Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Ischemia Cardiaca

Ischemia cardiaca

Ischemia cardiaca
Curatore scientifico
Dr. Leon Bertrand
Specialità del contenuto
Cardiologia

Cos'è

L'ischemia cardiaca o cardiopatia ischemica insorge quando il flusso sanguigno nel cuore si riduce, impedendogli di ricevere il giusto apporto di ossigeno.

Il ridotto apporto di sangue è causato solitamente da un blocco parziale o completo delle arterie del cuore.

La cardiopatia ischemica, nota anche con il termine ischemia cardiaca o miocardica, può danneggiare i muscoli del cuore, riducendo la sua capacità di pompare in modo efficiente.

Un blocco grave e improvviso delle arterie coronariche può portare a un attacco cardiaco. Inoltre, l’ischemia miocardica può causare anche gravi anomalie del ritmo del cuore.

Esistono quindi diversi tipi di ischemia cardiaca che includono:
  • Cardiopatia ischemica ipertensiva
  • Ischemia miocardica da sforzo
  • Ischemia cardiaca silente
  • Ischemia miocardica transitoria
  • Ischemia cardiaca da stress

Ischemia cardiaca e infarto

L’infarto è una complicazione dell’ischemia cardiaca. Infatti quando le arterie coronariche sono completamente bloccate, la mancanza di sangue e di ossigeno causa un infarto che distrugge parte del muscolo cardiaco.

Le lesioni che ne derivano possono essere molto gravi e in alcuni casi anche fatali.

Ischemia cardiaca e ateriosclerosi

L’aterosclerosi è una patologia degenerativa che provoca l’accumulo di deposito di placche di grasso e di altre sostanze sulla parete interna delle arterie. Sono proprio queste placche a diminuire non solo il lume vasale ma anche a compromettere l’elasticità delle pareti delle arterie stesse.

Il sangue, a questo punto, passa nelle arterie con un aumento di pressione, che a lungo andare compromette l’integrità delle pareti delle arterie.

Infatti, il restringimento che ne deriva altera la normale circolazione del flusso sanguigno, favorendo la formazione di coaguli e trombi, cioè i pezzi di placche che si staccano dall’accumulo e girano nel sistema vascolare fino a quando non bloccano un’arteria minore.

Cause

Come è stato descritto in precedenza, le cause di ischemia cardiaca dipendono da una riduzione del flusso sanguigno attraverso le arterie coronariche. Le condizioni che possono causare un’ischemia cardiaca sono:
  • Coronaropatia, nota anche come aterosclerosi
  • Coaguli sanguigni, come le placche causate dall’aterosclerosi
  • Spasmi delle arterie coronariche.

Sintomi

Molto spesso un attacco ischemico è asintomatico, ossia chi lo vive non presenta nessun sintomo. Questa condizione è nota come ischemia cardiaca silente.

I più comuni segni e i sintomi di ischemia cardiaca sono pressione e il dolore al petto, tipicamente nella parte sinistra del corpo (angina pectoris).

Altri segni di ischemia cardiaca molto comuni nelle donne, nelle persone anziane e nei soggetti affetti da diabete, comprendono:

Prevenzione

È possibile prevenire l’insorgenza dell’ischemia cardiaca adottando uno stile di vita sano, che ad esempio include:
  • Evitare di fumare
  • Tenere sotto controllo il diabete quando presente
  • Evitare la sedentarietà e praticare attività fisica regolarmente
  • Essere sempre in forma ed evitare obesità e sovrappeso
In questo modo è possibile non solo prevenire la cardiopatia ischemica ipertensiva, ma anche tutte le patologie che interessano l’apparato cardiovascolare, come anche l’infarto e l’ipertensione.

Quando andare dal medico

Nel caso in cui si avverta un dolore prolungato e molto forte al petto è necessario farsi visitare immediatamente, recandosi d’urgenza al pronto soccorso, perché sono i sintomi tipici di chi ha un infarto e un’ischemia cardiaca in atto.

Cure

Il trattamento per l’ischemia cardiaca mira a migliorare il flusso sanguigno al muscolo cardiaco.

Le terapie per l'ischemia cardiaca includono:
  • Farmaci – In genere i pazienti che soffrono di ischemia cardiaca devono assumere aspirina e antiaggreganti piastrinici, per evitare la formazione di coaguli sanguigni. Queste terapie sono molto comuni nei pazienti con fattori di rischio multipli e vengono utilizzate anche per ridurre l’incidenza di eventi ischemici cardiaci acuti. Tuttavia, se l’ischemia si è già verificata, esistono dei farmaci che possono tenere sotto controllo la progressione della malattia e ridurre il rischio di recidività, come per esempio nitrati, beta-bloccanti, calcioantagonisti. 
  • Bypass – Il bypass coronarico
  • Interventi per aprire le arterie bloccate
Infine, adottare uno stile di vita sano e delle scelte di vita salutare è un fattore importantissimo per prevenire l’ischemia cardiaca. 
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Cuore polmonare
Il cuore polmonare è un disturbo cardiaco molto grave, che si manifesta con ipertrofia del miocardio ed è causato da una disfunzione a ca...
Arteriopatia periferica
L’arteriopatia periferica è una malattia dell'apparato circolatorio caratterizzata dal progressivo restringimento delle arterie, con cons...
Bradicardia
La bradicardia è un sintomo caratterizzato da una frequenza cardiaca che rimane al di sotto del range di normalità.