Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Esami
  4. Anticorpi Antispermatozoi Asa

Anticorpi antispermatozoi (ASA)

Anticorpi antispermatozoi (ASA)
Curatore scientifico
Dr. Andrea Militello
Specialità del contenuto
Andrologia

Cosa sono gli anticorpi antispermatozoi?

Gli anticorpi antispermatozoi agiscono contro lo sperma; questo succede quando il sistema immunitario colpisce erroneamente lo sperma di un uomo, percependolo come un invasore, lo danneggia o lo uccide.

Gli anticorpi antispermatozoo non sono comuni, ma sia gli uomini che le donne possono produrli. Come risultato, la coppia interessata avrà difficoltà nel concepimento, condizione nota come infertilità immunologica.

Quali sono le cause della loro presenza?

A livello dei testicoli, è presente la barriera emato-testicolare che separa lo sperma dal resto del corpo e dal sistema immunitario. A seguito di traumi dei testicoli o di interventi chirurgici (come biopsia o vasectomia) o dopo infezioni della prostata, lo sperma di un uomo potrebbe venire a contatto con il suo sistema immunitario e determinare la produzione di anticorpi antispermatozoo

Gli anticorpi antisperma possono formarsi anche nel corpo di una donna; quest’ultima, infatti, può sviluppare una reazione allergica al seme del partner e produrre tali anticorpi. Ciò interferisce con la fertilità della coppia. 

Gli anticorpi antispermatozoi possono attaccare porzioni diverse dello spermatozoo interferendo con la fertilità in modi diversi.

Infatti, se questi interagiscono con la coda (flagello) dello spermatozoo, tendono a ridurne la motilità e a farli agglutinare tra loro; quando aderiscono alla testa, invece, possono impedirne la penetrazione attraverso il muco cervicale femminile ed influire negativamente sul legame spermatozoo-ovocita.

Gli ASA possono indurre, inoltre, la formazione di sostanze che possono danneggiare direttamente gli spermatozoi. Le classi di anticorpi antispermatozoi più importanti sono le immunoglobuline umane IgG e IgA.

Quando fare l'esame (MAR test)?

L'esame per l’identificazione degli anticorpi antisperma viene solitamente richiesto quando non si identifica la causa di infertilità in una coppia. Elevati valori dei livelli di anticorpi antispermatozoi possono essere la causa delle difficoltà di concepimento.

Che cos’è il MAR test?

Il MAR test è un test diagnostico diretto, effettuato sul liquido seminale per valutare lo stato d'infertilità immunologica di un individuo e consente di identificare l'eventuale presenza di un titolo anticorpale (ASA) sulla superficie degli spermatozoi. 

Un MAR test positivo consente di stabilire, quindi, la diagnosi d'infertilità maschile di natura immunologica.

Quali fattori influiscono sul test?

Raccogliere il campione spermatico entro 48 ore da un'eiaculazione (o, al contrario, dopo non aver eiaculato per più di 5 giorni) potrebbe falsare i risultati dell'esame. Il paziente, infatti, non dovrà eiaculare nei 2 giorni prima del test.

Come si raccoglie lo sperma per eseguire il test?

Per la donna, viene prelevato un campione di sangue venoso dal braccio.

Per l'uomo, il campione di sperma viene raccolto tramite masturbazione e posto in un recipiente sterile. Viene raccolto anche un campione di sangue. Il campione non può essere raccolto tramite un rapporto sessuale con eiaculazione esterna, perché lo sperma può mescolarsi con il liquido vaginale.

L’esecuzione del MAR test, Mixed Anti-globuline Reaction, cioè test di agglutinazione mista, è consigliata solitamente in assenza di altre cause spiegabili d'infertilità.

Dopo aver eseguito lo spermiogramma, la presenza degli anticorpi antispermatozoi va sospettata se:

  • l'astenozoospermia (ossia la scarsa motilità degli spermatozoi) non è associata ad una riduzione del numero di gameti maschili;
  • risulta evidente la presenza di agglutinazioni nel liquido seminale;
  • si è in presenza di malattie autoimmuni o infertilità inspiegata (cioè, in una condizione apparentemente normale).

Il MAR Test permette di diagnosticare la presenza di anticorpi antispermatozoi sulla superfice degli spermatozoi.

Gli anticorpi possono impedire la gravidanza?

Tra le cause di infertilità maschile ricordiamo:

  • cause pre-testicolari, come disordini ormonali;
  • cause testicolari, come esposizione ad agenti tossici, fonti di calore, traumi meccanici, tumori, varicocele, idrocele;
  • cause post- testicolari, come epididimiti, infezioni, malformazioni peniene, cause genetiche, cause immunologiche;
  • presenza di anticorpi antispermatozoo.

La presenza di questi ultimi può determinare necrospermia (morte degli spermatozoi), può interferire con la mobilità ed il trasporto degli spermatozoi e con il gamete femminile, impedendo l’ingresso dello spermatozoo nell’ovocita. L’interazione tra anticorpi antisperma e lo sperma può inibire la fecondazione e quindi la gravidanza.

Quali sono i rimedi per l’infertilità dovuta ad anticorpi antispermatozoi?

L’infertilità immunologica dovuta alla presenza di anticorpi antispermatozoo può essere trattata in 2 modi: 

  • attraverso la somministrazione di farmaci steroidei, come il cortisone, che deprimono il sistema immunitario con lo scopo di ridurre la presenza di anticorpi;
  • fecondazione assistita, come la tecnica ICSI, una procedura in cui lo spermatozoo viene iniettato nell’ovocita con l’aiuto di un micromanipolatore.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Test di separazione nemaspermatica
Il test di separazione nemaspermatica (o nemaspermica) si esegue nella fase di screening del partner maschile ed è un’indagine diagnostic...
Test di vitalità degli spermatozoi
Il test di vitalità degli spermatozoi serve ad evidenziare, su un campione spermatico , quanti spermatozoi sono vivi e quanti sono morti;...
Autopalpazione dei testicoli
L'autopalpazione dei testicoli è una misura di prevenzione raccomandata al fine di verificare l'eventuale presenza di masse sospette. Sim...