Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Cosa Succede Se Si Verifica La Gravidanza Extrauterina

Cosa succede se si verifica una gravidanza extrauterina?

Cosa succede se si verifica una gravidanza extrauterina?

Nella gravidanza extrauterina, l'embrione, anziché installarsi all'interno dell'utero, si annida fuori di esso (in oltre il 95% dei casi, nelle tube). Ciò può accadere specialmente se ci sono problemi congeniti all'apparato riproduttivo, può accadere a donne che hanno fatto uso della spirale o che hanno avuto varie gravidanze e i cui tessuti interni non sono in perfette condizioni.

In alcuni casi, la gravidanza extrauterina può essere una situazione estremamente pericolosa che richiede un intervento chirurgico in regime di emergenza (ovvero ancor più velocemente che in situazioni di urgenza).

Il sintomo principale è generalmente rappresentato da un dolore addominale intenso ed acuto che, nei casi più gravi, si accompagna ad un’emorragia di grado severo. L’emorragia è legata al fatto che l'embrione, crescendo dentro una tuba o altra sede impropria, provoca la rottura dell'organo in cui è contenuto causandone il sanguinamento.

Purtroppo, è generalmente impossibile portare a termine la gravidanza e la terapia, a seconda della gravità, può essere chirurgica (asportazione della tuba in urgenza) o medica (mediante infusione di farmaci citotossici che causano un aborto interno).

La gravidanza extrauterina accompagnata da shock emorragico rappresenta una di quelle rare condizioni in cui è necessaria una diagnosi tempestiva con la quale si porta la paziente direttamente in sala operatoria senza procedere ad esecuzione di ulteriori accertamenti ematochimici o diagnostici se non un’ecografia addominale della durata di pochi secondi che serve a verificare la presenza di sangue in addome.

Per questo, è importante, appena viene confermata la diagnosi di gravidanza, fare una visita e possibilmente un'ecografia per vedere se l'embrione si è installato bene e nella giusta sede. In caso contrario l'intervento, si rende necessario.
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Hayato Kurihara
Dr. Hayato Kurihara
Milano - Via Volvinio, 33
Risposte simili
Ipertiroidismo in gravidanza: come gestirlo?
L'ipertiroidismo in gravidanza può essere controllato senza rischi per il feto, purché sotto controllo di un endocrinologo esperto. Nel 1°...
Irsutismo: di cosa si tratta?
Per irsutismo, si intende una condizione caratterizzata dall’anomala presenza di peluria terminale (grossa, ruvida e pigmentata che prima della pubertà è presente solo a livello...
Prolattina alta: quali sono le cause e quali le conseguenze?
Buongiorno,la prolattina è un ormone, normalmente prodotto dall'ipofisi, che ha la funzione di stimolare la produzione di latte nelle donne dopo la gravidanza...
Altre risposte di questo specialista
Occlusione intestinale acuta: cos'è?
L'occlusione intestinale è una sindrome provocata dall'arresto del contenuto liquido, solido, gassoso all'interno dell'intestino.I sintomi sono:gonfiore dell'addomeassenza di evacuazioniripetuti attacchi di vomito
Appendicite acuta: cos'è?
L'appendicite acuta è un'infiammazione ed infezione della appendice vermiforme (un sottile tubulo che origina dalla prima porzione del grosso intestino chiamato cieco) che...
Appendicite: quali sono i sintomi iniziali?
La sintomatologia tipica dell'appendicite è generalmente caratterizzata da un dolore inizialmente localizzato nell’area intorno all’ombelico, che si focalizza successivamente a livello del quadrante...
Vedi tutte