Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Esami
  4. Laparoscopia

Laparoscopia

Laparoscopia
Curatore scientifico
Dr. Francesco Ferrara
Specialità del contenuto
Chirurgia generale Chirurgia laparoscopica

Che cos'è la laparoscopia?

La laparoscopia, noto anche come laparoscopia diagnostica, è una procedura diagnostica chirurgica, usata per esaminare gli organi all'interno dell'addome. È una procedura minimamente invasiva, a basso rischio; vengono infatti effettuate solo piccole incisioni.

La laparoscopia utilizza uno strumento chiamato laparoscopio per osservare guardare gli organi addominali.

Il laparoscopio è un tubo lungo e sottile, con una luce ad alta intensità e una telecamera ad alta risoluzione nella parte anteriore. Lo strumento viene inserito attraverso un'incisione nella parete addominale. Quando si muove, la telecamera invia le immagini a un monitor video.

La laparoscopia consente al medico di vedere all'interno del vostro corpo in tempo reale, senza chirurgia a cielo aperto. Il medico può anche ottenere i campioni di biopsia durante questa procedura: in questo caso si parla di biopsia laparoscopica.

Perché viene eseguita la laparoscopia?

La laparoscopia è spesso utilizzata per identificare e diagnosticare l'origine del dolore addominale o pelvico (laparoscopia diagnostica). È di solito effettuata quando altri metodi non invasivi non sono in grado di definire la diagnosi.

In molti casi, problemi addominali possono essere diagnosticate anche con tecniche di imaging:

  • Ecografia, che utilizza onde sonore ad alta frequenza per creare immagini del corpo
  • TC o TAC che è una serie di speciali raggi x che prende immagini a sezione trasversale del corpo
  • Risonanza magnetica, che utilizza magneti e onde radio per produrre immagini del corpo

La laparoscopia viene eseguita quando questi test non forniscono sufficienti informazioni per una diagnosi.

Il medico può consigliare la laparoscopia per esaminare i seguenti organi:

Osservando queste aree con un laparoscopio, il medico può rilevare:

  • massa addominale o tumore
  • liquido nella cavità addominale
  • malattia del fegato
  • l'efficacia di alcuni trattamenti
  • il grado a cui un particolare cancro ha progredito

Spesso, la laparoscopia è utilizzata per risolvere problemi della cistifellea, come una calcolosi: in questo caso si parla di colecistectomia laparoscopica.

Quali sono i rischi della laparoscopia?

I rischi della laparoscopia sono sanguinamento e infezione. Tuttavia, questi sono casi rari.

Dopo l'intervento, è importante guardare per eventuali segni di infezione. Contattare un medico se si verificano:

  • mal di stomaco che diventa più intenso nel corso del tempo
  • brividi
  • febbre
  • rossore, gonfiore, sanguinamento o drenaggio presso i siti di incisione
  • continua nausea o vomito
  • tosse persistente
  • mancanza di respiro
  • incapacità di urinare
  • sensazione di testa vuota

Altri rischi meno comuni includono:

  • complicazioni da anestesia generale
  • infiammazione della parete addominale
  • un coagulo di sangue, che potevano viaggiare al bacino, gambe o polmoni

Come mi preparo per laparoscopia?

Informate il medico su qualsiasi farmaco che si sta assumendo. Il medico vi dirà a come devono essere assunti prima e dopo la procedura.

Il medico può modificare la dose di farmaci che potrebbero influire sull'esito della laparoscopia. Queste droghe includono:

  • anticoagulanti
  • farmaci anti-infiammatori
  • altri farmaci che influenzano la coagulazione del sangue
  • integratori dietetici o a base di erbe
  • vitamina K

Inoltre, informate il medico se è incinta o pensa di essere incinta. Questo ridurrà il rischio di danni al vostro bambino di sviluppo.

Prima della laparoscopia, il medico può ordinare esami del sangue, analisi delle urine, elettrocardiogramma e radiografia del torace.

Probabilmente sarà necessario evitare di mangiare o bere per almeno otto ore prima della laparoscopia.

Si dovrebbe anche chiedere a un membro della famiglia o un amico di riportarvi a casa dopo la procedura.

La laparoscopia è eseguita utilizzando l'anestesia generale, pertanto è quasi sempre richiesto il pernottamento in ospedale almeno nel giorno stesso in cui viene eseguita la procedura, che può essere considerata un vero e proprio intervento chirurgico

Come viene eseguita la laparoscopia?

La laparoscopia può essere eseguita in un ospedale, ma non in un centro di chirurgia ambulatoriale.

Probabilmente sarà effettuata l'anestesia generale per questo tipo di chirurgia. Ciò significa che si dormirà durante la procedura e non si sentirà alcun dolore. Non viene mai eseguitea in anestesia locale, ma sempre in anestesia generale. 

Durante la laparoscopia, verrà effettuata un'incisione sotto l'ombelico. Verrà inserito un piccolo tubo chiamato cannula. La cannula viene usata per gonfiare l'addome con gas (anidride carbonica): questo gas permette al medico di vedere più chiaramente i vostri organi addominali.

Una volta che l'addome viene gonfiato, il laparoscopio verrà inserito attraverso l'incisione. La telecamera collegata al laparoscopio visualizzerà le immagini su uno schermo, permettendo al medico di vedere i vostri organi in tempo reale.

Dopo che la procedura è terminata, gli strumenti verranno rimossi. Le incisioni verranno chiuse con punti di sutura o nastro chirurgico. Alcune bende possono inoltre essere posizionate sopra le incisioni.

Cos'è la laparoscopia ginecologica?

La laparoscopia ginecologica è un tipo di laparoscopia specifica, che viene effettuata per la diagnosi di numerose patologie, quali:

Spesso la laparoscopia si dimostra di grande utilità anche per diagnosticare l’infertilità.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Esofago-gastro-duodenoscopia (EGDS)
La Esofago-gastro-duodenoscopia (EGDS) è un esame che consente al medico di guardare dentro l'esofago, lo stomaco e l'intestino tenue. Vi...
Biopsia
Una biopsia è una procedura che si esegue per ottenere un campione di cellule dal corpo e poi portarlo in laboratorio per eseguire i test...
Esame istologico
L'esame istologico prevede l'analisi di un campione di tessuto, prelevato da una parte del corpo in cui si sospetta la presenza di un tum...