Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Trigliceridi Alti

Trigliceridi alti

Trigliceridi alti
Curatore scientifico
Dr. Tania Catalano
Specialità del contenuto
Ematologia

Quando si parla di trigliceridi alti?

I trigliceridi sono i grassi contenuti negli alimenti. Si parla di trigliceridi alti quando le analisi ematiche evidenziano valori dei trigliceridi superiori ai 200 mg/dL. I trigliceridi alti possono superare anche il valore di 500mg/dL causando il rischio di malattie cardiovascolari nel paziente.

Come si misurano i livelli dei trigliceridi?

I livelli di trigliceridi nell'organismo si misurano attraverso le analisi del sangue. I livelli ottenuti possono essere valutati come segue:

  • normali: meno di 150,
  • limitatamente alti: tra 150 e 199,
  • alti: da 200 a 499,
  • troppo alti: 500 o più.

Quali rischi comportano i trigliceridi alti?

I trigliceridi alti possono causare malattie cardiovascolari. I rischi più comuni per un paziente con i trigliceridi alti sono:

I trigliceridi alti sono più pericolosi per le donne e per chi soffre di diabete.

Quali sono le cause dei trigliceridi alti?

I trigliceridi alti sono solitamente causati da diverse patologie:

  • obesità
  • diabete scarsamente controllato
  • ipotiroidismo
  • malattie renali
  • consumo di calorie più alto rispetto a quelle che si bruciano
  • abuso di alcol
  • medicinali, come steroidi, estrogeni e pillola anticoncezionale
  • fattore ereditario

Quali sono i sintomi dei trigliceridi alti?

In genere, alti livelli di trigliceridi non causano sintomi evidenti. Tuttavia, se gli alti livelli sono causati da un fattore ereditario, è possibile notare dei depositi di grasso sotto la pelle (xantoma). 

Cosa fare in caso di trigliceridi alti?

Evitare i fattori di rischio che causano i trigliceridi alti consente di normalizzare i valori. Uno stile di vita sano, un po' di attività fisica sono importanti per prevenire e curare questa condizione. Per favorire la regolarizzazione del livello dei trigliceridi è opportuno:

  • correggere il sovrappeso
  • evitare il consumo di bevande alcoliche
  • ridurre il consumo di zuccheri semplici (dolci, frutta disidratata e frutta zuccherina, come fichi, banane, uva, mandarini e cachi)
  • limitare l'apporto calorico
  • consumare pesce almeno 2-3 volte a settimana
  • limitare il consumo di cibi ricchi di grassi saturi sostituendoli con quelli ricchi di acidi grassi monoinsaturi, come acido oleico (olio di oliva, frutta secca ed oli vegetali in genere)
  • evitare i grassi idrogenati
  • consumare alimenti ricchi di antiossidanti.

Se i trigliceridi alti continuano a persistere il medico può prescrivere medicinali specifici, come i fibrati o integratori di acidi grassi essenziali o carnitina.

La dieta per i trigliceridi alti

Per portare i trigliceridi a valori normali è importante modificare la propria dieta. Alcuni alimenti sono consigliati in caso di trigliceridi alti, come:

  • Pesce
  • Pollame senza pelle
  • Carni magre: coniglio, lepre, vitello, manzo, agnello
  • Albume
  • Yogurt scremato e alcuni prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi
  • Latte parzialmente scremato (o scremato)
  • Legumi
  • Pane integrale, riso integrale, pasta integrale
  • Ortaggi e insalate
  • Olio di oliva e di semi
  • Aceto

Altri alimenti sono sconsigliati perché possono contribuire all'aumento dei trigliceridi, come:

  • Carni grasse, salsicce, anatra
  • Viscere di animali: fegato, cervello, reni, cuore e così via
  • Tuorlo d'uovo e panna
  • Conserve di pesce
  • Cioccolato
  • Frutti di mare: gamberi, aragoste e così via.
  • Cocco
  • Dolci, caramelle, marmellate, zucchero in generale
  • Cibi fritti
  • Latte intero e prodotti lattiero-caseari grassi, il burro e la pasticceria industriale
  • Salse a base di grasso di cocco
  • Bevande zuccherine o alcoliche
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Anemia di Fanconi
L’anemia di Fanconi rientra nel gruppo delle malattie genetiche rare, ed è una malattia ematologica a cui sono associate malformazioni co...
Anemia aplastica
I difetti del midollo osseo correlati al suo mancato o ridotto sviluppo, cioè all’aplasia midollare, sono causa di pancitopenia, ovvero d...
Micoplasma
I micoplasmi sono le più piccole forme batteriche in grado di vita autonoma. Sono batteri ubiquitari che vivono sia come saprofiti sia co...