Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Come Faccio A Capire Se Ho Le Emorroidi

Bruciore, fastidio e sanguinamento possono essere sintomi di emorroidi?

Da alcuni giorni, trovo delle striature rosse nelle feci ed avverto molto bruciore e fastidio durante la defecazione. Sono molto spaventata e vorrei sapere se può trattarsi di emorroidi.

Se soffri di emorroidi, è probabile che tu avverta sintomi come il sanguinamento, il prurito, il prolasso delle vene, il senso di pesantezza a livello ano-rettale, la sensazione di fastidio e bruciore nella zona anale. Questi sono i sintomi più comuni tra chi soffre di emorroidi: in particolare, il sanguinamento di cui parli, è presente in circa l'80% dei pazienti che lamenta la presenza di striature rosse nelle feci o la fuoriuscita di qualche goccia di sangue negli istanti che seguono la defecazione.

Se la patologia è al suo esordio, avverti dunque una sintomatologia abbastanza lieve: considera che con il passare del tempo, tali problemi possono evolversi in una forma più grave, rimanere inalterati o regredire. Se sopraggiungono delle complicazioni, potresti avvertire dolore che non è direttamente legato alla malattia, ma alle sue complicazioni: insorge ogni qualvolta la varice si infiamma a causa di traumi o infezioni microbiche ed ogni qualvolta si formi un coagulo di sangue (trombosi).

Il prolasso è un sintomo che si manifesta con la fuoriuscita delle emorroidi dal canale anale, ad esempio sotto sforzo (colpo di tosse) o durante la defecazione. A seconda che le emorroidi rientrino spontaneamente o rimangano all'esterno, si parla rispettivamente di emorroidi interne ed esterne.

Le emorroidi, nonostante il forte disagio che possono crearti, non sono generalmente pericolose.

Rivolgiti comunque al tuo medico per avere una diagnosi precisa e decidere qual è il percorso terapeutico più adatto a te.

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr.ssa Assunta Gennarelli
Dr.ssa Assunta Gennarelli
Milano - Via De Amicis, 30
Risposte simili
Coliche per intestino irritabile: cosa fare?
La sindrome da colon irritabile è una diagnosi imprecisa: quella giusta è "sindrome dell'intestino irritabile" (SII), diagnosi che presuppone, però, l'esclusione di qualsiasi problema...
Fistola anale infiammata: come curarla?
La cura deve essere pianificata da un proctologo particolarmente esperto in materia, previa precisa definizione della diagnosi e delle caratteristiche della fistola, completamente diverse per...
Edema periscrotale: qual è la causa?
Le cause possono essere molteplici: traumi, infezioni cutanee o degli organi contenuti, parassitosi, allergie, ernie strozzate o sofferenti, varicocele...
Altre risposte di questo specialista
Alterazioni artrosiche a livello della sinfisi pubica: cosa vuol dire?
Posso dirti che con alterazioni artrosiche si intendono gli iniziali segni di usura di un osso. La sinfisi pubica è...
Morfina per dolori cervicali e lombosacrali: è corretto?
La morfina è un farmaco oppioide esogeno di estrazione vegetale, ricavato dal Papaver somniferum. Viene somministrata per trattare il dolore cronico-oncologico, post operatorio e...
Rottura dei tendini della caviglia: è possibile una ripresa completa?
Le lesioni di III grado, ovvero la rottura completa del legamento, prevedono la terapia chirurgica seguita da periodo di immobilizzazione. Tanto l'entità...
Iperidrosi: che cos'è e come si può curare?
La secrezione del sudore è regolata da stimoli nervosi provenienti da una parte del sistema nervoso vegetativo (sistema nervoso simpatico). Nei casi in cui si...
Fibroscopia laringea: di che cosa si tratta?
Posso dirti che si tratta di una procedura indolore che permette al medico di ispezionare la laringe e le corde vocali. Per...
Vedi tutte
Altre risposte di questo specialista
Alterazioni artrosiche a livello della sinfisi pubica: cosa vuol dire?
Posso dirti che con alterazioni artrosiche si intendono gli iniziali segni di usura di un osso. La sinfisi pubica è...
Morfina per dolori cervicali e lombosacrali: è corretto?
La morfina è un farmaco oppioide esogeno di estrazione vegetale, ricavato dal Papaver somniferum. Viene somministrata per trattare il dolore cronico-oncologico, post operatorio e...
Rottura dei tendini della caviglia: è possibile una ripresa completa?
Le lesioni di III grado, ovvero la rottura completa del legamento, prevedono la terapia chirurgica seguita da periodo di immobilizzazione. Tanto l'entità...
Iperidrosi: che cos'è e come si può curare?
La secrezione del sudore è regolata da stimoli nervosi provenienti da una parte del sistema nervoso vegetativo (sistema nervoso simpatico). Nei casi in cui si...
Fibroscopia laringea: di che cosa si tratta?
Posso dirti che si tratta di una procedura indolore che permette al medico di ispezionare la laringe e le corde vocali. Per...
Vedi tutte