Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Vitreite

Vitreite

Vitreite
Curatore scientifico
Dr. Igor Occhipinti
Specialità del contenuto
Oculistica

Cos'è la vitreite

La vitreite è un’infiammazione dell’occhio che colpisce soprattutto il vitreo anteriore, una sorta di gelatina che ha come funzione quella di proteggere dagli urti bulbari. È più comune nei bambini e nei giovani e può colpire indifferentemente uomini e donne, senza particolari distinzioni di etnia. 

Sintomi di vitreite

La vitreite può colpire un occhio soltanto oppure entrambi contemporaneamente e spesso può essere asintomatica. In caso contrario, si possono presentare i seguenti sintomi di vitreite:

  • sensazione di annebbiamento della vista;
  • presenza di corpi estranei all’interno del proprio campo visivo;
  • difficoltà alla vista in ambienti molto illuminati;
  • infiammazione di cornea e iride;
  • intorbidimento dell’umor vitreo.

Cause di vitreite

La vitreite è una malattia che può essere anche cronica, il cui decorso dà spesso luogo a complicanze mediche e molto spesso si associa a una uveite (uveite).

Le cause di vitreite possono essere:

  • infettive;
  • infiammatorie autoimmuni;
  • traumatiche. 
Molto raramente può esserci una causa tumorale. È un disturbo prevalentemente idiopatico, ossia non di natura genetica né contagiosa; tuttavia, sono state scoperte associazioni con alcune malattie sistemiche che evidenziano una possibile causa nell’alterazione del sistema immunitario.

Complicazioni della vitreite

Purtroppo esiste un’alta incidenza di complicazioni in casi di vitreite. Ecco quali sono le principali complicazioni della vitreite:

Diagnosi di vitreite

La diagnosi per la vitreite è clinica, dopo la denuncia del paziente di un peggioramento delle proprie capacità visive. Il primo esame da fare è relativo al grado di acuità visiva del paziente.

Eventuali ulteriori esami per la vitreite possono essere richiesti in base alla gravità della situazione. I principali sono:

In generale, la prognosi per chi è affetto da vitreite è molto favorevole: circa l’80% dei pazienti, infatti, conserva un’acuità visiva di almeno 5/10.

Cura per la vitreite

Il primo strumento per curare la vitreite è l’assunzione di steroidi o di immunosoppressori se i primi non dovessero fare effetto. Utili anche colliri cicloplegici come l'atropina.

In alcuni casi, quando l'infiammazione si risolve lasciando importanti opacità del vitreo che riducono la vista , è possibile anche il ricorso a interventi di microchirurgia per l’asportazione del corpo vitreo: la vitrectomia.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Neuropatia ottica di Leber
La neuropatia ottica di Leber è una patologia ereditaria che porta a un calo della vista; il primo sintomo di questa rara malattia è infa...
Nictalopia
La nictalopia, da non confondere con la emeralopia, indica la capacità di una persona di vedere meglio nelle ore notturne e una sua diffi...
Cicloplegia
Con il termine cicloplegia si intende la paralisi del muscolo cicliare oculare, con una compromissione della messa a fuoco, e quindi dell...