Minzione frequente

Contenuto di: , - Curatore scientifico: Dr. Mario De Siati
Indice contenuto:
  1. Quali sono le cause della minzione frequente?
  2. Quali sono le patologie che possono portare ad una minzione frequente?
  3. Che cosa si intende per minzione frequente?
  4. Cosa può provocare una minzione frequente notturna?
  5. Quanti gradi di minzione frequente ci sono?
  6. Quali sono i sintomi della cistite?
  7. Come si diagnostica la cistite?
  8. Quante tipologie di cistite ci sono?
  9. Cistite: i rimedi

Quali sono le cause della minzione frequente?

Minzione frequente

L'aumento della frequenza minzionale può essere divisa in sottocategorie.

La prima è correlata a un aumento del volume totale di produzione di urina (condizione nota anche come poliuria).

Una seconda sottocategoria prevede una disfunzione, in cui ci sono problemi con il riempimento e lo svuotamento vescicale . Infine, ci può essere l'incontinenza urinaria in cui vi è la perdita involontaria di urina.

Quali sono le patologie che possono portare ad una minzione frequente?

Alcune patologie possono avere come sintomo la minzione frequente. Tra questi:

  • diabete
  • cistite
  • calcoli delle vie urinarie
  • fattori emozionali
  • Ipertrofia prostatica
  • Malattie neurologiche

Che cosa si intende per minzione frequente?

Quando si parla di minzione frequente ci si riferisce allo stimolo di urinare che si presenta in modo più frequente rispetto a quanto accade di norma.

Cosa può provocare una minzione frequente notturna?

Le cause che possono portare a una minzione frequente possono essere ricondotte spesso ad infezioni che colpiscono il tratto urinario.

I batteri entrano frequentemente  nella vescica attraverso l’uretra(via ascendente ). Le ricerche hanno stimato che il 50-60% delle donne sono colpite, almeno una volta nella loro vita, da un’infezione di questo tipo ciò in relazione  al  fatto che la loro uretra è più corta rispetto agli uomini ed è facile quindi la risalita dei germi per via ascendente .

La cistite nell’uomo è meno frequente, ma comunque possibile specialmente in età tardiva quando insorge la ipertrofia della prostata che comporta un ristagno di urina .

Le cause principali che portano al presentarsi di UTI (infezione al tratto urinario) sono:

  • Malformazioni e alterazioni anatomiche delle vie urinarie 
  • Malattie metaboliche come il diabete
  • Scarsa igiene personale 
  • Rapporti sessuali
  • Uso di  indiscriminato di antibiotici
  • Patologie neurologiche della vescica 
  • Carenza di estrogeni 

Un abuso di caffè, il fumo si sigarette e l'abuso di alcol possono provocare intensi disturbi minzionali.

Quanti gradi di minzione frequente ci sono?

Secondo la Cleveland Clinic si riconducono a:

  • Urgenza minzionale, causata da contrazioni non controllate del detrusore vescicale 
  • Incontinenza da urgenza o perdita del controllo della vescica
  • Nicturia, quando si avverte la necessità di urinare per due o più volte a notte
  • Pollachiuria, quando la minzione si presenta almeno 8 volte al giorno

Quali sono i sintomi della cistite?

La cistite si presenta con i seguenti sintomi 

  • Dolore e bruciore durante la minzione 
  • Urina torbida e maleodorante 
  • Dolori al basso ventre
  • Ematuria 

In casi gravi si possono presentare febbrebrividi, nausea e incontinenza da urgenza.

Come si diagnostica la cistite?

Per diagnosticare questo disturbo il medico porrà al paziente alcune domande, circa la frequenza della minzione e altri sintomi presenti.

Sempre necessario eseguire un esame delle urine con urocoltura e antibiogramma.

Quante tipologie di cistite ci sono?

Le più diffuse tipologie con le quali si può presentare questo disturbo sono:

  • Cistite emorragica. Si presenta quando, insieme all’urina vengono espulsi anche coaguli di sangue. Questa cistite con sangue può colpire sia uomini che donne
  • Cistite interstiziale, detta anche cistite cronica per il suo perdurare in chi ne è affetto.

Cistite: i rimedi

La cistite non complicata si risolve agevolmente con un ciclo di terapia antibiotica,la cistite ricorrente o recidivante necessita di un trattamento  più articolato che comporta la  eliminazione dei fattori predisponenti e spesso la modifica di comportamenti e stili di vita errati.