Feci nere (feci scure)

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Nicola Antonacci
Indice contenuto:
  1. Quando si parla di feci nere?
  2. Feci nere: quali sono le cause più comuni?
  3. Melena: come diagnosticarne la causa?
  4. Cosa fare in caso di feci nere?
  5. Come dovrebbero essere le feci sane?
  6. Quali sono i sintomi delle feci nere?
  7. Quali sono i cibi che le provocano?
  8. Feci nere e tumore al colon
  9. Esistono rimedi naturali per il melena?
  10. Feci nere in gravidanza

Quando si parla di feci nere?

Feci

La presenza del sangue conferisce alle feci un colore molto scuro, tendente al nero (parliamo quindi di feci nere). È sangue che arriva dalla zona alta dell’apparato gastrointestinale, ovvero dall’esofago, dallo stomaco e dall’intestino tenue.

Le feci che derivano da questa sede secernono un odore molto acido e il fenomeno si chiama melena. "False melena" sono quelle feci che risultano scure o nere, ma in realtà non contengono sangue.

Perdere sangue da una zona del corpo che fa parte dell’apparato gastrointestinale alto non è un buon segno e si consiglia una visita repentina dal medico curante, che saprà prescrivere i giusti esami da fare.

Feci nere: quali sono le cause più comuni?

Il cambiamento del colore delle feci può essere provocato da varie cause, come ad esempio l'ingestione di alcune sostanze o l'assunzione di integratori di ferro. Tuttavia, può anche essere causato da una grave condizione, ovvero il sanguinamento nel tratto digestivo dovuto a un'ulcera peptica.

Tra le cause più comuni spiccano:

  • ulcera allo stomaco (ulcera peptica);
  • infiammazione del tratto gastrointestinale;
  • uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei. 

Le feci nere potrebbero essere un'abitudine per le persone che hanno subito un intervento di colectomia, perché il cibo non viene digerito nel modo più completo. Tuttavia, se si è presentato un sanguinamento gastrointestinale in passato, le feci hanno un cattivo odore o il problema va avanti per più di un paio di giorni, è bene consultare immediatamente il medico.

Altre cause del melena sono: 

  • Ulcera che sanguina: l'ulcera è una ferita che appare sul rivestimento dello stomaco, può provocare sanguinamento e melena. Contrariamente alla credenza popolare, le ulcere allo stomaco non sono di solito causate da stress o dal cibo piccante (anche se questi possono aggravare un'ulcera già esistente). In realtà, esse sono causate da un'infezione dovuta a un batterio chiamato Helicobacter pylori (H. pylori). Gli antibiotici sono normalmente prescritti per eliminare l'infezione e talvolta un riduttore acido. Un'altra causa di ulcere allo stomaco è l'uso a lungo termine di farmaci antidolorifici, noti come FANS (farmaci anti-infiammatori non steroidei). I FANS possono irritare lo stomaco, indebolendo la capacità del rivestimento di resistere all'acido prodotto nell'organo stesso. Per questo stesso motivo, i FANS hanno un effetto negativo sulla malattia di Crohn e la colite ulcerosa. I FANS sono farmaci comuni come l'ibuprofene, il naprossene sodico e l'Aspirina.
  • Gastrite: la gastrite è l'infiammazione del rivestimento dello stomaco; può essere causata da troppo alcol, dal cibo piccante, dal fumo, da infezione da batteri o dall'uso prolungato di FANS. La gastrite si può sviluppare anche dopo un intervento chirurgico o un trauma oppure può essere associata a condizioni mediche preesistenti.
  • Varici esofagee: le varici esofagee sono vene dilatate nella parete dello stomaco, nell'esofago superiore o inferiore. Quando queste vene si rompono, possono causare sanguinamento, che può far comparire il sangue nelle feci o nel vomito. Le varici esofagee sono una grave complicanza derivante da ipertensione portale (pressione alta) causata da cirrosi epatica.

Melena: come diagnosticarne la causa?

I disturbi legati alle feci nere generalmente vengono diagnosticati dal medico tramite un quadro sintomatologico.

Il colore nero da solo non è sufficiente a determinare la presenza di sangue. Pertanto, un medico avrà bisogno di confermare se in realtà non ci sia sangue nelle feci. Questo può essere fatto in uno studio medico attraverso un esame rettale oppure, può essere fatto in casa con un kit che viene utilizzato per raccogliere un piccolo campione di feci, che verrà poi inviato ad un laboratorio per la valutazione.

