icon/back Indietro Esplora per argomento

Ortica: proprietà, benefici, controindicazioni ed effetti collaterali

Valentina Montagna | Editor

Ultimo aggiornamento – 16 Febbraio, 2024

ortica

Quando si sente parlare dell'ortica, si pensa subito all'erba infestante che cresce in giardino e di cui liberarsi, ma in realtà questa pianta dalla storia millenaria è nota per le sue proprietà terapeutiche

Conosciuta in fitoterapia fin dall'antichità, gli antichi egizi la usavano per curare l'artrite e i dolori lombari, mentre le truppe romane ne apprezzavano le virtù riscaldanti. Oggi, con l'ortica si preparano integratori, tisane e succhi. Le foglie possono essere essiccata, liofilizzate o cotte.

Vediamo, dunque, quali sono le proprietà e i benefici dell'ortica, messi al al vaglio della scienza, senza dimenticare che come ogni altro rimedio naturale, può avere controindicazioni ed effetti collaterali.

Cos'è l'ortica (Urticaceae)

L'Ortica (Urtica dioica, Urtica urens, i nomi scientifici delle due specie di ortiche tra le più comuni) è una pianta erbacea perenne con foglie urticanti di cui esistono diverse specie. Le due più comuni sono

  1. Urtica dioica, conosciuta comunemente come Grande Ortica o Ortica Maggiore è una pianta perenne che può crescere fino a due metri di altezza, in Europa, Asia, Nordafrica e Nord America.
  2. Urtica urens, nota come Piccola Ortica o Ortica Minore, è una specie annuale più piccola, che raggiunge solitamente un'altezza massima di 60 cm, nativa dell'Europa e dell'Asia occidentale, ma oggi presente anche in molte altre parti del mondo.

Il nome scientifico "urens" nella denominazione Urtica urens deriva dal verbo latino "urere", che significa "bruciare". Questo riflette l'effetto urticante delle foglie della pianta, che può causare una sensazione di prurito e bruciore quando viene a contatto con la pelle. 

La reazione è dovuta alla presenza di peli urticanti (tricomi) sulla superficie delle foglie e dei fusti che, quando vengono toccati, rilasciano una miscela di sostanze chimiche irritanti, tra cui acido formico, istamina e serotonina, acetilcolina.

Tuttavia, la pianta esiste da secoli nella medicina popolare tradizionale ed erboristica. Tant'è che una volta trasformata in integratore, essiccata, liofilizzata o cotta, può essere consumata in tutta sicurezza per le sue proprietà benefiche, studiate anche dalla scienza. 

Le parti che si utilizzano dell'ortica sono foglie e radici. Nella medicina popolare le foglie erano già usate come diuretici e astringenti. Oggi se ne ricavano estratti con diverse funzioni.

L'ortica e le sue proprietà

L'ortica deve i suoi benefici alle sostanze nutritive che si trovano nella pianta, nelle foglie e nella radice.

  • Vitamine: Vitamine A, C, D e K, vitamine del gruppo B
  • Minerali: Calcio, ferro, selenio, zinco, magnesio, fosforo, potassio e sodio
  • Acidi Grassi: acido alfa-linolenico, acido palmitico, acido stearico e acido oleico
  • Aminoacidi: tutti gli aminoacidi essenziali.
  • Polifenoli: Kaempferolo, quercetina, acido caffeico, cumarine e altri flavonoidi
  • Pigmenti: Beta-carotene, luteina, luteoxantina e altri carotenoidi

Inoltre, molti di questi nutrienti agiscono come antiossidanti, quali polifenoli, carotenoidi e terpenoidi, molecole che aiutano a difendere le cellule dai danni dei radicali liberi legati all'invecchiamento, al cancro (radice studiata anche per il trattamento dell‘ Ipertrofia Prostatica Benigna) e ad altre malattie.

L'ortica ha una lunga storia di utilizzo come rimedio erboristico e molte delle sue proprietà benefiche sono state confermate dalla ricerca scientifica. Secondo alcuni studi (Studio 1; Studio 2), l'estratto di ortica può aumentare i livelli di antiossidanti nel sangue. Tra gli effetti attribuiti a questa pianta, un'azione diuretica che contrasta la ritenzione idrica e la cellulite, l'effetto anti-infiammatorio e proprietà antiallergiche.

Ortica contro l'infiammazione

L'ortica può aiutare a sopprimere l'infiammazione che, a sua volta, può migliorare le condizioni infiammatorie, tra cui l'artrite. Questo effetto si deve a una serie di composti che la pianta contiene e che possono ridurre i livelli di diversi marcatori infiammatori interferendo con la loro produzione, come hanno dimostrato alcuni studi su animali e in provetta (Studio 1, Studio 2).

