Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Condizioni
  4. Periodo Refrattario

Periodo refrattario

Periodo refrattario
Curatore scientifico
Dr. Andrea Militello
Specialità del contenuto
Andrologia

Orgasmo maschile: cos’è l’eiaculazione?

Il termine eiaculazione indica l’espulsione dello sperma da parte dell’uomo. È dovuta alla stimolazione ripetuta del pene durante la masturbazione o il rapporto sessuale o altri tipi di stimolazioni (ad esempio massaggio prostatico). L’eiaculazione dura alcuni secondi.

L’espulsione dello sperma avviene in varie fasi:

  • I condotti deferenti, provenienti dai testicoli, espellono gli spermatozoi in seguito all’eccitazione sessuale;
  • Il collo della vescica si chiude in automatico per inibire all’urina di mescolarsi allo sperma;
  • Il liquido seminale, mescolato agli spermatozoi, viene espulso dalla prostata e delle vescicole seminali e va verso la base dell’uretra. L’uomo prova una forte sensazione di tensione che gli indica l’imminente arrivo dell’orgasmo. Ha raggiunto il plateau del punto di non ritorno;
  • Lo sperma è espulso con una potenza variabile. 
  • L’eiaculazione è accompagnata da contrazioni ritmiche molto potenti, causate principalmente dal muscolo pubococcigeo. Il numero di contrazioni è variabile, solitamente l’uomo ha dalle 4 alle 8 contrazioni muscolari. Solitamente l’orgasmo viene provato durante queste contrazioni.

Cos'è il periodo refrattario?

Il periodo refrattario post orgasmo è un tempo fisiologico di tempo che sopraggiunge dopo l’orgasmo. Nell’uomo questo periodo in cui non prova più piacere è caratterizzato dall’incapacità fisiologica di raggiungere un'erezione.

Durante il periodo refrattario, il pene non risponde alla stimolazione sessuale e non è in grado di raggiungere l'orgasmo fino al termine del periodo. La lunghezza del periodo refrattario è diversa per ogni uomo. Potrebbe volerci mezz'ora o più prima che il suo corpo si esibisca di nuovo sessualmente.

Qual è la durata del periodo refrattario?

Gli uomini più giovani possono aver bisogno solo di pochi minuti di tempo di recupero, ma gli uomini più anziani di solito hanno un periodo refrattario più lungo, a volte tra 12 e 24 ore. Per alcuni uomini, il periodo refrattario può durare alcuni giorni.

In alcuni casi si possono verificare due eiaculazioni consecutive, nonostante sia difficile, non è impossibile. Dunque, è possibile che un uomo possa sperimentare due orgasmi con eiaculazione a distanza di pochi secondi l’uno dall’altro, soprattutto se la prostata è molto stimolata.

Il periodo refrattario dipende anche dalla potenza del nuovo stimolo sessuale, uno stimolo molto intenso può ridurre di parecchio i tempi di recupero per raggiungere una nuova erezione.

Periodo refrattario post orgasmico nelle donne: quanto dura?

Diversamente dagli uomini, nelle donne il periodo refrattario non si verifica necessariamente subito dopo un orgasmo: la donna, infatti, in molti casi è in grado di raggiungere immediatamente altri orgasmi mediante ulteriore stimolazione, subito dopo averne raggiunto uno. 

Nelle donne il periodo refrattario, dopo l'orgasmo, può far perdere interesse per il sesso temporaneamente. Questo può accadere dopo uno o più orgasmi.

Perché si verifica il periodo refrattario?

Il periodo refrattario è dovuto al rilascio di due ormoni regolati dall’ipotalamo: ossitocina e prolattina rilasciati durante l’orgasmo.

L’ossitocina fa abbassare il livello di testosterone, mentre la prolattina inibisce temporaneamente il rilascio della dopamina
L’abbassamento dei livelli di testosterone e di dopamina ha come effetto collaterale il calo della libido, il che rende difficile un’ulteriore erezione in tempi brevi.

Come ridurre il periodo refrattario?

Il periodo refrattario abbraccia corpo e mente. Problemi di autostima, ansia e stress possono incidere negativamente sulla performance sessuale, contribuendo ad aumentare il periodo refrattario. La riduzione dello stress potrebbe contribuire a diminuire la durata del periodo refrattario.

Anche la collaborazione del partner sessuale è fondamentale. Effettuare preliminari o petting potrebbe essere un valido aiuto per aumentare la libido e ridurre la fase di riposo.

Altri elementi importanti per ridurre il periodo refrattario sono:

  • intesa con il partner;
  • sana alimentazione;
  • quantità di sonno adeguata (7-8 ore a notte);
  • attività sportiva anche leggera (l'attività sportiva, infatti, potrebbe aiutare per una buona prestanza sessuale, incrementando la resistenza fisica).

Eiaculazione ed orgasmo sono la stessa cosa?

L’eiaculazione e l’orgasmo non sono la stessa cosa. Infatti, si possono verificare sia orgasmi senza eiaculazione (come avviene ad esempio nell’eiaculazione retrograda) sia eiaculazioni senza orgasmo (anorgasmia) come avviene nelle eiaculazioni notturne.

Erezione ed eiaculazione sono la stessa cosa?

L’eiaculazione e l’erezione sono due processi distinti. Si possono verificare sia eiaculazioni senza erezione, sia erezioni senza eiaculazione.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Andropausa
L’andropausa è un cambiamento fisico che molti uomini attraversano invecchiando, in conseguenza al calo della produzione di ormoni.
Fertilità
La fertilità è la potenzialità riproduttiva di un organismo ed è influenzata da molteplici fattori (genetici, ormonali, ambientali, malat...