Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Apolipoproteine

Apolipoproteine

Curatore scientifico
Dr. Tania Catalano
Specialità del contenuto
Medicina generale

A cosa servono le apoliproteine?

Colesterolo e trigliceridi raggiungono le sedi di utilizzo tramite il circolo sanguigno, veicolati da sostanze solubili quali le lipoproteine. L’assemblaggio delle lipoproteine dipende dalla presenza di apolipoproteine e fosfolipidi. Nelle lipoproteine, infatti, il grasso si trova in posizione centrale circondato da apolipoproteine e fosfolipidi.  

Le apolipoproteine sono, dunque, indispensabili nel mantenimento dell'integrità strutturale e della solubilità delle lipoproteine e svolgono un ruolo importante nel riconoscimento del recettore della lipoproteina e la regolazione di alcuni enzimi nel metabolismo delle lipoproteine stesse.

Come vengono classificate le lipoproteine?

A seconda della loro composizione in colesterolo, fosfolipidi, proteine, trigliceridi e acidi grassi, le lipoproteine vengono distinte in diverse classi, in base alla loro densità proteica:

  • VLDL (lipoproteine a bassissima densità)
  • IDL (lipoproteine a densità intermedia)
  • LDL (lipoproteine a bassa densità)
  • HDL (lipoproteine ad altissima densità)

Quanti tipi di apoliproteine esistono?

Ci sono sei principali classi di apolipoproteine:

  • apoliproteine A
  • apoliproteine B
  • apoliproteine C
  • apoliproteine D
  • apoliproteine E
  • apoliproteine H

Che cos'è l'apolipoproteina A (apo A)?

È possibile distinguere tra due tipi di apoliproteina A: Apo A1 e Apo A5.

L'apo A1:

  • è la componente proteica principale del lipoproteine ad alta densità (HDL). La carenza di apo A1 è associata a carenze di HDL, tra cui la malattia Tangeri e l'amiloidosi sistemica non-neuropatica;
  • può avere un ruolo nella protezione contro la malattia di Alzheimer;
  • Apo A1 e Apo E interagiscono per modificare i livelli di trigliceridi nei pazienti con malattia coronarica.

L'apo5 invece:

  • è un marcatore biochimico e genetico probabile aumento della concentrazione di trigliceridi e anche un fattore di rischio di malattia coronarica in alcune popolazioni.

Che cos'è l'apolipoproteina B (apo B)?

L'apo B è l'apolipoproteina principale dei chilomicroni e delle lipoproteine a bassa densità (LDL). Alti livelli di apo B appaiono correlate a malattie cardiache.

L'apolipoproteina B e il rapporto tra apo B/apo A1 sono considerati tra i migliori marcatori del rischio di malattia vascolare e indicatori per l'adeguatezza delle statine nel trattamento di qualsiasi indice di colesterolo.  Il rapporto apo B / apo A1 può essere inoltre predittivo per l'ictus ischemico nei pazienti con precedente attacco ischemico transitorio.

Che cosa sono l'abetalipoproteinemia e l'ipobetalipoproteinemia?

L'ipobetalipoproteinemia è una malattia genetica che può essere causata da una mutazione nel gene apo B; l'abetalipoproteinaemia è solitamente causata da una mutazione nel gene della proteina di trasferimento microsomiale dei trigliceridi (MTTP).

L'abetalipoproteinaemia invece:

  • è una rara malattia autosomica recessiva che interferisce con il normale assorbimento delle vitamine e dei grassi liposolubili. È causata da una carenza di apo B48 e apo B100. Gli eterozigoti non hanno sintomi e nessuna evidenza di livelli di lipidi plasmatici ridotti;
  • l'abetalipoproteinaemia è associata a assenza di LDL e di lipoproteine a bassissima densità (VLDL). Le caratteristiche cliniche comprendono malassorbimento dei grassi, atassia progressiva (degenerazione spinocerebellare), globuli rossi acantociti e retinite pigmentosa. La morte di solito si verifica prima dei 30 anni.

L'ipobetalipoproteinemia invece ha le caratteristiche seguenti:

  • apo B < 5 ° percentile e basso colesterolo LDL. Sono state identificate più di 60 mutazioni che producono troncamenti nel gene apo B;
  • gli omozigoti presentano malassorbimento dei grassi e bassi livelli di colesterolo plasmatico in giovane età e tendono a sviluppare caratteristiche cliniche simili a quelle dell'abetalipoproteinaemia;
  • gli eterozigoti sono generalmente asintomatici, ma hanno bassi livelli di colesterolo LDL e di apo B;
  • può verificarsi una  ipobetalipoproteinemia secondaria, ad esempio, con neoplasia occulta, malnutrizione o malattia epatica cronica;
  • la diagnosi precoce, alte dosi di vitamina E e integratori di acidi grassi a media catena possono rallentare la progressione delle anomalie neurologiche. 

Che cos'è il difetto ereditario della apoliproteina B100?