Le foglie dell’ortica rappresentano anche un ottimo diuretico ed anti-infiammatorio, per il trattamento delle vie urinarie.

Gli effetti dell'ortica sull'artrite

Dalla revisione del 2018 emerge che le foglie di ortica possono agire con proprietà antinfiammatorie riducendo dunque la necessità di assumere farmaci non steroidei in caso di osteoartrite alla base del pollice. Da precisare, tuttavia, che lo studio ha indagato il consumo di foglie di ortica come alimento. Di conseguenza, l'infuso potrebbe non avere lo stesso effetto.

Altri studi condotti su persone hanno dimostrato che l'applicazione di una crema all'ortica o il consumo di prodotti a base di ortica possono alleviare le condizioni infiammatorie come l'artrite. Per esempio, in questo studio condotto su 27 persone, l'applicazione di una crema all'ortica sulle zone interessate, ha dimostrato di poter ridurre significativamente il dolore, rispetto a un trattamento placebo.

In un altro studio sul dolore da artrite, l'assunzione di un integratore contenente estratto di ortica ha dato risultati positivi. Inoltre, grazie a questi rimedio naturale, i partecipanti hanno potuto diminuire la dose di antidolorifici e antinfiammatori. Tuttavia, la ricerca ritiene di aver bisogno di altre evidenze per raccomandare l'ortica come trattamento antinfiammatorio. 

Gli effetti dell'Ortica sui sintomi dell'Iperplasia Prostatica Benigna (prostata ingrossata)

Secondo la ricerca medico-scientifica, l'ortica può contribuire a ridurre le dimensioni della prostata e a trattare i sintomi della ghiandola prostatica ingrossata, chiamata iperplasia prostatica benigna, una condizione che può provocare molto dolore durante la minzione.

L'iperplasia prostatica benigna si verifica quando la ghiandola prostatica diventa troppo grande, finendo per premere sull'uretra e causando difficoltà di minzione o minzione incompleta.

Uno studio del 2005 sugli effetti delle foglie di ortica suggerisce che l'ortica può migliorare la minzione rispetto a un rimedio placebo. Ma la scienza deve approfondire le proprietà della tisana all'ortica.

Altri studi condotti su persone dimostrano che gli estratti di ortica aiutano a trattare i problemi di minzione, senza effetti collaterali. 

Ortica e Allergia stagionale (raffreddore da fieno)

L'ortica è stata utilizzata in medicina tradizionale per una varietà di disturbi, tra cui i sintomi del raffreddore e febbre da fieno o della dermatite allergica da contatto. L'espressione “febbre da fieno” indica la rinite allergica, ovvero un'irritazione del naso che porta sintomi sia nasali sia oculari. 

La febbre da fieno è un'irritazione del naso causata da allergeni come polline, acari della polvere o peli di animali che può causare sintomi come starnuti, prurito al naso o agli occhi, lacrimazione e congestione nasale.

Come dimostrano alcune ricerche in provetta sull'effetto degli estratti di ortica, la pianta sembra agire come trattamento naturale per alleviare il raffreddore da fieno che può inibire l'infiammazione responsabile delle allergie stagionali.

L'estratto di ortica agirebbe bloccando i recettori dell'istamina e gli enzimi coinvolti nelle reazioni allergiche, il rilascio delle sostanze chimiche da parte delle cellule immunitarie che scatenano i sintomi dell'allergia (Fonte 1).

Ciò detto, da considerare che gli studi sull'uomo rilevano che l'effetto dell'ortica è uguale o di poco migliore nel trattamento della febbre da fieno rispetto a un placebo. Sebbene questa pianta possa rivelarsi un promettente rimedio naturale per i sintomi del raffreddore da fieno, sono necessari studi più a lungo termine sull'uomo.

L'effetto dell'Ortica sulla pressione sanguigna

L'ortica può contribuire ad abbassare la pressione sanguigna permettendo ai vasi sanguigni di rilassarsi e riducendo la forza delle contrazioni cardiache. Tuttavia, sono necessari altri studi sull'uomo per confermare questi effetti.

L'ipertensione è un grave problema di salute perché espone al rischio di malattie cardiache e ictus, che sono tra le principali cause di morte in tutto il mondo.

L'ortica era tradizionalmente usata per trattare l'ipertensione. Studi su animali e in provetta dimostrano che può contribuire ad abbassare la pressione sanguigna in diversi modi.

