Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Farmaci Adrenergici

Farmaci adrenergici

Farmaci adrenergici
Curatore scientifico
Redazione Pazienti
Specialità del contenuto
Farmacia Medicina generale

Cosa sono i farmaci adrenergici?

Si tratta di una classe di farmaci che agisce sul sistema nervoso centrale. La loro azione si esplica o mimando gli effetti dell’adrenalina e della noradrenalina oppure stimolandone il rilascio. I farmaci adrenergici sono impiegati per il trattamento di diverse patologie potenzialmente mortali come un arresto cardiaco, una crisi asmatica o una reazione allergica.

In sostanza, tali farmaci regolano le reazioni del corpo in situazioni di stress ed emergenza. In queste situazioni, il sistema nervoso simpatico rilascia delle sostanze chimiche, note come neurotrasmettitori, dal surrene, che agiscono sul corpo incrementando:
  • battito cardiaco
  • sudore
  • respirazione
Inoltre, diminuiscono la digestione. Questa risposta del corpo viene definita "combatti o fuggi". I farmaci adrenergici stimolano gli stessi nervi, mimandone l'azione. 

In quali situazioni vengono utilizzati?

I farmaci adrenergici vengono impiegati in situazioni di vita o di morte, come:
  • arresto cardiaco
  • shock
  • reazioni allergiche

Come agiscono i farmaci adrenergici?

I farmaci adrenergici agiscono sul sistema nervoso simpatico. Il sistema nervoso simpatico aiuta a regolare la reazione del corpo a situazioni di stress o di emergenza. In questi casi, si ha il rilascio di mediatori chimici da parte della ghiandola surrenale. Questi mediatori chimici aumentano la frequenza cardiaca, la sudorazione e la frequenza respiratoria.

I farmaci adrenergici hanno una struttura simile a quella dei mediatori chimici prodotti dal corpo come l’adrenalina e la noradrenalina e pertanto sono in grado di legarsi agli stessi recettori dell’adrenalina e della noradrenalina, mimandone gli effetti.

I farmaci adrenergici provocano:
  • aumento della pressione arteriosa;
  • vasocostrizione;
  • broncodilatazione;
  • aumento della frequenza cardiaca.

Quali condizioni è possibile trattare con i farmaci adrenergici?

Ciascun tipo di farmaco adrenergico è utilizzato nel trattamento di determinate condizioni patologiche, in base al tipo di recettore a cui si lega. Anche il tipo di azione del farmaco cambia se esso si lega direttamente al recettore e funge da mediatore chimico oppure se indirettamente stimola il rilascio di adrenalina e noradrenalina.

In base al tipo di azione è possibile distinguere i farmaci adrenergici in:

Broncodilatatori

I farmaci broncodilatatori favoriscono la dilatazione dei bronchi e il passaggio dell’aria. Questi farmaci si legano ai recettori beta-2 adrenergici e promuovono il rilassamento della muscolatura dei bronchi. Questo facilita la respirazione nei pazienti con problemi respiratori come:
Vasocostrittori

Questi farmaci agiscono sui recettori alfa-1 (agonisti alfa adrenergici) e sui recettori beta-1 e beta-2 ed anche sui recettori della dopamina. I farmaci vasocostrittori provocano la contrazione della muscolatura liscia dei vasi, con conseguente restringimento del calibro dei vasi sanguigni. La vasocostrizione determina un aumento della pressione arteriosa.

L’aumento della pressione arteriosa può essere utile nelle situazioni di shock. La vasocostrizione può inoltre bloccare eventuali emorragie.

Alcuni farmaci vasocostrittori sono utilizzati per il raffreddore o le allergie, perché possono ridurre il calibro dei vasi della mucosa nasale. In questo caso, si parla nello specifico di decongestionanti nasali.

Stimolatori delle funzioni cardiache

Questi farmaci sono utilizzati per stimolare la normale frequenza cardiaca. In particolare, si utilizzano nel caso di un improvviso arresto cardiaco in seguito ad una folgorazione, soffocamento o annegamento. Quando si verifica tale eventualità, si può iniettare direttamente l’adrenalina nel cuore per stimolarne il battito.

Quali sono gli effetti collaterali?

Gli effetti collaterali dipendono dalla tipologia di farmaci adrenergici che si assume.

Gli effetti collaterali più comuni che derivano dall’assunzione dei farmaci adrenergici comprendono:
Se si ha intenzione di assumere un farmaco adrenergico, occorre prendere in considerazione i suddetti effetti collaterali. Ovviamente, non tutte le persone avranno gli stessi effetti collaterali, perché questi variano in base al farmaco e alla condizione che si vuole trattare. Le condizioni generali di salute rivestono quindi un ruolo importante nella scelta del farmaco adatto alle proprie esigenze. Si consiglia di chiedere il parere del proprio medico prima di assumere qualsiasi tipo di farmaco.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Miorilassanti
I miorilassanti sono farmaci utili per far rilassare la muscolatura dell'organismo. Una panoramica sull'utilizzo, controindicazioni e mio...
Punti di sutura
I punti di sutura sono una procedura chirurgica fondamentale per avvicinare i lembi di una ferita e favorirne la cicatrizzazione. 
Preservativo femminile
Il preservativo femminile è un contraccettivo che viene indossato dalla donna e che consente di raccogliere lo sperma all’interno di una ...