Il difetto ereditario dell'apolipoproteina B100 è caratterizzato dai seguenti aspetti:

  • si tratta di una malattia autosomica dominante che coinvolge una mutazione di apo B che interferisce con il legame dell'LDL;
  • i livello di colesterolo e gli LDL totali sono incrementati; i livelli di trigliceridi sono normali;
  • la manifestazione clinica è molto simile a quella dell'ipercolesterolemia familiare. È  stato stimato che fino al 4% dei pazienti con ipercolesterolemia familiare clinica può avere un difetto ereditario dell'apo B. 

Che cos'è l'apolipoproteina C (apo C)?

La funzione dell'apo C2 è quella di attivare la lipoproteina lipasi nei capillari, liberando acidi grassi e monogliceridi dai chilomicroni, passando poi gli acidi grassi passando negli adipociti o nel tessuto muscolare. Un'insufficiente produzione di apo C2 provoca una iperlipoproteinemia di tipo IB, caratterizzata da ipertrigliceridemia, xantomi e aumento del rischio di pancreatite e aterosclerosi precoce. 

Cosa comporta un deficit di apo C2?

Un deficit di apo C2 è una rara malattia autosomica ereditaria recessiva.

  • L'apo C2 attiva la lipoproteina lipasi e per cui vi è una correlazione tra la carenza di lipoproteina lipasi e la carenza di apo C2.
  • La carenza di apo C2 porta a un accumulo di chilomicroni e trigliceridi.
  • Xantomi ed epatosplenomegalia sono meno comuni nel deficit di apo C2 che nel caso di carenza di lipoproteina lipasi.
  • La diagnosi è possibile verificando dall'assenza di apo C2 nell'elettroforesi delle proteine.
  • Il cardine del trattamento è una dieta priva di grassi. 

Che cos'è l'amo C3?

L'apo C3 inibisce la lipoproteina lipasi e la lipasi epatica. Aumento dell'espressione dell'apo C3 può portare a ipertrigliceridemia e un profilo aterogenico delle lipoproteine.

Due aplotipi di suscettibilità (P2-S2-X1 e P1-S2-X1) sono stati scoperti nel gene cluster apo A1-C3-A4 sul cromosoma 11q23. Questi conferiscono approssimativamente un rischio tre volte più elevato di malattia coronarica. I livelli sierici di apo C1 e C3 sono ridotti nei pazienti con cancro allo stomaco e possono avere un ruolo nella formulazione di un punteggio diagnostico per i malati di cancro allo stomaco. 

Che cos'è l'apolipoproteina D (apo D)?

L'apo D è un componente dell'HDL nel plasma umano. L'apo D è anche un biomarker della sindrome da insensibilità agli androgeni.

Vi è una crescente evidenza per un ruolo neuroprotettivo prominente dell'apo D cnseguente alla sua attività antiossidante e antinfiammatoria. 

Che cos'è l'apolipoproteina E (apo E)?

L'apo E è coinvolta nel riconoscimento dei recettori delle lipoproteine a densità intermedia e chilomicroni residui da parte del fegato. È essenziale per il normale catabolismo dei costituenti delle lipoproteine ​ricche di trigliceridi.

È stata ipotizzata una associazione tra apo E e malattie neurodegenerative come la sclerosi multipla e il morbo di Alzheimer.  Vi sono anche prove convincenti che collegano il genotipo apo E al rischio di angiopatia amiloide.

I neonati con lesioni  e/o difetti cerebrali che hanno anche anomalie nel gene apo E possono avere un rischio maggiore di paralisi cerebrale.

Nella disbetalipoproteinemia familiare, un aumento del colesterolo plasmatico e dei trigliceridi è la conseguenza della clearance ridotta di chilomicroni e dei resti delle VLDL a causa di un difetto dell'apo E.

A cosa è associato l'apo E2?

L'apo E2 è associato con l'iperlipoproteinemia di tipo III. 

A cosa serve l'apo E4?

L'apo E4 è stato messo in relazione con l'aterosclerosi, la malattia di Alzheimer e un'aalterata funzione cognitiva.

Una variazione dell'apo E4 è considerata il più grande fattore di rischio genetico noto per la malattia ad esordio precoce dell'Alzheimer in una varietà di gruppi etnici. L'apo E epsilon 4 è anche associata a una prognosi sfavorevole dopo un trauma cranico ed emorragia cerebrale.

Che cos'è l'apolipoproteina H (apo H)?

L'apo H è anche chiamata glicoproteina I, beta-2 (B2gp1).  L'apo H è coinvolta in una varietà di processi fisiologici, compresa la coagulazione del sangue, emostasi e la produzione di anticorpi antifosfolipidi caratteristici della sindrome da antifosfolipidi. 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

RNA
L’acido ribonucleico (RNA) è un acido nucleico presente nel citoplasma delle cellule procariote ed eucariote e anche nel nucleo delle sec...
Impronte digitali
Le impronte digitali sono composte da minuscole creste, spirali e motivi a valle presenti sulla punta di ogni dito. Si formano dalla pres...
Feromoni
I feromoni (o ferormoni) sono sostanze chimiche, prodotte da un animale, che modificano il comportamento di un altro animale della stessa...