Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Esami
  4. Spermiocoltura

Spermiocoltura

Sperma Espulso e Raccolto per la Spermiocoltura
Curatore scientifico
Dr. Andrea Militello
Specialità del contenuto
Andrologia

Cos’è la spermiocoltura

Grazie alla spermiocoltura, è possibile indagare la presenza di eventuali infezioni a carico di prostata, vescichette seminali ed epididimo. Per l’individuazione di patologie infettive a carico dell’uretra, viene generalmente prescritto il tampone uretrale. In alcuni casi, il medico può prescrivere entrambi.

Se la spermiocoltura risulta positiva, il laboratorio associa un antibiogramma, cioè un test di sensibilità batterica agli antibiotici che ha lo scopo di suggerire la terapia antibiotica più adatta, scartando gli antibiotici a cui i batteri causa dell’infezione sono resistenti.

A cosa serve la spermiocoltura

L'esame di spermiocoltura serve a diagnosticare infezioni batteriche e/o micotiche a carico del liquido spermatico

Spermiocoltura con antibiogramma

La spermiocoltura può essere richiesta in caso di sospetta infezione a carico delle vie genitali (dolori al pene, dolori ai testicoli, dolori e bruciori nella zona perineale) o anche in caso di sterilità maschile, in particolar modo se sono state registrate anomalie nello spermiogramma (un esame che serve a valutare gli aspetti quantitativi e qualitativi degli spermatozoi).

Spermiocoltura: preparazione

Prima di effettuare l’esame colturale, è necessario attenersi ad alcune semplici regole: 

  • evitare di urinare nelle 2 o 3 ore che precedono l’esecuzione della spermiocoltura;
  • non eseguire l'esame di spermiocoltura prima di 10 giorni dalla fine di terapie antibiotiche;
  • astenersi dal sesso 5 giorni prima di sottoporsi all'esame.
Spermiocoltura: come si fa

Il liquido seminale si raccoglie attraverso masturbazione in un contenitore sterile e, prima della raccolta, vanno lavate le mani, il glande e il meato uretrale esterno con l’aiuto di una garza sterile inumidita con un liquido antisettico. Il contenitore destinato alla raccolta dello sperma non va toccato al suo interno.

Il campione destinato all'esame di spermiocoltura deve essere inviato al laboratorio nel giro di un’ora dall’emissione dello sperma, verrà poi inoculato in tanti terreni di coltura diversi, ognuno specifico per la crescita di un certo microrganismo patogeno (in genere, sono terreni per la crescita di batteri e miceti).

Se nel campione di sperma è presente un certo microrganismo patogeno, nella piastra contenete il terreno apposito si vedrà lo sviluppo delle colonie microbiche. Ogni piastra contiene quindi un terreno specifico per un tipo di batterio. In base al terreno in cui si svilupperanno eventuali colonie batteriche, si capirà di quale microrganismo soffre il paziente.  

Una volta individuato il microrganismo presente nel campione di sperma, vanno eseguiti dei test antibiotici con i quali si mette alla prova la sensibilità del batterio isolato a diversi antibiotici e si verificherà quale di essi è più efficace. Lo scopo dell’antibiogramma è quello di identificare a quali antibiotici è sensibile il batterio isolato dalla coltura.

Spermiogramma e spermiolcoltura: differenze

La spermiocoltura serve a identificare la presenza di agenti patogeni a livello spermatico. Lo spermiogramma, invece, è un esame utile alla valutazione degli aspetti quantitativi e qualitativi degli spermatozoi ed è ritenuto di fondamentale importanza per stimare la condizione di fertilità maschile.

Lo spermiogramma serve a determinare la viscosità dello sperma, la liquefazione, la motilità degli spermatozoi e il numero di essi.

Quando fare una spermiocoltura

In genere, si consiglia un esame di spermiocoltura se:

  • è presente dolore o sensazione bruciante in corrispondenza degli organi riproduttivi (es: pene, testicoli);
  • si produce sperma contenente sangue o dall'aspetto anomalo;
  • l'uomo non è fertile;
  • è presente un grave varicocele;
  • in base a uno spermiogramma precedente, sono presenti globuli bianchi nello sperma;
  • sono presenti perdite di liquido trasparente dal pene.

Spermiocoltura: costo

Il costo della spermiocoltura con antibiogramma si aggira intorno alle 20 euro se eseguito privatamente. Se eseguito in regime di convenzione con il SSN, il costo del ticket si aggira intorno alle 10 euro. 
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Test di separazione nemaspermatica
Il test di separazione nemaspermatica (o nemaspermica) si esegue nella fase di screening del partner maschile ed è un’indagine diagnostic...
Test di vitalità degli spermatozoi
Il test di vitalità degli spermatozoi serve ad evidenziare, su un campione spermatico , quanti spermatozoi sono vivi e quanti sono morti;...
Autopalpazione dei testicoli
L'autopalpazione dei testicoli è una misura di prevenzione raccomandata al fine di verificare l'eventuale presenza di masse sospette. Sim...