Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. Risposte
  3. Cos E La Prostatite E Quali Esami La Diagnosticano

Come si può diagnosticare la prostatite?

Come viene definita la prostatite e quali esami la diagnosticano?

La prostata è una piccola ghiandola situata sotto la vescica e anteriormente alla parete anteriore dell’intestino retto (questa la ragione per cui è palpabile con l’esplorazione digitale o con l’ecografia a sonda transrettale).

In essa, passa la prima porzione dell’uretra (uretra prostatica) che, nella sua parte iniziale, costituisce il collo o imbuto vescicale.

Le funzioni fondamentali della prostata sono sostanzialmente 3: 
  • attività di difesa dei testicoli e della via urinaria superiore
  • la produzione del liquido spermatico in collaborazione con le vescicole seminali
  • la degradazione ed eliminazione degli spermatozoi invecchiati ovvero che abbiano più di 30 ore dalla loro produzione testicolare
Vi sono diversi tipi di infiammazione della prostata classificati in diverse categorie. L'accurata valutazione clinica, dei dati storici e comportamentali, terapeutici precedenti ed in corso danno indicazioni relative alle possibili cause che poi devono essere indagate con gli specifici esami in relazione a quanto emerso come maggiore probabilità prima e per passi successivi per le ragioni meno probabili.

L'accurata sintesi dei dati raccolti consentirà di definire il quadro complessivo, senza sottovalutazioni, da sottoporre a terapia.

Gli esami per la definizione del quadro della prostatite sono: 
  • la valutazione digitale (visita transrettale)
  • coltura del secreto prostatico (raccolta di liquido attraverso tampone nel corso della visita transrettale)
  • spermiogramma
  • ecografia scroto-testicolare
  • ecografia prostatica
  • dosaggio di PSA nel sangue
Cordiali saluti
Hai trovato questa risposta utile?
Risposta a cura di:
Dr.ssa Assunta Gennarelli
Dr.ssa Assunta Gennarelli
Milano - Via De Amicis, 30
Risposte simili
Esame citologico delle urine: cos'è?
L'esame citologico delle urine è un test diagnostico utilizzato per studiare le cellule che rivestono la parete della vescica. Parte di queste cellule...
Prolasso della vescica: quali sono le cause?
Le cause del prolasso della vescica di tua madre possono dipendere da un fattore genetico, dal numero delle gravidanze e dei parti,...
Forti bruciori alle vie urinarie: come curarli?
Fai attenzione, perchè i fluorochinolonici che passano la barriera emato-encefalica come il Ciproxin possono sovente dare episodi allucinatori o peggiorare il declino cognitivo negli...
Altre risposte di questo specialista
Alterazioni artrosiche a livello della sinfisi pubica: cosa vuol dire?
Posso dirti che con alterazioni artrosiche si intendono gli iniziali segni di usura di un osso. La sinfisi pubica è...
Morfina per dolori cervicali e lombosacrali: è corretto?
La morfina è un farmaco oppioide esogeno di estrazione vegetale, ricavato dal Papaver somniferum. Viene somministrata per trattare il dolore cronico-oncologico, post operatorio e...
Rottura dei tendini della caviglia: è possibile una ripresa completa?
Le lesioni di III grado, ovvero la rottura completa del legamento, prevedono la terapia chirurgica seguita da periodo di immobilizzazione. Tanto l'entità...
Iperidrosi: che cos'è e come si può curare?
La secrezione del sudore è regolata da stimoli nervosi provenienti da una parte del sistema nervoso vegetativo (sistema nervoso simpatico). Nei casi in...
Fibroscopia laringea: di che cosa si tratta?
Posso dirti che la fibroscopia laringea è una procedura indolore che permette al medico di ispezionare la laringe e le corde vocali. Per...
Vedi tutte