Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Tumore Alla Vescica

Tumore alla vescica

Tumore alla vescica
Curatore scientifico
Dr. Carlo Pastore
Specialità del contenuto
Oncologia Urologia

Cos'è

Il tumore alla vescica è una crescita abnorme e incontrollata delle cellule della vescica urinaria. 

La vescica urinaria è un organo cavo presente nella pelvi, ma quando è piena si può estendere fino alla parte inferiore dell'addome, la sua funzione primaria è quella di immagazzinare l'urina che drena in esso dal rene attraverso gli ureteri.

La vescica forma una bassa pressione man mano che si riempie di urina, negli uomini la prostata è adiacente alla base della vescica, dove si unisce questa all'uretra.

La vescica è costituita da tre strati di tessuto. Lo strato più interno viene a contatto con l'urina conservata all'interno della vescica. Qui sono presenti diversi strati di cellule specializzate chiamate ''cellule di transizione'', che sono quasi esclusivamente nel sistema urinario del corpo.

Queste stesse cellule formano anche il rivestimento interno degli ureteri, reni e una parte dell'uretra, formando un rivestimento impermeabile all'interno di questi organi per evitare che l'urina vada negli strati più profondi del tessuto.

Lo strato intermedio è un rivestimento sottile conosciuto come ''lamina propria'' e segna il confine tra l'interno ''mucosa'' e lo strato esterno muscolare. Questo strato ha una rete di vasi sanguigni e nervi ed è un importante punto di riferimento in termini di stadiazione del tumore della vescica.  

La sua funzione principale è quella di rilassare lentamente non appena la vescica si riempie fornendo bassa pressione per l'urina, poi il muscolo si contrae per espellere l'urina durante l'atto della minzione. 

All'esterno di questi tre strati vi è una quantità variabile di grasso che riveste e protegge la vescica come un morbido cuscino e lo separa dagli organi circostanti come il retto, la muscolatura e le ossa del bacino.

Come si sviluppa

Il tumore alla vescica, come i tumori di altri organi, ha la capacità di diffusione (metastasi) in altre parti del corpo tra cui polmoni, ossa e fegato

Il tumore della vescica inizia sempre dallo strato più interno della stessa (ad esempio, la mucosa) e può invadere negli strati più profondi, diversamente può rimanere confinato alla mucosa per un periodo prolungato di tempo. Visivamente, può apparire in varie forme. 

Inoltre il  tumore della vescica ha circa quattro volte più probabilità di essere diagnosticato negli uomini che nelle donne ed è due volte superiore negli uomini bianchi che in uomini afro-americani. Si stima che circa 14.680 persone sono morte di tumore alla vescica nel 2010.

Tipi

Il tumore alla vescica è classificato sulla base della comparsa delle sue cellule al microscopio (tipo istologico) e ha implicazioni nella scelta del trattamento appropriato per la malattia. Per esempio, alcuni tipi di tumore non rispondono alle radiazioni e alla chemioterapia

L'estensione della chirurgia risulta necessaria per massimizzare le probabilità di guarigione e può anche essere influenzata dal tipo di tumore. 

I tipi più comuni di tumore alla vescica e la loro incidenza relativa sono i seguenti: 
  • Carcinoma uroteliale (precedentemente conosciuto come ''carcinoma a cellule transizionali'') è il tipo più comune e comprende il 90%, 95% di tutti i tumori della vescica, questo è fortemente associato al fumo di sigaretta
  • Adenocarcinoma della vescica: comprende circa il 2% di tutti i tumori della vescica ed è associata ad infiammazione prolungata e ad irritazione
  • Carcinoma a cellule squamose: include 1%, 2% dei tumori della vescica ed è anche associato al l'infezione prolungata, infiammazione e irritazione 
 Altre forme rare di tumore alla vescica includono il cancro a piccole cellule, feocromocitoma e sarcoma

Sintomi

Il sintomo più comune del tumore alla vescica è il sanguinamento nelle urine (ematuria), il più delle volte il sanguinamento è ''lordo'' (visibile ad occhio nudo), episodico (si verificano in episodi) e non è associato a dolore (indolore ematuria). 

