Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Prestazioni
  4. Biopsia Prostatica

Biopsia prostatica

Curatore scientifico
Dr. Giuseppe Dovinola
Specialità del contenuto
Andrologia Urologia

Cos'è la biopsia prostatica

La biopsia prostatica è una procedura indispensabile per escludere o confermare la diagnosi di carcinoma prostatico in caso di sospetto clinico posto mediante esplorazione rettale, ecografia transrettale o dosaggio PSA (antigene prostatico specifico).

Quando effettuare la biopsia prostatica

La biopsia prostatica può essere indicata anche in caso di lesioni preneoplastiche ad una precedente biopsia (PIN ed ASAP), in caso di sospetto clinico di ripresa di malattia ed in casi particolari di ristadiazione clinica di malattia. In base al risultato dell'esame e di quelli precedentemente eseguiti (esplorazione rettale, ecografia prostatica trans-rettale, PSA), vengono poste le indicazioni terapeutiche o programmato, in caso di mancata evidenza di tumore, il successivo iter diagnostico.

Come ci si prepara alla biopsia prostatica

Per la biopsia prostatica, affinchè le possibili complicanze della biopsia siano ridotte al minimo, è necessario che il paziente segua scrupolosamente la preparazione richiesta:
  • a partire da 7-10 giorni prima di eseguire una biopsia prostatica ecoguidata, viene prescritta l’interruzione del trattamento con farmaci anticoagulanti (per esempio Aspirina, Cardioaspirina o Warfarin)
  • il giorno prima e per 4-5 giorni dopo l’esame, viene prescritta una terapia antibiotica per prevenire eventuali infezioni locali e/o sistemiche
  • viene consigliato un clistere per pulire il retto e rendere più igienica la procedura, riducendo al minimo le possibilità di contaminazione batterica (il perineo è l’area compresa tra l’ano e la base dello scroto).

Come si svolge la biopsia prostatica

Durante la biopsia prostatica, il paziente è posto in posizione “ginecologica” (supino, a gambe flesse e divaricate). Sotto guida ecografica, mediante ago denominato “TRU-CUT”, sono effettuati 10-12 (o più) prelievi nei sei sestanti della prostata.

L’ago preleva in modo molto rapido e generalmente poco doloroso piccoli campioni di tessuto prostatico denominati “cores” della lunghezza di 1-2 cm e della larghezza di pochi millimetri, che verranno esaminati al microscopio dallo specialista anatomo-patologo il quale fornirà successivamente il referto istologico.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Urografia
L'urografia è l'esame radiologico che permette lo studio dei reni, degli ureteri e della vescica, esso utilizza raggi X e un farmaco (il ...
ago-biopsia prostatica transrettale ecoguidata
L’ago-biopsia prostatica transrettale ecoguidata è un'indagine di scelta per la diagnosi del carcinoma prostatico, questa ha avuto, con l...
Ciclo instillazioni endovescicali
Il ciclo instillazioni endovescicali consiste nelle somministrazioni in vescica, mediante un catetere vescicale di piccolo calibro, di un...
Sai che su Pazienti.it puoi trovare sconti per prestazioni mediche? Scopri di più