Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Bilirubina Bassa

Bilirubina bassa

Bilirubina bassa
Curatore scientifico
Dr. Tania Catalano
Specialità del contenuto
Ematologia

Che cos'è la bilirubina?

La bilirubina è una sostanza che deriva dall'emoglobina, in particolare dalla distruzione naturale dei globuli rossi al termine del loro ciclo vitale.

Si tratta di un un pigmento di color giallo-rossastro (da cui il nome bilirubina) presente nella bile; essa si forma per l’80% dalla distruzione di globuli rossi giunti al termine del loro ciclo vitale (circa dopo 120 giorni dalla nascita) e per il 20% dal catabolismo di emproteine sieriche (mioglobina, citocromi, catalasi, perossidasi).

Essa, in sintesi, è un prodotto di scarto derivato dalla degradazione dell’emoglobina ed è un pigmento di colore giallo-arancio prodotto dalla milza, che si accumula nella bile e viene metabolizzato nel fegato e, infine, espulso con le urine.

Quando la bilirubina si forma nella milza, viene chiamata indiretta (o non coniugata), poiché non idrosolubile, qualità che acquisisce solo nel fegato e che le permette di diventare diretta (o coniugata) per poter essere diluita nel sangue, filtrata dai reni con la bile ed eliminata.

Nella determinazione della bilirubina di solito si fa riferimento al parametro della bilirubina totale, che deriva dalla somma della concentrazione nel sangue di bilirubina diretta e indiretta. Il metabolismo della bilirubina, assai complesso, se trova una compromissione, determina un aumento della sua concentrazione (riscontrabile con una semplice analisi del sangue); si parla di bilirubina bassa se la sua concentrazione nel sangue è inferiore ai 2,5 mg/dl.

Come ci si prepara all'esame della bilirubina?

Si tratta di un semplice prelievo di sangue. Per eseguire tale l'esame non è necessario essere a digiuno, anzi un digiuno protratto oltre le 24-48 ore può indurre aumenti della bilirubina. Neanche i farmaci influiscono sul risultato, fatta eccezione per quelli a base di:

  • paracetamolo
  • clora-diezepossido
  • novobiocina
  • acetoeximide

Che differenza c'è tra bilirubina alta e bilirubina bassa?

Si sente spesso parlare di “livelli elevati di bilirubina” nota anche come ittero. La bilirubina bassa, invece, per la maggior parte dei medici non è motivo di preoccupazione. Alcuni studi dimostrano che i livelli di bilirubina possono avere sul corpo molti più effetti di quanto si pensava una volta.

La bilirubina, infatti, può essere un antiossidante e un anti-infiammatorio che, in intervalli normali, può risultare utile per prevenire l'indurimento delle arterie e l'infiammazione nel corpo. 

Quali sono i valori di riferimento della bilirubina?

La bilirubina si distingue in coniugata (diretta) e libera (indiretta). I valori normali sono:

  • 0.2-1.1 mg / dl, bilirubina totale
  • 0.3-0.8 mg / dl, bilirubina libera
  • 0.1-0.3 mg / dl, bilirubina coniugata

Cosa comportano la bilirubina bassa o alta?

La bilirubina è prodotta dal fegato e si forma nel corso del processo di distruzione dei i globuli rossi che non sono più necessari. La bilirubina viene depositata nella bile e secreta nel sistema digestivo. Una piccola quantità viene assorbita ed escreta nelle urine.

  • I pazienti con troppa bilirubina soffrono di ittero (colorazione gialla della pelle e degli occhi). Questo accade spesso per i bambini e le persone con malattie del fegato. In questo caso, bilirubina in eccesso può essere tossico.
  • Alcuni studi dimostrano che bassi livelli di bilirubina possono favorire il cancro polmonare nei fumatori. Pertanto, si ipotizza che la bilirubina possa svolgere un'azione protettiva come un anti-ossidante. Quantità normali di bilirubina possono quindi effettivamente proteggere le cellule del corpo da lesioni e morte.
  • Altre ricerche che mostrano la bilirubina può avere anche effetti anti-infiammatori sul corpo. Nelle persone affette da malattia coronarica e infiammazione nei vasi sanguigni è stata spesso rilevata una bilirubina bassa.
  • Ulteriori ricerche recenti hanno messo in relazione bassi livelli di bilirubina e malattie renali allo stadio terminale. I pazienti in attesa di dialisi o che sono già dializzati hanno in genere una bassa bilirubina. Sono necessarie ulteriori ricerche in questo settore per trovare la causa esatta di questo rapporto. 

Quali sono le cause della bilirubina alta?

