Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Abuso Di Cocaina

Abuso di cocaina

Abuso di cocaina
Curatore scientifico
Dr. Tania Catalano
Specialità del contenuto
Tossicologia

In cosa consiste l’abuso di cocaina?

L'abuso di cocaina è dato dall’uso di una sostanza che deriva dalle foglie della pianta di coca. Circa 25 milioni di persone negli Stati Uniti hanno usato la cocaina almeno una volta nella vita.

L’Intossicazione da cocaina tende a causare euforia e piacere intenso, pertanto il soggetto tende a diventare iperattivo ed eccessivamente nervoso.

Una volta che l’effetto della cocaina svanisce, l'individuo diventa agitato, irritabile e suscettibile in quanto l’intossicazione da cocaina tende ad aumentare drasticamente il rilascio di dopamina da parte dei neurotrasmettitori.

La cocaina è un tipo di droga che aumenta la quantità di dopamina nel cervello. La dopamina è un neurotrasmettitore che agisce su diversi processi, in particolare è associata ad alcune emozioni come il senso di euforia e spensieratezza.

Negli ultimi anni in particolare si è assistito ad aumento considerevole del suo consumo: nei soli Stati Uniti si calcola che sono circa 5 milioni i consumatori abituali di cocaina, con un aumento considerevole tra gli adolescenti. Questi numeri, oltre a rappresentare un’emergenza sociale, rappresentano anche un costo considerevole per il sistema sanitario.

I motivi per cui la cocaina risulta largamente consumata vanno ricercati nei suoi effetti sull’umore e l’autostima, considerati positivi dai consumatori.

Cosa causa l’abuso di cocaina?

L'abuso di cocaina e la dipendenza da questa sostanza non hanno una sola causa, ma sono piuttosto il risultato di una combinazione di fattori biologici, psicologici e sociali. Sintomi di astinenza da cocaina includono:

Quali sono i sintomi dell’abuso di cocaina?

I sintomi da abuso di cocaina comprendono l'uso ricorrente della sostanza che si traduce in problemi legali, interferendo con obblighi importanti e traducendosi in problemi sociali o relazionali. 

I principali sintomi che contraddistinguono un uso abituale di cocaina includono:

  • forte stato di agitazione;
  • eccessivo entusiasmo;
  • disinibizione;
  • iperattività;
  • movimenti muscolari involontari;
  • difficoltà a concentrarsi.
I sintomi della dipendenza da cocaina includono:

  • la voglia di possederne tanta o per un lungo periodo di tempo
  • desiderio persistente di usarla
  • tentativi infruttuosi di smettere di usare cocaina, trascurando altri aspetti della vita
Gli individui che sono dipendenti da cocaina sono ad aumentato rischio di comportamenti sessuali pericolosi, così come si espongono al rischio di suicidio, omicidio, violenza domestica e altre forme di violenza. 

Quali sono gli effetti della cocaina sul nostro corpo?

Un uso prolungato di cocaina può apportare gravi danni a importanti organi del corpo, in particolare al cuore e al cervello.

A livello del sistema cardio-circolatorio, la cocaina può indurre la morte delle cellule muscolari del cuore con conseguenti gravi come attacchi cardiaci, aritmie e ictus che possono risultare fatali.

L’abuso di cocaina è anche associato ad alterazioni sulla chimica del cervello che causano una vera e propria dipendenza verso questa droga. In più, si osservano anomali comportamentali in seguito all’assunzione prolungata di cocaina.

Tali anomalie includono:

Questi effetti non interessano soltanto coloro che abusano di cocaina, ma anche quelle persone che sostengono di farne un uso sporadico. L’uso ricreativo della cocaina può infatti ridurre la capacità di controllare il proprio comportamento e i propri movimenti.

Quali sono i rischi che si corrono in seguito all’abuso di cocaina?

Rischi medici derivanti dall’abuso di cocaina, in particolare quando in forma di crack, includono:

Per i bambini esposti alla cocaina prima della nascita: i problemi che questa sostanza può causare sono stati rinvenuti già durante l'infanzia.

Durante la fase iniziale di astinenza, un individuo che soffre di dipendenza da cocaina o altre sostanze chimiche può avere bisogno di disintossicazione per evitare o ridurre gli effetti del recesso.

Spesso si rivela molto più lungo e impegnativo il tempo di recupero dell’aspetto psicologico.

Il trattamento della doppia diagnosi sembra essere più efficace quando il trattamento della malattia mentale di un individuo è integrato con il trattamento della dipendenza chimica dell'individuo.

