Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Eiaculazione Dolorosa

Eiaculazione dolorosa

Eiaculazione dolorosa
Curatore scientifico
Dr. Valter Borghino
Specialità del contenuto
Andrologia Urologia

Cos'è l'eiaculazione dolorosa

L'eiaculazione dolorosa è comunemente descritta come la sensazione di dolore e bruciore al pene, che si verifica al momento dell'eiaculazione. Alcune patologie, come la prostatite o l'uretrite, possono causare l'eiaculazione dolorosa. 

L'eiaculazione che si verifica al termine del rapporto sessuale rappresenta il picco della sensazione di piacere e di gratificazione sessuale. Sfortunatamente, per alcuni uomini tale momento è associato ad un forte dolore al pene causato da un qualche problema di interesse clinico.

Quando un uomo eiacula, i muscoli si contraggono favorendo la progressione del liquido seminale dai testicoli all'uretra, dove fuoriesce dal corpo dall'estremità del pene.

Qualsiasi condizione che determini un'infiammazione o un'infezione ad una delle strutture coinvolte nel processo di eiaculazione può provocare dolore durante l'eiaculazione.

La sensazione dolorosa è generalmente localizzata nella regione genitale, a livello dei testicoli e del pene.

Cause dell'eiaculazione dolorosa

Le cause dell'eiaculazione dolorosa possono essere:
  • Orchite − L'orchite è un'infiammazione di uno o di entrambi i testicoli. Tale condizione si sviluppa generalmente in seguito ad un processo infiammatorio a carico dell'epididimo, un condotto che unisce ciascun testicolo ai vasi deferenti. L'orchite viene trattata con una combinazione di antibiotici e farmaci antinfiammatori e analgesici.
  • Prostatite − La prostatite è una condizione patologica che interessa la prostata e si caratterizza per una sensazione dolorosa durante la minzione, è solitamente causata da batteri provenienti dall'uretra. La prostata infiammata crea spesso una forte sensazione dolorosa nella zona genitale proprio durante l'eiaculazione e, inoltre, non è raro in questi casi trovare tracce di sangue nello sperma (ematospermia). Le prostatiti causate da batteri vengono curate con antibiotici orali, mentre quelle croniche e asintomatiche sono più difficili da trattare per le loro cause sconosciute.
  • Uretriti −Le uretriti sono un'infiammazione dell'uretra piuttosto dolorosa causata da batteri o virus. Alcuni batteri, responsabili anche di altre infezioni delle vie urinarie e di alcune malattie a trasmissione sessuale come la clamidia e gonorrea, possono causare anche l'uretrite.
  • Cancro alla prostata − Un'eiaculazione dolorosa può essere anche il sintomo di un cancro alla prostata, la forma di cancro più diffusa negli uomini. Il cancro alla prostata, oltre a provocare difficoltà ad urinare, può anche causare dolore al momento dell'eiaculazione.
  • Antidepressivi − In alcuni casi, l'eiaculazione dolorosa non è altro che un effetto collaterale di alcuni farmaci antidepressivi. In questi casi, è possibile risolvere il problema riducendo la dose del farmaco oppure sostituendolo con un farmaco analogo.
  • Disturbi psicosomatici − Può accadere che il dolore percepito durante l'eiaculazione sia in realtà frutto di un problema di natura psicosomatica, la cui causa può anche essere legata al rapporto di coppia col proprio partner. In questi casi, rivolgersi ad uno psicoterapeuta può aiutare a risolvere il problema dalla sua causa principale.

Disturbi dell'eiaculazione durante l'attività sessuale

Un'eiaculazione dolorosa non è l'unica complicanza che può verificarsi durante l'attività sessuale, sebbene la sua sintomatologia la renda quella che crea i maggiori disagi.