Le principali cause della bilirubina alta sono:

  • eccessivo catabolismo dei globuli rossi tipico dell’anemia emolitica
  • difetti nella produzione dell’emoglobina dovuto solitamente a patologie quali talassemia, anemia falciforme e anemia perniciosa
  • sindrome di Crigler-Najjar
  • effetti collaterali di farmaci a base di steroidi e rifampicina

Quali sono le cause della bilirubina bassa?

Nelle persone sane, le principali cause della bilirubina sono:

  • Un eccesso di vitamina C. Alcuni naturopati consigliano infatti  di utilizzare la vitamina C per abbassare i livelli di bilirubina quando sono troppo alti.
  • Caffeina. La caffeina contiene xantine che riducono la bilirubina.
  • Fenobarbital. Questo farmaco anticonvulsivante può abbassare la bilirubina in alcune persone che lo utilizzano per le convulsioni e di solito non è un motivo di preoccupazione. I medici possono anche prescrivere questo farmaco in dosi più basse per contribuire a ridurre i livelli elevati di bilirubina.
  • Teofillina. Questo farmaco è usato per trattare la malattia polmonare. La teofillina come la caffeina contiene xantine che riducono i livelli di bilirubina.

Non è ancora noto se le malattie seguenti possano causare bilirubina bassa, ma spesso bassi livelli di bilirubina sono associati a queste patologie:

  • disfunzione dell'arteria coronaria
  • depressione stagionale
  • anemia emolitica
  • fase terminale della malattia renale cronica

Sono in corso studi per comprendere in che modo bilirubina regola i lipidi (grassi) e protegge le cellule dai danni.

Cosa indicano valori di bilirubina bassa?

La bilirubina bassa indica in genere:

  • disturbi epatici
  • cattiva funzionalità dei reni
  • rialzo delle gamma GT

Con che test viene diagnosticata la bilirubina bassa?

Ci sono due forme di bilirubina nel sangue.

  • Bilirubina non coniugata/indiretta. Questa forma passa attraverso il sangue e nel fegato. Il fegato la trasforma in bilirubina coniugata, che è solubile in acqua.
  • Bilirubina coniugata/bilirubina diretta. Questa è la bilirubina che può essere rilevata mediante esami ematici. Il fegato prende la bilirubina non coniugata bilirubina/indiretta e la combina con gli zuccheri per renderla solubile in acqua e la secerne nel colon affinché sia espulsa.

Gli esami di laboratorio di solito possono misurare solo la bilirubina coniugata, ma è possibile rilevare anche bilirubina totale e fare la sottrazione per trovare il livello di bilirubina non coniugata. A seconda del livello di bilirubina individuato (se è basso o se entrambi sono bassi), si possono avere indicazioni della presenza di una malattia o tossicità di un farmaco.

In base agli esami di laboratorio, sono considerati normali i seguenti livelli di bilirubina:

  • Bilirubina totale pari a 0,1 e 1 mg /dL
  • Bilirubina diretta pari a 0,0 a 0,3 mg /dL 

Qual è il trattamento per la bilirubina bassa?

Dal punto di vista medico, oggigiorno non esiste alcuna terapia in grado di aumentare il livello di bilirubina se è basso e il paziente è sano. La bilirubina bassa, infatti, di solito non è motivo di preoccupazione mentre una bilirubina lta può causare complicazioni; queste includono ittero (pelle e occhi gialli), danni cerebrali e danni dei globuli rossi.

Se un paziente cui è stato rilevato un livello di bilirubina basso desidera mantenere questa sostanza nel range considerato “normale”, per i possibili effetti protettivi, dovrebbe seguire alcune regole a casa per favorire la stabilizzazione dei livelli. Queste includono:

  • ridurre l'assunzione di caffeina;
  • assumere le dosi giornaliere consigliate di vitamina C;
  • smettere di fumare per ridurre il rischio di cancro ai polmoni (la bilirubina bassa può essere un fattore di rischio).

È sempre bene consultare il proprio medico di fiducia prima di tentare di sollevare una bilirubina bassa. Esistono infatti alcune patologie che possono beneficiare da un basso livello di bilirubina, utile per esempio per la prevenzione della malattia coronarica. D'altra parte, il medico può decidere di tenere sotto osservazione una bilirubina bassa per monitorare i segni di insufficienza renale. In persone sane, un livello di bilirubina basso di solito non è particolarmente significativo.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Ammoniemia
L’ammoniemia misura la quantità e l’eventuale eccesso di ammoniaca nel sangue (indica la concentrazione di ammoniaca nel sangue).
Creatinina bassa
La creatinina bassa nel sangue può dipendere da cause fisiologiche ma a volte può anche essere spia di una patologia.
Uricemia bassa
Si parla di uricemia bassa, quando il livello di acido urico nel sangue è inferiore ai valori fisiologici di riferimento.