Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Quali Sono I Sintomi Dell Ernia Del Disco

Quali sono i sintomi dell'ernia del disco?

Come faccio a riconoscere i sintomi di un'ernia del disco? Dove è più facile che si localizzi il dolore?

Una piccola premessa: il disco intervertebrale, che è interposto tra 2 vertebre, è costituito da una parte periferica denominata anulus fibroso e una parte centrale, gelatinosa, denominata nucleo polposo. La salienza posteriore dell’anulus rappresenta un momento iniziale della degenerazione del disco. Questa fase, della durata variabile da poche ore ad alcune settimane, è caratterizzata da dolore cervicale o lombare intenso che di solito aumenta con la posizione eretta, con lo sforzo fisico e con i colpi di tosse, dovuto all’irritazione o compressione dei nervi che si distribuiscono all’anello fibroso ed alle strutture vicinorie (legamento longitudinale posteriore, strutture capsulo legamentose).

Questa condizione può evolvere in protrusione discale e in ernia discale oppure rimanere stabile nel tempo e progredire negli anni in una naturale. Nel momento in cui il nucleo pulposo fuoriesce, si forma la vera e propria ernia del disco: il dolore cervicale o lombare di solito scompare e ne compare uno, molto forte, ad un arto superiore od inferiore, comunemente noto come brachialgia se viene compromessa una radice nervosa del tratto cervicale, sciatica se viene compressa una radice nervosa del tratto lombare inferiore o cruralgia se compressa una radice nervosa del tratto lombare superiore.

Bisogna osservare che il nervo è formato da fibre sensitive che portano le informazioni e la sensibilità, compreso il dolore, dalla periferia al midollo e fibre motorie che innervano i muscoli e sono responsabili della loro contrazione e quindi della forza. Un'ernia del disco che comprime un nervo può quindi provocare disturbi sensitivi, come formicolii, ipo-anestesia o dolore di tipo brachiale, sciatico o crurale e disturbi motori, come paresi di alcuni muscoli.

A seconda delle caratteristiche dell'ernia e del conflitto con le strutture nervose, possono comparire vari tipi di sofferenza del nervo, dal semplice dolore ai disturbi della sensibilità, ai disturbi motori gravi che impediscono di muovere un braccio, una gamba o un piede. Non sono le dimensioni dell'ernia a determinare la gravità, ma il tipo di conflitto: in caso di canale vertebrale molto ampio, anche ernie discali voluminose possono dare pochi problemi e riassorbirsi spontaneamente; in caso di stenosi del canale, anche piccole ernie possono dare deficit gravi e necessitare di interventi chirurgici in tempi brevi.

Premesso ciò, è difficile rispondere ad una domanda così generica. Infine, voglio sottolineare che non si fa diagnosi dalla sola descrizione di parte dei sintomi, ma facendo seguire alla raccolta di questi, la visita diretta da parte di uno specialista ortopedico o neurochirurgo.

Cordiali saluti

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Fabrizio Sergio
Dr. Fabrizio Sergio
(6)
Caserta - VIA SESSA MIGNANO,,
Altre risposte di questo specialista
Ciste dietro il ginocchio: come si cura?
Buongiorno, una cisti dietro il ginocchio potrebbe essere una cisti di Baker. La cisti di Baker è una...
RMN post intervento ricostruzione crociato e reinserimento menisco: come si legge?
Gentile paziente, cercherò di spiegarti la tua risonanza. "Dimogeneità del corno posteriore del menisco interno, compatibile con esiti chirurgici...
Degenerazione meniscosica: cosa significa?
I menischi hanno molteplici funzioni: innanzitutto, aumentano la congruenza tra i condili femorali (convessi) e i piatti...
Tenosinovite del sovraspinoso con microcalcificazione: cosa fare?
Ti consiglio innanzitutto di sottoporti ad una visita ortopedica ed eventualmente ad una RMN. Se verrà confermata una semplice infiammazione...
Referto risonanza magnetica: intervento chirurgico necessario?
E’ difficile darti un’alternativa all’intervento senza poterti visitare. Penso che il tuo ortopedico o il tuo neurochirurgo prima di proporti un intervento distabilizzazione vertebrale abbia...
Vedi tutte

Risposte simili

Ernia del disco: che cos'è?
Il disco intervertebrale, che è interposto tra 2 vertebre, è costituito da una parte periferica denominata anulus fibroso e una parte centrale, gelatinosa, denominata nucleo...
Mal di schiena: quali sono le terapie più adatte?
Per ridurre il dolore e prevenire lo stress sulla colonna vertebrale, ci sono diverse terapie utili, ma a consigliarti una terapia deve essere...
Scoliosi e jogging sono compatibili?
La scoliosi è una condizione irreversibile della colonna vertebrale. Se la scoliosi non è grave e non provoca dolore forte alla schiena allora è possibile...