Ad esempio, può stimolare la produzione di ossido nitrico, che agisce come vasodilatatore. I vasodilatatori rilassano i muscoli dei vasi sanguigni, aiutandoli ad allargarsi, come dimostrano alcune ricerche sulle proprietà antipertensive dell'Urtica dioica

Inoltre, l'ortica contiene composti che possono agire come bloccanti dei canali del calcio, che rilassano il cuore riducendo la forza delle contrazioni (Fonte 1).

Negli studi sugli animali è stato dimostrato che l'ortica abbassa i livelli di pressione sanguigna e aumenta le difese antiossidanti del cuore (studio sugli "Effetti cardiovascolari degli estratti di radici di Urtica dioica L. (Urticaceae): studi farmacologici in vitro e in vivo".

Tisane e infusi a base di ortica

I modi per assumere l'ortica sono diversi: si possono mangiare foglie più giovani, cuocendole a vapore, si possono fare essiccare in capsule oppure si può usare la tintura di ortica. In questo caso, vediamo come consumare l'ortica nella forma della tisana.

Da precisare che gli effetti prodotti dalle tisane, infusi o decotti, non sono sufficienti a trattare patologie croniche, ma possono comunque ridurre la sintomatologia e prevenire altri disturbi.

ortica-2

Le ricerche sulle tisane all'ortica per la salute sono limitate. La maggior parte degli studi si concentra sulle foglie di ortica essiccate o sulle tinture di ortica. Tuttavia, come premesso, è noto il contenuto di antiossidanti, vitamine e minerali nelle foglie che si usano per preparare anche l'infuso.

Dunque, da tradizione l'infuso all'ortica viene usato per trattare diverse condizioni, tra le quali:

  • rinite e allergie stagionali
  • disturbi della minzione
  • infiammazioni e dolori articolari
  • spasmi muscolari
  • glicemia alta
  • infezioni batteriche, come quelle del tratto urinario.

Le foglie di ortica vengono messe in infusione in acqua calda per 10 minuti e il loro sapore può essere più o meno intenso a seconda della concentrazione.

Ortica, controindicazioni ed effetti collaterali

In genere, le foglie e le tisane di ortica sono sicuri ma come anche altri rimedi erboristici possono causare effetti collaterali.

  • reazioni allergiche con sintomi di orticaria
  • al contatto con l'ortica in fiore, la rinite allergica(un'allergia al polline dell'ortica)
  • può anche influire sui livelli di estrogeni.

L'ortica può interagire con alcuni farmaci e le persone con alcune condizioni di salute dovrebbero evitarne l'uso senza prima consultare un medico.

  • Diuretici: l'ortica ha proprietà diuretiche e può aumentare l'effetto di altri diuretici.
  • ACE-inibitori e beta-bloccanti: questi farmaci abbassano la pressione sanguigna. 
  • Calcio-antagonisti: similmente ai beta-bloccanti e agli ACE-inibitori, l'ortica può potenziare gli effetti dei calcio-antagonisti.
  • Farmaci per il diabete: l'ortica può abbassare i livelli di zucchero nel sangue, quindi può aumentare l'effetto dei farmaci per il diabete.
  • Farmaci che influenzano i livelli di estrogeni: l'ortica può alterare i livelli di ormoni nel corpo, inclusi gli estrogeni.

Per quanto riguarda l'uso dell'ortica nei bambini e nelle donne in gravidanza, non ci sono abbastanza dati scientifici per stabilire la sicurezza. Pertanto, è consigliabile evitare l'uso in questi gruppi senza prima confrontarsi con un medico.

Condividi
Valentina Montagna | Editor
Scritto da Valentina Montagna | Editor

La mia formazione comprende una laurea in Lingue e Letterature Straniere, arricchita da una specializzazione in Web Project Management. La mia esperienza nel campo si estende per oltre 15 anni, nei quali ho collaborato con nutrizionisti, endocrinologi, medici estetici e dermatologi, psicologi e psicoterapeuti e per un blog di un'azienda che produce format televisivi in ambito alimentazione, cucina, lifestyle.

a cura di Dr. Luca Berton
Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Contenuti correlati
Mani raccolgono erbe spontanee in un campo per metterle in un cestino
Erbe spontanee commestibili: quali sono e come utilizzarle

Erbe spontanee commestibili e piante adatte al consumo umano crescono abbondanti anche in Italia. Scopriamo quali sono le specie più famose e diffuse.

semi di zucca
Semi di zucca: proprietà e perché assumerli

I semi di zucca sono un valido snack salutare e molto benefico per la salute. Scopri i benefici e le proprietà di questo alimento.

icon/chat