Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Massa Pelvica

Una massa tumorale pelvica può scomparire da sola?

Buongiorno, mia cognata (41 anni), 2 mesi fa, ha cominciato a sentirsi male, dolori addominali, al piede sinistro e dove c'è l'ovaio sinistro, va in pronto soccorso, le fanno ecografia addome, una radiografia, visita dal ginecologo, dall'urologo e le trovano un'infezione alle vie urinarie, le danno da prendere un antibiotico per 7 giorni, ma lei sta male ancora, ritorna ancora al pronto soccorso e le dicono che ha la stessa cosa, le fanno una flebo e la mandano poi a casa. Lei non migliora e va a fare una visita privata da un ginecologo, che la manda a fare Ca125, il risultato è 40,9, fa poi ecografia e scopre che ha un tumore all'ovaio sinistro. La manda subito al centro oncologico, la visita un oncologo e dice anche lui che ha un tumore maligno all'ovaio sinistro di 9 cm con la probabilità che colpisca anche l'utero. Prenota l'intervento fra 3 mesi e la manda a casa dicendole che può andare anche a lavorare, ma lei aveva dolori forti e tante volte non riusciva a stare in piedi. Rifà Ca125, Ca19, Ca15,3 e He4. I referti vanno bene, sono tutti nella norma, Ca125 è sceso a 27, ma lei ha un problema con l'intestino, non riesce a scaricarsi perché le fa troppo male; torna al pronto soccorso, le fanno la peretta, le danno il Laevolac da prendere tutti i giorni. È stata chiamata per il prericovero; le fanno il prelievo, l'elettrocardiogramma, la radiografia toracica, la visita dell'anestesista; 2 dottoresse dicono che adesso le ovaie si vedono e non c'è più quella massa pelvica (endometriosi), hanno detto che dovrebbe dimagrire (lei è dimagrita 10 kg da quando ha questo problema) e che non c'è bisogno dell'intervento, ma mia cognata non capisce e non parla l'italiano e dopo che siamo uscite da lì, mi ha detto che quando le ha fatto ecografia, sono andate solo sulla parte destra dove lei non ha niente. Il valore del Ca125 adesso è 10,9. Lei ha dolori sempre (forse non così forti come prima), si stanca facilmente, non riesce a fare tante cose. Si poteva vedere l'ovaio sinistro se loro non sono andate a cercare sulla parte sinistra? E quella massa pelvica (endometriosi?) che 6-7 medici hanno visto fino adesso, poteva sparire così senza prendere alcune medicine?

Buongiorno,
la prima diagnosi era evidentemente sbagliata.

L'endometriosi è comunque una patologia per cui il tessuto che c'è dentro l'utero (e che tutti i mesi si ispessisce e poi si squama e viene eliminato con la mestruazione) può essere presente anche al di fuori dell'utero: sulle ovaie, ma a volte anche a carico di organi vicini: vescica, retto.

Può essere stato un endometrioma (cisti endometriosica a carico dell'ovaio) che si è rotta e che ha determinato il dolore acuto e la sintomatologia imponente, ma tua cognata non deve trascurarsi: l'endometriosi non passa da sola, se non in menopausa avanzata, e i problemi che dà a vescica e retto possono essere grossi: vi è possibilità di terapia medica (uso di analoghi del GnRH) che blocca l'attività ovarica, in attesa dell'intervento e che spesso riduce aderenze e masse, ma ritengo comunque opportuno che tua cognata si rivolga ad un centro specializzato (vi sono più centri di riferimento riconosciuti in Italia) per fare una laparoscopia diagnostico/operativa.

In bocca al lupo
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Redazione Pazienti
Redazione Pazienti
Milano
Altre risposte di questo specialista
Fase luteale: è sempre seguita da una mestruazione?
Alla fase luteinica, segue la mestruazione, sempre che vi sia stata sufficiente presenza di estrogeni (estradiolo) in una prima fase del ciclo:...
Polipo endometriale: quale esame di controllo effettuare?
È assolutamente consigliabile fermarsi ad un'ecografia transvaginale: tieni presente che un'isteroscopia è pur sempre un intervento invasivo.Solo un'anomalia rilevabile con l'ecografia transvaginale o...
Isteroscopia di controllo: quando è necessario effettuarla?
Non vedo proprio perchè debba fare un'isteroscopia di controllo. L'isteroscopia, anche se solo diagnostica, è pur sempre un intervento invasivo, a maggior ragione in...
Zoloft: si può assumere in gravidanza?
Non vi sono assolutamente studi che mettano in evidenza possibili danni al feto da assunzione di Zoloft in gravidanza. Tieni presente...
Iperplasia nodulare: ci si può sottoporre a fivet?
L'iperplasia nodulare è un'affezione congenita benigna, che non degenera in forme maligne, ma può tendere ad ingrandirsi, sino a creare problemi epatici da compressione. Negli...
Vedi tutte
Risposte simili
Isteroscopia diagnostica: che cos'è?
L'isteroscopia è un esame endoscopico che permette di osservare la cavità uterina tramite una sonda ottica: un piccolo telescopio collegato ad un monitor...
Ipertiroidismo in gravidanza: come gestirlo?
L'ipertiroidismo in gravidanza può essere controllato senza rischi per il feto, purché sotto controllo di un endocrinologo esperto. Nel 1°...
Irsutismo: di cosa si tratta?
Per irsutismo, si intende una condizione caratterizzata dall’anomala presenza di peluria terminale (grossa, ruvida e pigmentata che prima della pubertà è presente solo a livello...