Tuttavia, a volte, il sanguinamento può essere visibile solo al microscopio (ematuria microscopica) o può essere associato a dolore dovuto al blocco di urina dato dalla formazione di coaguli di sangue. 

Alcuni tipi di tumore alla vescica possono causare sintomi irritativi della vescica con sanguinamento minimo o assente.

I pazienti possono avere il desiderio di urinare piccole quantità in brevi intervalli di tempo (frequenza), l'incapacità di tenere l'urina per un certo periodo di tempo dopo il desiderio iniziale di vuoto (urgenza), o sensazione di bruciore durante la minzione (disuria). 

Raramente, i pazienti possono presentarsi con segni e sintomi di malattia più avanzata, come una vescica distesa (a causa di ostruzione da un tumore al collo della vescica), dolore al fianco (a causa di ostruzione del flusso urinario dal rene alla vescica dalla crescente massa tumorale nella vescica), dolori alle ossa, tosse o sangue nel catarro (a causa di diffusione di cellule tumorali alle ossa o ai polmoni). 

Cause

Il tipo più comune di tumore alla vescica, carcinoma uroteliale, è fortemente associato al fumo di sigaretta. 

L'età e la storia familiare sono altri fattori di rischio, come il sesso maschile. La maggior parte dei tumori della vescica sono diagnosticati in persone oltre i 60 anni anche se in casi eccezionali si può vedere nella terza o quarta decade di vita. 

Gli uomini sono più inclini a sviluppare il tumore alla vescica probabilmente a causa di una maggiore incidenza del fumo e l'esposizione a sostanze chimiche tossiche. Un parente stretto con una storia di tumore alla vescica può aumentare la predisposizione per lo sviluppo di questa malattia. 

L'esposizione a sostanze chimiche tossiche come l'arsenico, fenoli, coloranti all'anilina, ammine aromatiche aumentano il rischio di tumore alla vescica e possono essere responsabili fino al 25% dei casi in alcune regioni altamente inquinate.

La radioterapia (come quella per la prostata o cancro cervicale) e la chemioterapia con ciclofosfamide (Cytoxan) hanno dimostrato di aumentare il rischio di sviluppare il tumore alla vescica e possono ritardarne la diagnosi nei pazienti con sintomi di sanguinamento nelle urine dal momento che questo sanguinamento può essere erroneamente attribuito dal paziente o dal medico all'irritazione della vescica causata dalla chemioterapia o radioterapia (cistite da radiazioni). 

Diagnosi

Il tumore alla vescica è più frequentemente diagnosticato investigando sulle cause di sanguinamento nelle urine che un paziente ha notato.

Di seguito vi sono indagini o prove che possono tornare utili in tali circostanze. L’esame delle urine è un semplice test che può confermare che non vi è il sanguinamento nelle urine e può anche fornire un'idea sulla presenza dell'infezione o meno.

Di solito è uno dei primi test che viene richiesto da un medico, questo non conferma che una persona ha il tumore alla vescica, ma può aiutare il medico nel breve elenco delle cause potenziali di sanguinamento.

L’urina citologia è un test che viene effettuato su un campione di urina che viene centrifugato ed il sedimento viene esaminato al microscopio da un patologo. L'idea è quella di rilevare malformati cellule cancerose che possono essere eliminate nelle urine.

Un test positivo è molto specifico per il tumore (per esempio, fornisce un alto grado di certezza che il tumore è presente nel sistema urinario). Tuttavia, molti tipi di tumore della vescica precoce può perdere da questo test così un esito negativo o non conclusivo non efficacemente esclude la presenza di tumore alla vescica.

Gli ultrasuoni sono un esame ecografico della vescica, con questo test si può anche rilevare la presenza di gonfiore a livello renale nel caso in cui il tumore della vescica è situato in un posto dove può potenzialmente bloccare il flusso di urina dai reni alla vescica. 

Può anche rilevare altre cause di sanguinamento, come pietre nel sistema urinario o ingrossamento della prostata che può essere la causa dei sintomi o può coesistere con un tumore della vescica.

La TAC / RM: La TAC o la risonanza magnetica offrono un maggiore dettaglio visivo che può essere offerto da un esame ad ultrasuoni e può rilevare i tumori più piccoli nei reni o nella vescica, in questa sede si possono anche rilevare altre cause di sanguinamento, quindi tale esame risulta più efficace rispetto ad ultrasuoni specialmente quando è utilizzato il contrasto per via endovenosa.

