indicano la sofferenza del gatto per ipertermia o shock termico, si possono osservare questi sintomi e comportamenti:

  • mucose appiccicose
  • aumento della frequenza cardiaca
  • respiro affannato e irregolare
  • aumento della salivazione
  • aumento della temperatura corporea sopra i 40°C
  • letargia
  • convulsioni
  • tremori
  • barcollamenti
  • comportamento agitato e inquieto
  • vomito e diarrea
  • collasso cardiocircolatorio (se il calore continua a salire, il gatto potrebbe diventare molto debole o potrebbe addirittura collassare).

L'aumento della frequenza respiratoria è un segnale evidente che il gatto sta tentando di mantenere una temperatura corporea ottimale, grave se respira a bocca aperta. Altri segnali piuttosto chiari della sofferenza del gatto durante l'estate, a causa del caldo eccessivo, sono gli episodi di vomito o diarrea durante i periodi caldi. 

In questi casi e in presenza di temperatura alta, consultare subito un veterinario per intervenire con le cure immediate.

Differenza tra colpo di calore e colpo di sole

Sebbene siano comunque due condizioni di sofferenza per i gatti, tra le due c'è una differenza di cui è bene tener conto.

Il colpo di calore, noto anche come insolazione, è una condizione seria e potenzialmente pericolosa che si verifica quando il corpo si surriscalda a causa di un'eccessiva esposizione al calore o all'eccessivo calore in un ambiente surriscaldato, che può superare i limiti tollerabili del corpo. 

Questa condizione può provocare:

  • debolezza;
  • nausea;
  • vomito;
  • crampi muscolari;
  • temperatura corporea elevata;
  • alterazione delle funzioni cerebrali.

Tutti questi sintomi possono portare a:

  • confusione mentale;
  • delirio;
  • perdita di coscienza e coma (nei casi più gravi).

Proprio per queste sue caratteristiche è considerato una condizione di emergenza medica che richiede un pronto intervento medico.

Il colpo di sole, invece, si verifica quando la pelle viene danneggiata dai raggi solari e può causare le più comuni scottature della pelle, il rossore, la comparsa di bolle, prurito e dolore localizzato nella zona esposta al sole. In sostanza, certamente il colpo di sole può essere doloroso e provocare disagio ma, al contrario del colpo di calore, in genere non comporta le stesse complicazioni più gravi.

Gatti e caldo estivo: i rimedi contro il caldo

Se il gatto soffre a causa del caldo, si possono usare alcuni accorgimenti, tra questi:

  • creare zone d'ombra tenendo le finestre chiuse durante le ore più calde
  • inumidire il muso e la testa con acqua fresca o uno spray per animali, ma senza obbligarlo a bere
  • assicurarsi che ci sia cibo umido, acqua fresca
  • lasciare circolare l'aria in casa tenendo le finestre aperte
  • accendere il ventilatore o l'aria condizionata (ma evitare di esporre il gatto all'aria condizionata diretta, per evitare sbalzi di temperatura e possibili disturbi respiratori)
  • limitare le uscite del gatto durante le ore più calde della giornata
  • spazzolare regolarmente il gatto per rimuovere il pelo in eccesso e favorire la termoregolazione.

Gatti e caldo estivo

Cosa dare da mangiare ai gatti in estate?

La combinazione di cibo secco e cibo umido, come mousse, patè o stufati, può aiutare la digestione e prevenire la disidratazione nei gatti durante l'estate. È anche consigliabile aggiungere del brodo alle pietanze per favorire l'assunzione di liquidi da parte del gatto.

Spazzolare regolarmente il pelo e spuntarlo

Spazzolare il gatto con una spazzola per togliere il pelo morto e sottopelo aiuta la circolazione e raffredda la pelle. 

Acqua fresca

I gatti preferiscono l'acqua fresca alla tiepida, che potrebbe scoraggiarli a bere. È bene assicurarsi che vi siano più ciotole e fontanelle di acqua corrente per gatti distribuite nelle zone più fresche della casa.

Tappetini refrigeranti

I tappetini refrigeranti da appoggiare sulla loro cuccia sono progettati per fornire una superficie fresca dove il gatto può sdraiarsi. Contengono gel refrigerante che si attiva quando il gatto ci si sdraia sopra e sono utili per regolare la temperatura corporea. 

Tende e ripari per gatti

Una tenda o un riparo per gatti possono fornire un luogo ombreggiato e fresco dove è possibile trovare ristoro e sollievo durante il giorno. Questi accessori impediscono ai raggi del sole di filtrare attraverso permettendo all'aria di circolare e mantenere la temperatura più bassa all'interno.

Altri accorgimenti

Tra gli altri accorgimenti che è possibile prendere per evitare che il gatto soffra il caldo, si può sollevare la cuccia per migliorare la circolazione dell'aria e ridurre il calore filtrato dal pavimento; evitare di lasciare il gatto in macchina o in luoghi soleggiati; bagnare le estremità, i cuscinetti delle zampe, il cavo ascellare e l'interno delle cosce con acqua fresca. 

Per concludere, dunque, è bene sincerarsi che il gatto sia protetto da ogni possibile rischio di insolazione, adottando questi metodi che lo tengono al fresco confortevole del suo ambiente domestico.

Valentina Montagna | Editor
Scritto da Valentina Montagna | Editor

La mia formazione comprende una laurea in Lingue e Letterature Straniere, arricchita da una specializzazione in Web Project Management. La mia esperienza nel campo si estende per oltre 15 anni, nei quali ho collaborato con nutrizionisti, endocrinologi, medici estetici e dermatologi, psicologi e psicoterapeuti e per un blog di un'azienda che produce format televisivi in ambito alimentazione, cucina, lifestyle.

a cura di Dr. Luca Buosi
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Valentina Montagna | Editor
Valentina Montagna | Editor
in Gatto

578 articoli pubblicati

a cura di Dr. Luca Buosi
Contenuti correlati
Padrone prepara cibo per il gatto che attende di mangiare
Qual è il cibo preferito dei gatti?

Qual è il cibo preferito dei gatti? Scopriamo quali sono gli alimenti più indicati per l'alimentazione dei felini e quali, invece, è meglio non proporre.

Gatto che graffia il divano
5 consigli per proteggere il divano dai graffi del gatto

I gatti sono celebri marcatori del territorio e lo esprimono soprattutto graffiando i divani. Ecco 5 consigli utili per proteggere il divano dalle unghie del micio.