Cocaina

Come viene diagnosticato l’abuso di cocaina?

L’abuso di cocaina non è rintracciabile in modo diretto in quanto non vi è prova che ciò che avviene indichi realmente che qualcuno stia usando cocaina.

Pertanto, gli operatori sanitari possono diagnosticare queste malattie con la raccolta completa delle informazioni del medico e della famiglia circa la salute mentale del soggetto.

La visita medica di solito include test di laboratorio per valutare la salute generale della persona ed esplorare se l'individuo ha una condizione medica che potrebbe avere sintomi di scarsa salute mentale.

Dal momento che alcuni dei sintomi di abuso e dipendenza da cocaina possono verificarsi anche in altre malattie mentali, è importante valutare se l'individuo soffre di disturbo bipolare, disturbo d'ansia, schizofrenia, disturbo schizo-affettivo o altri disturbi psicotici, oppure ha disturbi del comportamento, come disturbo di personalità antisociale o deficit di attenzione e iperattività (ADHD).

Oltre a fornire un trattamento appropriato per la diagnosi, determinare la presenza di malattie mentali che possono co-accadere (diagnosi co-morbid/dual) con l'abuso di cocaina o di dipendenza da questa è importante per promuovere il miglior risultato possibile per la persona. 

Qual è il trattamento per l’abuso di cocaina?

Per l’abuso di cocaina gli obiettivi primari per il trattamento dei sintomi sono:

  • astinenza
  • prevenzione delle ricadute
  • riabilitazione
Sono disponibili diversi trattamenti per uscire dal tunnel della dipendenza dalla cocaina.

In genere è consigliabile informarsi sulla presenza di centri specializzati in cui è possibile seguire un percorso terapeutico completo. In particolare, è possibile distinguere due diverse tipologie di trattamento: comportamentale e farmacologico.

La terapia comportamentale ha un approccio di tipo psicologico e ha l’obiettivo di individuare possibili cause alla base dell’abuso di cocaina. Una tecnica che ha mostrato effetti positivi si basa sul senso di gratificazione del paziente che è quindi stimolato a proseguire il percorso terapeutico continuando a non assumere cocaina.

Un’altra forma di trattamento comportamentale è la terapia cognitivo-comportamentale. Lo scopo di questo trattamento è la ricerca delle ragioni che si nascondono dietro l’inizio della dipendenza da cocaina, così da provare a correggere quei modi di pensare e agire scorretti che contribuiscono all’abuso di cocaina.

Durante la fase iniziale di astinenza, un individuo che soffre di dipendenza da cocaina o altre sostanze chimiche può avere bisogno di evitare o ridurre gli effetti del recesso, questo processo è chiamato disintossicazione. Tale aspetto del trattamento è di solito eseguito in un ospedale o altro ambiente ospedaliero, dove possono essere usati farmaci per alleviare i sintomi di astinenza e il soggetto può essere controllato dai medici.

I farmaci utilizzati per la disintossicazione sono determinati dalla sostanza da cui l'individuo dipende. Spesso, molto più lunghi e impegnativi sono i tempi di recupero dalla dipendenza psicologica. 

La terapia farmacologica si basa sull’impiego di farmaci che mimano gli effetti della cocaina. La dose di questi farmaci viene infatti ridotta progressivamente nel tempo, in modo tale da permettere al paziente di abituarsi gradualmente al periodo di astinenza così da gestirne al meglio gli effetti.

Un tipo di trattamento farmacologico che si è diffuso negli ultimi anni, prevede l’utilizzo del metilfenidato. Questo farmaco è solitamente utilizzato per il trattamento della sindrome da deficit di attenzione e iperattività, ma presenta effetti sul cervello simili a quelli della cocaina.

La stimolazione esercitata sul cervello dal metilfenidato ha una durata maggiore rispetto a quella della cocaina, tuttavia i suoi effetti sono meno estremi rispetto a quelli della cocaina.

La speranza è quella di alleviare col tempo il “bisogno” di cocaina e di conseguenza la dipendenza.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Dipsomania
Con il termine dipsomania si individua un disturbo di tipo psicopatologico caratterizzato dall’incapacità di resistere all'impulso a bere...
Abuso di farmaci
Per dipendenza da farmaci e psicofarmaci si intende una condizione patologica causata dall’assunzione ripetuta ed eccessiva di alcune tip...
Cocainomania
La dipendenza da cocaina, lo stupefacente che provoca diversi disagi e soprattutto una forte assuefazione, è chiamata cocainomania.