La Cistoscopia e biopsia è probabilmente l'indagine più importante per il tumore della vescica, dal momento che c'è sempre la possibilità di perdere i tumori della vescica sulle indagini di imaging (ecografia / TC / RM) e di citologia urinaria. Pertanto si raccomanda che tutti i pazienti con sanguinamento nelle urine, senza una causa evidente, effettuino una cistoscopia con un urologo come una parte della valutazione iniziale. 

Tumori di piccole dimensioni che non possono essere visibili su altre indagini si possono rilevare con questo metodo e un pezzo di questo tessuto può essere prelevato come una biopsia per l'esame al microscopio. Dunque la presenza e il tipo di tumore alla vescica possono essere diagnosticati più efficacemente con questo metodo.

Trattamento

Le opzioni di trattamento per il cancro della vescica dipendono da una serie di fattori, tra cui: il tipo, lo stadio e la fase del cancro. Tali fattori sono presi in considerazione insieme con la salute generale del paziente e le preferenze di trattamento.

Il trattamento del cancro della vescica può includere:
  • Operazione chirurgica alla vescica – Per rimuovere il tessuto canceroso 
  • Chemioterapia endovenosa alla vescica – Per trattare i tumori limitatamente al rivestimento della vescica, ma che presentano un alto rischio di recidiva o progressione a uno stadio superiore
  • Chemioterapia sistemica – Per aumentare la possibilità di una cura nei pazienti che hanno subito un intervento chirurgico per rimuovere la vescica, o come trattamento primario nei casi in cui l'intervento chirurgico non sia opzionale
  • Radioterapia – Per distruggere le cellule tumorali, spesso come trattamento primario nei casi in cui l'intervento chirurgico non sia opzionale
  • Ricostruzione della vescica – Per far sì che l'urina fuoriesca dal corpo dopo la rimozione della vescica
  • Immunoterapia – Per attivare il sistema immunitario e combattere le cellule tumorali, sia nella vescica che in tutto il corpo
Una combinazione di approcci terapeutici può essere raccomandata dal medico e dal suo team di assistenza.

Operazione chirurgica alla vescica

Le possibili opzioni per la chirurgia del cancro della vescica possono includere:
  • Resezione transuretrale del tumore della vescica – Si tratta di una procedura per rimuovere i tumori della vescica, confinati agli strati interni della vescica, ossia quelli che non sono ancora tumori muscolo-invasivi. Durante la procedura, un chirurgo passa un piccolo filo nella vescica tramite cistoscopio. Il circuito di filo brucia le cellule tumorali utilizzando una corrente elettrica. In alternativa, un laser ad alta energia può essere utilizzato per distruggere le cellule tumorali. Tale pratica viene può essere eseguita in anestesia regionale o generale.
  • Cistectomia – La cistectomia è un intervento chirurgico finalizzato a rimuovere integralmente o parzialmente la vescica. Durante una cistectomia parziale, il chirurgo rimuove solo la porzione della vescica che contiene un singolo tumore canceroso. La cistectomia parziale può essere un'opzione solo se il cancro è limitato a una zona della vescica che può essere facilmente rimosso senza danneggiare la funzione della vescica. Una cistectomia radicale è un'operazione per rimuovere l'intera vescica, parte degli ureteri e linfonodi circostanti. Negli uomini, cistectomia radicale comprende in genere la rimozione della prostata e vescicole seminali. Nelle donne, cistectomia radicale comporta anche la rimozione dell'utero, ovaie e parte della vagina. 
  • Ricostruzione della neovescica – Dopo una cistectomia radicale, il chirurgo deve creare un nuovo modo per l'urina a lasciare il corpo (diversione urinaria). Un'opzione per la diversione urinaria è la ricostruzione della neovescica. Il chirurgo crea un serbatoio a forma di sfera da un pezzo di intestino. Questo serbatoio, spesso chiamato un neovescica, viene posto all'interno del corpo ed è attaccato alla vostra uretra. Nella maggior parte dei casi, la neovescica consente di urinare normalmente. Un piccolo numero di persone con una neovescica hanno difficoltà a svuotare la neovescica e allora può  risultare necessario servirsi periodicamente di un catetere.
  • Operazione al condotto ileale – Per questo tipo di diversione urinario, il chirurgo crea un tubo (condotto ileale) utilizzando un pezzo del vostro intestino. Il tubo va dagli ureteri, che drenano i reni, al di fuori del vostro corpo, dove l'urina si svuota in un sacchetto (borsa urostomia) che si indossa sull'addome.
  • Operazione al serbatoio urinario continentale – Durante questo tipo di procedura di diversione urinaria, il chirurgo utilizza una sezione di intestino per creare una piccola tasca (serbatoio) per contenere l'urina, situato all'interno del corpo. Si drena l'urina dal serbatoio attraverso un'apertura nel vostro addome utilizzando un catetere un paio di volte al giorno.
Chemioterapia