Tra i problemi dell'eiaculazione è possibile includere:
  • Eiaculazione precoce − L'eiaculazione precoce è un problema piuttosto comune a molti uomini che non riescono a ritardare l'eiaculazione, che si verifica anche al termine di una stimolazione sessuale minima. Comunque, è possibile seguire alcuni rimedi per l'eiaculazione precoce come quello di praticare la masturbazione prima del rapporto sessuale così da ritardare l'eiaculazione o comprimere la sommità del pene quando si ha la sensazione di stare per eiaculare. 
  • Eiaculazione ritardata − Rappresenta una situazione per certi versi opposta a quella dell'eiaculazione precoce. In questo caso, l'eiaculazione tende a verificarsi solo dopo l'atto sessuale o può non verificarsi affatto.
  • Eiaculazione retrograda − In questo caso, l'eiaculazione tecnicamente avviene, non è diretta verso l'esterno, bensì verso l'interno, raggiungendo la vescica. Non si tratta di una condizione che desta particolari preoccupazioni, anche se sicuramente va ad intaccare il piacere sessuale e la libido.
  • Eiaculazioni notturne − Si tratta di un fenomeno particolarmente diffuso soprattutto tra gli adolescenti, sebbene possa presentarsi anche negli uomini adulti. Le eiaculazioni notturne, meglio note come polluzioni notturne, si verificano durante la notte e non sono controllabili dal soggetto né sono associate a condizioni più serie.

A chi rivolgersi se si soffre di eiaculazione dolorosa

Se si dovesse soffrire di eiaculazione dolorosa, è bene rivolgersi subito ad uno specialista in andrologia che valuterà la storia clinica del paziente e la terapia più adatta al proprio caso. 

Eiaculazione dolorosa e orgasmo

Molti pazienti tendono ad associare l'eiaculazione dolorosa all'orgasmo, due condizioni della sessualità. L'eiaculazione dolorosa è dovuta, come si è detto, ad infezioni o processi infiammatori, mentre il dolore provato durante l'orgasmo non dipende dall'eiaculazione in sé, ma è conseguente a lesioni nella zona pelvica. 

Il paziente raramente è in grado di distinguere le due condizioni: proprio per questo motivo è necessario un tempestivo consulto medico.

Diagnosi di eiaculazione dolorosa

Per effettuare una diagnosi dell'eiaculazione dolorosa, il colloquio medico costituisce la prima tappa; i pazienti solitamente riportano dolori e fitte appena prima dell'eiaculazione. Gli spasmi possono affievolirsi dopo poco tempo oppure durare alcune ore.

Dopo un colloquio diretto con lo specialista, utile a disegnare un quadro clinico iniziale, il paziente è sottoposto a:
Eventualmente, per diagnosticare l'eiaculazione dolorosa, il medico potrà consigliare al paziente un'ecografia della prostata per via endo-rettale 

Rimedi per l'eiaculazione dolorosa

I rimedi per l'eiaculazione dolorosa dipendono dalla sua causa. Per curare la prostatite, possono essere prescritti: 
Di rado, vengono prescritti farmaci tranquillanti o ansiolitici, poiché lo stress non influisce sull'eiaculazione dolorosa.

La terapia per le infezioni intime può invece richiedere l'uso di antivirali o di antibiotici. Spesso, è utile la psicoterapia, soprattutto se di orientamento cognitivo-comportamentale. Anche il counseling può essere utile così come imparare tecniche di rilassamento dei muscoli pelvici.

Nonostante possa sembrare controintuitivo, è anche consigliato praticare una regolare attività sessuale, evitando periodi di astinenza.

Anche il peso corporeo dovrebbe essere monitorato, poiché l'eccesso di adipe potrebbe peggiorare il quadro clinico del paziente: nelle persone in sovrappeso o che soffrono di obesità è stata notata una maggior propensione all'eiaculazione dolorosa.

Questo accade perché la strato adiposo in grande quantità tende a comprimere le vie urinarie, favorendo così il dolore sia durante la minzione che durante l'atto sessuale.

Infine, è necessario seguire una dieta bilanciata, limitando:
  • cioccolato;
  • caffè;
  • vino;
  • bevande alcoliche e zuccherate. 
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Oliguria
Con il termine oliguria si intende una diminuzione della quantità di urina durante la minzione. 
Urine scure
Le urine scure si formano quando, ad esempio, non si beve abbastanza; nonostante la disidratazione sia una delle cause principali di urin...
Stranguria
La stranguria è il sintomo caratterizzato da minzione dolorosa e frequente, di piccoli volumi, che vengono espulsi lentamente solo con te...