Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Sindrome Colon Irritabile

Cosa fare in caso di coliche da intestino irritabile?

Ho 61 anni, da oltre 20 'anni soffro della sindrome del colon irritabile; ho fatto diversi esami, tra cui analisi del sangue, colonscopia, doppio contrasto ed ecografia completa addominale, ma il disturbo persiste. Neppure una fiala di Buscopan intramuscolare riesce a calmare il dolore nel tempo. Questa sindrome può causare delle coliche nella parte alta a destra, appena sotto la cassa toracica? Può essere che l'operazione di appendicite cronica fatta all'età di 25 anni abbia lasciato delle aderenze che causano questi disturbi?

La sindrome da colon irritabile è una diagnosi imprecisa: quella giusta è "Sindrome dell'Intestino Irritabile" (SII), diagnosi che presuppone, però, l'esclusione di qualsiasi problema organico. Hai già fatto la colonscopia ed altri esami, ma hai mai eseguito i test per le intolleranze alimentari? (Per esempio, esami ematici per celiachia e Breath-test per lattosio).

Hai fatto l'esame delle feci per parassiti e uova? L'ultima ecografia fatta (se non è recente, ti conviene ripeterla) segnala la presenza di calcoli biliari o “fango biliare”, capace di provocare coliche nella sede da te indicata?

Il consiglio che ti dò è di recarti da un gastroenterologo di fiducia che saprà aiutarti a valutare la situazione.

Saluti

Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr. Nando Gallese
Dr. Nando Gallese
Medio Campidano - Viale Rinascita,12
Altre risposte di questo specialista
Validità del metodo thd: ci sono evidenze?
Buongiorno,THD non è un metodo contro l'incontinenza fecale, bensì di dearterializzazione e mucopessia per la correzione del sanguinamento legato al prolasso mucoemorroidario. Risulta...
Prisma: qual è la posologia?
Buongiorno, non esiste un razionale di terapia con il principio attivo della specialità indicata relativamente alla malattia emorroidaria con cui si usa indicare un'ampia...
Asportazione della cistifellea: può causare diarrea?
Buongiorno,anche se a tua moglie è stata asportata la colecisti, non è detto che i disturbi addominali riferiti ne possano essere diretta conseguenza. Aveva...
Giunzione visualizzata esocervicale condilomatosi: cos'è?
Buongiorno,la diagnosi riportata non è molto precisa: o è frutto di un referto copia-incolla riuscito male oppure è la trascrizione un tantino confusa. In ogni...
Emorroidi esterne: che fare?
Buongiorno, le emorroidi esterne non esistono o, perlomeno, non sono una malattia; i plessi emorroidari interni possono prolassare all'esterno,...
Vedi tutte
Risposte simili
Pancreas: quando va operato?
La chirurgia del pancreas è necessaria nel caso di pancreatite acuta nella sua forma grave, nella pancreatite cronica nei suoi ultimi stadi (dopo 3-5 anni),...
Calcoli alla cistifellea: cosa mangiare?
La calcolosi biliare è spesso associata ad una situazione di sovrappeso e ad un'alimentazione ricca di grassi, ma esiste anche un'associazione con regimi...
Reflusso gastroesofageo: che cos'è?
La malattia da reflusso gastroesofageo è una delle più comuni patologie benigne dell’esofago, in cui il meccanismo di barriera tra lo...