La chemioterapia utilizza farmaci per uccidere le cellule tumorali. Il trattamento chemioterapico per il cancro della vescica di solito coinvolge due o più farmaci chemioterapici utilizzati in combinazione.
I farmaci chemioterapici che possono essere somministrati sono:
  • Attraverso una vena nel braccio (per via endovenosa)
  • Attraverso un tubo passato attraverso l'uretra direttamente alla vescica (terapia endovenosa)
La chemioterapia è spesso utilizzato prima della chirurgia rimozione della vescica per aumentare le possibilità di curare il cancro. 

La chemioterapia può anche essere utilizzato per uccidere le cellule tumorali che potrebbero rimanere dopo l'intervento chirurgico. La chemioterapia è talvolta combinata con radioterapia in casi molto selezionati come alternativa alla chirurgia.

La chemioterapia endovenosa può costituire il trattamento primario per il cancro superficiale della vescica, dove le cellule tumorali interessano solo il rivestimento della vescica e non il tessuto muscolare più profondo. O a volte l'immunoterapia può essere somministrata come terapia endovenosa per il cancro superficiale della vescica.

Radioterapia

La radioterapia utilizza fasci ad alta energia destinati al cancro per distruggere le cellule tumorali. La radioterapia per il cancro della vescica di solito viene rilasciata da una macchina che si muove intorno al corpo, indirizzando i fasci di energia a punti precisi.

In alcuni casi, la radioterapia è a volte combinata con la chemioterapia come alternativa alla chirurgia o quando la chirurgia non è un'opzione.

Immunoterapia

L'immunoterapia, chiamata anche terapia biologica, funziona segnalando il sistema immunitario del vostro corpo per aiutare a combattere le cellule tumorali.

L'immunoterapia per il cancro della vescica spesso viene somministrato attraverso l'uretra e direttamente nella vescica (terapia endovenosa). Uno di questi farmaci immunoterapeutici utilizzati per il trattamento del cancro alla vescica è il Bacillus Calmette-Guerin (BCG), un vaccino utilizzato per la protezione contro la tubercolosi. 

Un altro farmaco di immunoterapia è una versione sintetica di interferone, che è una proteina del sistema immunitario fa per aiutare a combattere le infezioni. La versione sintetica, denominata interferone alfa-2b (intron A), è talvolta usata in combinazione con BCG.

L'Atezolizumab (Tecentriq) è una nuova opzione di immunoterapia per il cancro della vescica localmente avanzato o metastatico che non ha risposto o peggiorato dopo la chemioterapia. Si tratta di un farmaco endovenoso (IV), il farmaco agisce attivando il sistema immunitario del corpo per attaccare il tumore canceroso. 

L'Atezolizumab è anche in fase di studio come una possibile terapia di prima linea per le persone con cancro alla vescica che non sono ammissibili alla chemioterapia.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Poliuria
La poliuria è una patologia che consiste nell'urinare di frequente, con un volume superiore, in genere, ai due litri e mezzo di urina. 
Polidipsia
La polidipsia è una sete eccessiva e implacabile, che ha delle cause specifiche, indipendenti da circostanze ambientali, quali il molto c...
Incontinenza
L'incontinenza è una disfunzione dell'apparato urinario caratterizzata dalla perdita involontaria di urina. Conosciamo una incontinenza d...