Una volta che il melena viene diagnosticato, il medico può ordinare altri test diagnostici per determinare la causa e la posizione esatta del sanguinamento. Questi test possono includere:

Cosa fare in caso di feci nere?

Questa è una situazione che richiede un rapido intervento. La cura per le feci nere varia in base alle cause che hanno generato il problema, quindi può essere farmacologica, chirurgica o di altro genere, a seconda dei casi.

Per questo, sono molto importanti gli esami diagnostici e una valutazione morfologica delle feci stesse, ovvero:

  • consistenza
  • colore 
  • quantità
  • odore

Se, ad esempio, le feci sono puntinate di nero, potrebbe trattarsi solo di un residuo di fibre vegetali. 

Come dovrebbero essere le feci sane?

Dalle feci, quindi, si possono capire molte cose. Per questa ragione, ecco una descrizione di come dovrebbero le feci sane:

  • Dimensione delle feci: diametro ideale di 2-5 cm.
  • Lunghezza delle feci: circa 30 cm. 
  • Odore: attenzione alle feci troppo maleodoranti. 
  • Consistenza delle feci: dovrebbero essere morbide, ma non troppo, non galleggianti e prive di muco. 

Quali sono i sintomi delle feci nere?

I sintomi che possono accompagnare le feci nere variano, dunque, a seconda della causa principale. Questi includono:

Quali sono i cibi che le provocano?

Fra le cause di feci nere, ci sono anche alcuni alimenti, tra questi: 

  • Broccoli, spinaci, rucola, prezzemolo, fagiolini: sono verdure ricche di clorofilla, che colora di verde le feci (feci verdi). 
  • Barbabietole, mirtilli, ciliegie: ricche di beta carotene, che ne conferisce il colore, danno alle feci una colorazione rossastra. 
  • Vino rosso: il rosso può cambiare il colore delle feci (feci marrone scuro).
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei: possono essere causa di un cambiamento del colore fecale. 
  • Liquirizia: soprattutto se consumata in eccesso, rende più scuri gli escrementi (feci picee).
  • Vermi neri e parassiti: sono molto comuni, specie tra i bambini (feci verde scuro).

Feci nere e tumore al colon

Le feci nere possono essere spia di un sanguinamento continuo dal retto, sintomo anche di tumore al colon.

In questi casi, è bene consultare un medico che capirà se si avvertono anche altri sintomi, come diarrea costipazione. Potrebbero essere presenti lesioni ulcerative o erosioni infiammatorie dell'intestino. 

Esistono rimedi naturali per il melena?

Eventuali anomalie del colore, della consistenza e dell'odore della cacca devono essere segnalate a un medico. Non ci sono rimedi casalinghi per le feci di colore scuro causate da un'emorragia interna o da altre ragioni.

I rimedi casalinghi per le feci scure sono destinati esclusivamente a quelli causati dalla dieta. A meno che non si sia sicuri che la causa della cacca di colore scuro sia ciò che si mangia, allora si puo modificare la dieta. Le feci di colore scuro, per questi motivi, sono normali.

È importante ricordare che le feci di questo colore sono un sintomo, non una malattia.

Feci nere in gravidanza

I cambiamenti nel colore delle feci durante la gravidanza si verificano principalmente a causa dell'assunzione di alcuni farmaci, integratori o sanguinamento intestinale.

Per diagnosticare la condizione, il medico studierà la storia medica, i cambiamenti dietetici e l'elenco completo dei farmaci che si stanno assumendo. Dopo l'ispezione fisica, il laboratorio esaminerà le feci per cercare la presenza di sangue, grasso o infezioni.

Durante la gravidanza, le feci appaiono nere a causa di integratori di ferro e vitamine. Man mano che l'utero si allarga, l'aumento della pressione all'interno del bacino può causare stitichezza ed emorroidi, il che porta spesso a sanguinamento interno e le feci appaiono scure.

Insieme alle feci scure, se si avvertono altri sintomi come dolore addominale, nausea, diarrea o febbre, cercare immediatamente assistenza medica.

La gravidanza comporta numerosi cambiamenti nelle condizioni di salute, tra cui il funzionamento digestivo e la consistenza delle feci. Le feci possono diventare scure, nere, verdastre o rosso scuro. La madre in attesa ha maggiori probabilità di sperimentare diverse complicazioni di salute e le feci scure sono una di queste.

