Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Terapia Del Dolore Cos E

Cos'è la terapia del dolore?

Cosa si intende con terapia del dolore e in cosa consiste? Grazie per la risposta.

La terapia del dolore o medicina del dolore o algologia è una disciplina medica che tratta il dolore cronico ossia quello che persiste nel tempo.
Il dolore acuto è un campanello d'allarme che segnala che nel corpo c'è un danno, come capita per esempio con una frattura di osso. In questo caso, lo scopo è di immobilizzare il paziente e favorire la sua guarigione.
Il dolore cronico invece è un dolore che non serve a niente. È considerato malattia in quanto tale. Distrugge la persona e la sua qualità della vita.
La terapia del dolore nasce agli albori come un distaccamento gestito da anestesisti rianimatori che hanno deciso di far fruttare l'esperienza nel trattamento nel dolore acuto anche nel cronico. Nel 2010, è stata promulgata dallo Stato Italiano la Legge 38 che chiarisce il ruolo della terapia antalgica ed esordisce affermando il diritto del cittadino a potervi accedere. Un articolo di questa Legge parla della promozione di questa specialità, ma evidentemente c'è ancora da lavorare.
All'atto pratico, il terapista del dolore è uno dei tanti medici impegnati in prima linea nel trattare il dolore. Ovviamente, prima di trattarlo bisogna fare una diagnosi ed ecco perchè alcuni centri si chiamano adesso medicina del dolore. Spesso, i terapisti del dolore sono esperti di tecniche mini-invasive e infiltrative per la risoluzione del dolore oltre che conoscitori della terapia farmacologica.
Esempi di patologie trattate sono: nevralgia del trigemino, dolore facciale che dura nel tempo, dolore della colonna vertebrale (cervicalgie, dorsalgie, lombaggine, lombalgia), ernie del disco con la classica radicolopatia ossia infiammazione di una radice di un nervo (sciatica o sciatalgia o crurali, o brachialgia), coccigodinia, nevralgia del pudendo, dolore correlato a tumore, dolore che compare dopo un'operazione sulla colonna vertebrale (failed back surgery sindrome), disfunzione sacro iliaca, dolori articolari, nevralgie post erpetiche, algie legate a malattie neurologiche.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Luca Canzoneri
Dr. Luca Canzoneri
Torino - Via Circonvallazione,126, Caselle Torinese
Altre risposte di questo specialista
Dolore alla gamba post ischemia: cosa fare?
Gentile Signora,prima di decidere la strategia terapeutica, è importante valutare il paziente in modo diretto per cercare di trovare la causa del dolore. Se non...
Frattura dell'omero: è normale avere sempre dolore?
Vivere con il dolore non può essere considerato normale e nemmeno troppo umano. Trattare il dolore di una situazione del genere purtroppo può non essere...
Neuropatia arti inferiori: quale cura seguire?
Un dolore che persiste da 15 anni cambia veramente la vita. Per affrontare una simile situazione, è pensabile tentare le classiche possibilità farmacologiche, ma queste...
Terapia del dolore: quali farmaci vengono somministrati?
Nella terapia del dolore, si usano e si prendono in considerazione tutti i possibili antidolorifici. Non esiste, purtroppo, un antidolorifico che funzioni per...
Dolore al collo: esistono farmaci omeopatici?
Non sono un medico omeopata. L'omeopatia nonostante sia molto diffusa nel mondo non è assolutamente chiaro come possa funzionare. In effetti i...
Vedi tutte
Risposte simili
Vertebre schiacciate: cosa fare per il dolore?
Le vertebre schiacciate sono, nella terminologia medica, vertebre affetta da 'crollo vertebrale'. L'esordio è con dolore intenso, improvviso, non necessariamente conseguente a trauma, interessa generalmente...
Dolore ai piedi: come risolverlo?
Il Lyrica non è un analgesico, si associa ad un farmaco contro il dolore solo in alcuni casi e per certi tipi di...
Terapia del dolore: è indicata per una persona diabetica e ipertesa?
Il diabete e l'ipertensione non sono di ostacolo alle terapie per il dolore, quando presente per patologie diverse. ...