Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Terapie
  4. Massaggio

Massaggio

Massaggio
Curatore scientifico
Lorenzo Bichi
Specialità del contenuto
Fisioterapia

Cos’è un massaggio?

I massaggi sono una pratica terapeutica con una storia antichissima e tantissime tecniche differenti di diversa provenienza. Storicamente, il massaggio è ricercato per l'equilibrio psicofisico.

I massaggi infatti hanno, originariamente, come obiettivo, quello di aumentare la propria consapevolezza di ogni parte del corpo e raggiungere un equilibrio superiore. Quando questo equilibrio interno viene raggiunto, le persone cominciano a sentirsi in sintonia anche con gli altri e con l’esterno e in certi casi si genera una vera e propria autoguarigione.

La massoterapia è il massaggio terapeutico, volto a migliorare la condizione fisica del paziente.

Quali sono i principali tipi di massaggio?

Ci sono molti tipi di massaggi, tra questi: massaggio orientale, massaggio thai, olistico, massaggio Shiatsu, massaggi giapponesi, e molti altri.

Occorre però conoscere cosa propone ogni pratica per poterli classificare.

  1. Massaggio terapeutico o massoterapia: questo massaggio ha come finalità quella di ristabilire la totale o parziale funzionalità degli organi malati mediante movimenti massoterapici. Questa categoria comprende sia il classico massaggio terapeutico, il massaggio bodywork TIB, il massaggio linfodrenante, il massaggio decontratturante, il tanto rinomato massaggio Ayurvedico, e altre tecniche di massaggio sia occidentali che orientali.
  2. Massaggio igienico: lo scopo di questo tipo di massaggio è quello di preservare una buona condizione di salute e curare eventuali disturbi o patologie. Lavora sulle strutture muscolo-tendinee del corpo, sulla circolazione sanguigna (aiutando a favorire gli scambi metabolici e il ritorno venoso e linfatico), e anche sul sistema nervoso. Di conseguenza, ha un effetto positivo sulla psiche, poiché il rilassamento abbassa il ritmo cerebrale e riequilibra l’attività degli emisferi destro e sinistro. Questa categoria comprende pertanto i massaggi antistress, il massaggio californiano, il massaggio relax e rilassante, il massaggio sulla schiena, ecc.
  3. Massaggio estetico: serve a eliminare gli inestetismi cutanei e sottocutanei, e a rallentare l’invecchiamento cutaneo. Questo massaggio riguarda soprattutto la pelle, in particolare derma e ipoderma, e si combina solitamente con l'uso di prodotti cosmetici come creme, oli, ecc.
  4. Massaggio sportivo: questo tipo di massaggio è ideale per chi pratica sport a livello agonistico e può soffrire di lesioni ai muscoli, tendini e articolazioni. I massaggi sportivi possono essere fatti pre-gara, cioè prima di cominciare l'attività sportiva, per raggiungere effetti elasticizzanti e vascolarizzanti, e post-gara. In quest'ultimo caso, l’obiettivo è velocizzare il recupero fisico dopo gli sforzi muscolari, e si cercano azioni drenanti, defaticanti e miorilassanti (cioè di decontrazione muscolare). Esiste anche il massaggio infra-gara che utilizza le manovre del massaggio pre e post-gara in funzione delle caratteristiche fisiologiche dell’atleta e di ogni sport.

A cosa servono i massaggi?

I massaggi servono a potenziare la relazione tra la pelle e il sistema nervoso; ciò significa che, tramite il tatto, si può stabilire un contatto con la mente del paziente e comunicare con tutto il suo corpo. I massaggi servono, soprattutto, per riattivare la circolazione e le attività fisiologiche del corpo, per ristabilire la regolazione termica e per riequilibrare i processi metabolici organici. Sono il miglior modo per aiutare la diffusione delle sostanze vitali in tutto l’organismo.

A livello più generale, i massaggi sono indicati per:

  • per rilassare e rinvigorire i muscoli;
  • per eliminare lo stress e riattivare l’energia di certe parti del corpo;
  • per riabilitare i muscoli;
  • per curare la salute psicofisica globale.

Un buon massaggio serve anche come pratica per rilassare la mente e allontanarla dai pensieri negativi.

Per quali patologie sono indicati i massaggi?

I massaggi sono molto spesso indicati per le persone che soffrono di:

Come si esegue un massaggio base?

Più o meno tutti i tipi di massaggi hanno come base la stessa tecnica che è quella di realizzare manovre precise sequenziali, seguendo sia la direzione delle fibre muscolari che la direzione della circolazione sanguigna, vale a dire dall'estremità sinistra e in alto del torace.

 

L’effetto tonificante si ottiene con movimenti precisi e veloci. Se invece si desidera un effetto calmante, il massaggiatore dovrà fare manovre lente e dolci.

I massaggi hanno qualche rischio?

Come abbiamo già visto, ci sono tecniche di massaggio più delicate e altre meno amabili, che potrebbero anche causare dolore. Per questo motivo i massaggi sono sconsigliati per:

  • Persone con una chiara fragilità ossea, soprattutto bambini e anziani;
  • Donne incinte, specialmente durante i primi mesi;
  • Persone che hanno un pacemaker o by-pass;
  • Chi soffre di vene varicose e/o flebiti.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Elettrostimolatore
L'elettrostimolatore è un apparecchio dotato di elettrodi, in voga sin dagli anni settanta, e che serve principalmente per la riabilitazi...
Esercizi di Kegel
Gli esercizi di Kegel sono una serie di esercizi utili per controllare la muscolatura pelvica, in particolare lo sfintere uretrale, anale...
Tai chi
Il tai chi è una forma di arte marziale nata per l'autodifesa, ma che, allo stesso tempo, ne cura il benessere psicofisico. La postura, p...