Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Pustole

Pustole

Pustole
Curatore scientifico
Prof. Marcello Monti
Specialità del contenuto
Dermatologia

Cosa sono le pustole sulla pelle?

Le pustole sono delle piccole protuberanze sulla pelle che contengono liquido o pus. Solitamente, sono caratterizzate da protuberanze biancastre circondate da un alone rosso. Le pustole sono inoltre molto simili ai brufoli, ma possono raggiungere un volume maggiore.

Le pustole possono svilupparsi in ogni parte del corpo, anche in bocca come quelle dalla varicella, ma sono molto comuni su:

  • Schiena
  • Petto
  • Volto
  • Collo
  • Area pubica

Infine, le pustole sulla pelle possono comparire in numero elevato in una sola area creando la cosidetta pustolosi.

Quali sono le cause delle pustole?

Le pustole si possono formare in risposta ad una infiammazione della pelle, come conseguenza di una reazione allergica, agli allergeni ambientali e alla puntura di insetti.

Tuttavia, la causa più comune della loro formazione resta l’acne. Questo disturbo insorge quando i pori della pelle sono ostruiti dalla secrezione di sebo e dalle cellule morte ammassate.

Questo blocco provoca il rigonfiamento infiammatorio del follicolo ed infine la formazione del foruncolo o pustola acneica

Quali sono i sintomi?

Le pustole possono insorgere in varie parti del corpo in modo improvviso e generalmente indicano la presenza di un’infezione batterica.

I sintomi più comuni sono dolore e perdita di liquido al tatto. È necessario farsi visitare da uno specialista o dal proprio medico curante se compaiono inoltre i seguenti sintomi:

  • Febbre
  • Pelle calda nelle zone affette da pustole
  • Pelle umida
  • Nausea
  • Vomito
  • Diarrea
  • Dolore nell’area interessata dalle pustole
  • Pustole molto grandi ed estremamente dolorose

Quali sono i rimedi naturali?

Le pustole più piccole possono semplicemente scomparire senza la necessità di nessun trattamento. Quando persistono, può essere di grande aiuto lavare la pelle con acqua tiepida e un detergente delicato per il viso.

Durante il lavaggio, assicurarsi di eseguire l’operazione con i polpastrelli e di asciugare il viso senza sfregare in modo energico con l’asciugamano, ma tamponando. Infatti, le pustole infiammate con l’asciugamano possono ulteriormente irritarsi.

Altri rimedi naturali per curare le pustole dovute all’acne sono:

  • aceto bianco, tamponato con del cotone sulle zone critiche;
  • limone, applicato come l’aceto bianco;
  • ghiaccio, per ridurre le infiammazioni sul viso;
  • aglio, strofinato sulle pustole e sui punti neri permette di purificare la pelle;
  • maschere di argilla verde;
  • maschera con yogurt intero fresco per neutralizzare la pelle mista con brufoli;
  • mistura di lievito di birra e camomilla per ammorbidire la pelle. 

Come curare le pustole?

In alcuni casi, le pustole sono particolarmente resistenti anche ai saponi delicati. Per i casi più ostinati, si consiglia di rivolgersi al proprio medico curante, che consiglierà la cura più congeniale, come:

  • farmaci da banco;
  • saponi farmaceutici;
  • creme specifiche.

I migliori prodotti topici per il trattamento delle pustole contengono:

  • alluminio cloruro;
  • acido salicilico;
  • zolfo.

I farmaci da banco aiutano a trattare le pustole seccando gli strati più superficiali del derma e assorbendo gli oli della pelle in eccesso. Anche in questi casi bisogna prestare molta attenzione a non farne un uso continuato, perché i prodotti più forti potrebbero seccare la pelle e provocare delle spaccature che peggiorano gli stati irritativi.

In caso di pelle delicata, è necessario usare dei prodotti specifici per non peggiorare le condizioni del derma.

Spesso gli adolescenti eliminano le pustole facendo fuoriuscire il pus. Questa operazione peggiora lo stato della pelle in quanto la rende più esposta a infezioni e infiammazioni. Infine, è altamente sconsigliato l’utilizzo di prodotti a base oleosa, come le creme, perché ostruiscono i pori causando la crescita lo sviluppo delle pustole.

Se anche queste soluzioni non dovessero agire in modo significativo, è necessario farsi visitare da uno specialista, il quale potrà prescrivere farmaci utili come l’acido retinoico in lozione o per bocca.

Nei casi più gravi, è possibile seguire una Terapia Fotodinamica (PDT) che combina l’azione della luce ad una soluzione che reagisce alla luce stessa per distruggere ed eliminare l’acne in eccesso. La PDT, oltre ad eliminare le pustole e altre condizioni legate alla pelle, riduce le cicatrici dell’acne e rende la pelle più liscia. 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Cispa
Le cispe si formano agli angoli esterni dell’occhio o lungo la linea delle ciglia, durante il sonno. Possono essere secche, con una consi...
Labbra screpolate
Labbra screpolate è il termine comunemente usato per descrivere le labbra secche. Le labbra screpolate possono essere causate da diversi ...
Cheilite angolare
La cheilite angolare è una condizione che causa macchie rosse e gonfie agli angoli della bocca dove le labbra si incontrano e formano un ...