Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Antrite

Antrite

Antrite
Curatore scientifico
Dr. Leila Turnava
Specialità del contenuto
Neurologia

Che cos'è l'antrite?

L'antrite è l'infiammazione di un antro. L’antrite può anche essere una complicanza rara delle otiti medie e acute del lattante.

Vi sono dunque due tipi di antrite

  • infiammazione ed infezione della mucose dell'antro della mastoide (parte sporgente dell'osso temporale, situata dietro il padiglione auricolare): si tratta di una complicanza rara delle otiti medie del lattante;
  • gastrite localizzata dell'antro dello stomaco.

Quali parti del corpo possono essere colpite da antrite?

L'antrite può rappresentare un'infiammazione ed infezione della mucosa dell’antro della mastoide o un'infiammazione della parte dello stomaco posta davanti all’estremità pilorica.

Quali sono le cause dell'antrite?

L’antrite può essere causata da un’infezione batterica. I principali batteri responsabili sono: 

L’antrite può inoltre essere di tipo virale, causata dai batteri di influenza, parainfluenza e adenovirus, o micotica. Generalmente, è preceduta da gravi infezioni respiratorie, epistassi e patologie dentali derivanti da acqua contaminata. Infine, in casi sporadici, può insorgere in seguito alle allergie.

Quali sono i sintomi dell'antrite?

Le sole secrezioni nasali di muco non indicano la presenza dell’infezione ai seni. Tuttavia, è possibile che corrispondano ad antrite se le secrezioni nasali si prolungano per più di una settimana e se vi è la compresenza dei seguenti sintomi:

È consigliabile vedere il proprio medico se:

  • il naso continua a colare per più di una settimana;
  • le condizioni peggiorano dopo 3 giorni di automedicazione e la temperatura è sopra i 38°C;
  • si è sofferto di antrite in precedenza;
  • dolore agli occhi, vista offuscata e indolenzimento della zona oculare.
I sintomi principali dell'antrite sono:

  • dolore forte
  • febbre elevata
  • congestione retroauricolare
  • rigidità della nuca
  • mal di gola

Come si cura l'antrite?

Il trattamento dell'antrite si basa su una terapia antibiotica associata all'intervento chirurgico.

L’antrite si può trattare sia con i farmaci che con i rimedi casalinghi, come per esempio l’impacco caldo sul viso. Lo scopo del trattamento per l’antrite consiste in:

  • migliorare il drenaggio del muco e ridurre il gonfiore dei seni;
  • alleviare dolore e pressione;
  • evitare la formazione di cicatrici e lesioni permanenti al tessuto di rivestimento del naso e dei seni.
Per l’antrite acuta, che ha una durata media di un mese, è necessario un trattamento antibiotico. Si definisce antrite cronica l’infiammazione che dura più di 12 settimane. Questa tipologia è la più difficile da trattare e risponde molto più lentamente agli antibiotici. Inoltre, alla cura antibiotica si associa uno spray nasale a base di corticosteroidi, per ridurre il gonfiore dei seni nasali.

In alcuni casi molto rari, l’antrite è causata da un'infezione micotica. Questo caso riguarda maggiormente chi ha il sistema immunitario già compromesso. Il trattamento prevede farmaci antimicotici, corticosteroidi e la chirurgia. 
 

Quali sono le complicanze?

Le complicazioni dell’antrite possono essere anche molto gravi e per questo motivo è consigliabile vedere un medico se non c’è un miglioramento dei sintomi dopo qualche giorno di automedicazione. Inoltre, in caso di infiammazione dei seni è opportuno bere molta acqua, restare sempre idratati e smettere di fumare. Il fumo, infatti, irrita le mucose dell’area dei seni e le rende più soggette alle infezioni. Le complicazioni possono essere:

È possibile prevenire l'infezione?

Per evitare l’insorgenza di infezioni è necessario:

  • lavarsi spesso le mani
  • non fumare
  • non abusare di alcolici
  • evitare il fumo passivo
  • evitare aria particolarmente inquinata

Quali sono i rimedi casalinghi per l’antrite?

I rimedi casalinghi per l’antrite possono alleviare gli stati sintomatici dolorosi e la pressione causata dall’antrite acuta e pertanto a breve termine. I rimedi casalinghi mirano a migliorare il drenaggio del muco dai seni, prevenendo il bisogno di antibiotici. I rimedi più comuni sono:

  • consumare molti liquidi e restare sempre idratati;
  • applicare impacchi caldi, come un asciugamano, sul volto per 5 o 10 minuti, diverse volte al giorno;
  • fare i suffumigi, detti anche fumenti, diverse volte al giorno ed evitare l’esposizione ad aria estremamente fredda;
  • lavare il naso con una soluzione salina;
  • soffiare il naso con cautela;
  • evitare l’alcol;
  • fare attenzione ai farmaci da banco e leggere attentamente il foglio illustrativo. 
In caso di antrite cronica, si dovrà associare una terapia farmacologica ai rimedi casalinghi per un periodo di tempo più prolungato, in modo da alleviare i sintomi. 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Cefalea
La cefalea è una tipologia di mal di testa e può essere di due generi, primaria e secondaria. 
Disartria
La disartria è un disordine della parola. Deriva da una alterazione dei movimenti dei muscoli che permettono di parlare correttamente, tr...
Insonnia
L'insonnia è la percezione di un sonno insufficiente o di scarsa qualità.