Ecco alcuni fattori che aumentare questa probabilità:

  • Integratori di ferro: vengono somministrati se la donna ha un alto rischio di soffrire di anemia o un basso numero di globuli rossi durante la gravidanza. Il ginecologo prescrive di assumere gli integratori di ferro, per aumentare l'afflusso di sangue. Il corpo non può assorbire alcune delle tipiche forme del ferro, tra cui il solfato ferroso e il gluconato ferroso. Poiché il corpo non è in grado di farlo, rende le feci scure. Per evitarlo, è necessario assumere cibi ricchi di ferro, come le verdure a foglia verde, la carne rossa e il fegato.
  • Farmaci: alcuni farmaci possono scurire le feci durante la gravidanza. Un farmaco prescritto per i disturbi di stomaco spesso causa questo sintomo. Per tali motivi, prima di assumere qualsiasi nuovo farmaco durante la gravidanza, consultare il proprio ginecologo.
  • Alimenti: le feci scure risultano spesso dal consumo di determinati alimenti durante la gravidanza, come i mirtilli e la liquirizia. La presenza di colorante alimentare artificiale in alcune preparazioni può anche influenzare il colore delle feci.
  • Sanguinamento: si verifica nel tratto gastrointestinale superiore come l'intestino, lo stomaco o l'esofago; può causare un cambiamento nel colore delle feci. Quando il sangue espulso si mescola con i succhi digestivi, diventa color catrame o nero e rende le feci di colore scuro. Il melena è la condizione in cui si verificano le feci scure, catramose e maleodoranti, a causa dell'emorragia intestinale. Alcune delle principali cause del sanguinamento del tratto gastrointestinale comprendono gastrite, ulcera duodenale (stomaco sanguinante), mancanza di un adeguato apporto di sangue all'intestino e ulcerazione dell'esofago causata da vomito violento.
  • Disturbi di salute: le probabilità di soffrire di disturbi digestivi come stitichezza, emorroidi e ragadi anali sono più elevate durante la gravidanza. Una minore assunzione di acqua e alimenti fibrosi e un'alta potenza delle vitamine prenatali spesso fanno soffrire di tali disturbi digestivi in ​​gestazione. Quando i vasi sanguigni attorno alla regione rettale si gonfiano dolorosamente durante l'ultimo trimestre, si affronta una difficoltà ad espellere le feci. Le emorroidi gonfie iniziano a sanguinare e causano la presenza di feci nere. Le ragadi attorno alla pelle delicata del retto e la tensione in eccesso per passare le feci indurite provocano tale condizione. Quando queste ragadi iniziano a creparsi, una piccola quantità di sangue viene espulsa insieme alla cacca, che sembrerà più scura. 

Per evitare la presenza di feci nere durante la gravidanza, ecco alcuni accorgimenti che si possono seguire:

  • Seguire una dieta ricca di fibre: riduce il rischio di sanguinamento gastrointestinale, stitichezza ed emorroidi durante la gravidanza. Si può anche aggiungere la crusca di frumento non trasformata.
  • Bere molta acqua: durante la gravidanza, è necessario assumere da 8 a 12 bicchieri d'acqua ogni giorno, il che rende le feci più morbide. In alternativa, è possibile includere anche succhi di frutta fresca e altre bevande salutari nella dieta quotidiana.
  • Assumere integratori di fibre: invece di assumere alte dosi di supplementi di ferro che rendono le feci più scure, si può assumere il ferro naturalmente sotto forma di frutta fresca e verdure a foglia verde.
  • Evitare alcuni farmaci: evitare l'uso prolungato ed eccessivo di farmaci antinfiammatori come l'Aspirina, l'Ibuprofene e il Naprossene durante la gravidanza, poiché eleva il rischio di feci scure. Prima di assumere nuovi farmaci da banco durante la gravidanza, consultare il medico.
  • Evitare di fumare o assumere droghe: durante la gravidanza, è necessario limitare l'assunzione di alcol. Il consumo eccessivo di alcol o droghe illecite irrita il rivestimento dell'esofago e dello stomaco e provoca feci scure. Il fumo aumenta il rischio di ulcere peptiche e tumori del tratto gastrointestinale. 
  • Ginnastica: ci si può dedicare a esercizi leggeri come yoga, aerobica e pilates durante la gravidanza. L'esercizio regola i movimenti intestinali e aiuta a superare la stitichezza e le emorroidi. Si possono includere gli esercizi di Kegel, poiché stringono i muscoli attorno al retto e alla vagina e aiuta a prepararsi al parto.