Fame nervosa

Contenuto di:
Curatore scientifico: Dr. Virgilio De Bono, Medico Chirurgo
Indice contenuto:
  1. Fame nervosa: cos’è?
  2. Quali sono le cause?
  3. Quali sono i sintomi della fame nervosa?
  4. Come combattere la fame nervosa?
  5. Farmaci per la fame nervosa
  6. Rimedi naturali per la fame nervosa

Fame nervosa: cos’è?

Un appetito compulsivo può portare alla cosiddetta fame nervosa, un falso stimolo indotto dal cervello che porta l’individuo a volersi nutrire in maniera continua e reiterata.

Tenere sotto controllo questo tipo di fame compulsiva è necessario per evitare problemi di salute legati al diabete, al sovrappeso e alle conseguenze di un’alimentazione eccessiva e non corretta.

La fame nervosa si basa su un impulso inviato dai circuiti istintivi del cervello umano; in tali circostanze questi lavorano in maniera tale da alimentare lo stress da nutrizione amplificando la sensazione di doversi sfamare. 

Quali sono le cause?

Sono sostanzialmente due le ragioni che portano un individuo a soffrire di costanti attacchi di fame, rintracciabili in:

  • Motivazioni di tipo psicologico, quando si ha voglia di sfamarsi compulsivamente di qualunque cibo purché sia tale cercando di abbattere un impulso: si tratta di una fame nervosa che si verifica soprattutto in presenza di altre problematiche legate ad ansia, depressione, tristezza generalizzata e stati d’animo in cui la psiche è genericamente turbata;
  • Motivazioni di tipo biologico, quando il lavoro dell’ipotalamo ha alterato il controllo del senso d’appetito. In queste circostanze il corpo percepisce un valore troppo basso di zuccheri nell’organismo e fanno sì che questi senta la necessità di sfamarsi per poterlo placare. Si tratta di condizioni assai frequenti in soggetti affetti da ipoglicemia e che può sovente portare a più problematiche disfunzioni qual è, per esempio, l’obesità.

Quali sono i sintomi della fame nervosa?

Attacchi di fame generalizzati a tutte le ore, o avere sempre e continuamente fame, o un appetito che non cessa mai sono i chiari sintomi di soffrire di fame nervosa.

Si tratta di circuiti istintivi che vanno governati e controllati e che sono sovente presenti in soggetti in cui altri problemi stanno alterando il normale umore o funzionamento dell’organismo.

Come combattere la fame nervosa?

Solitamente il primo modo per sconfiggere la fame compulsiva è quello di individuarne le cause scatenanti, combattendole ed eliminandole. Per prima cosa è quindi necessario comprendere cosa sta generando il proprio stress e la maniera più appropriata per ridurlo o eliminarlo.

In tal senso può sicuramente essere d’aiuto praticare dello sport o delle attività fisiche che provochino relax e distensione fisico-muscolare, utili anche per calmare la sensazione di fame continua. È bene concentrarsi fortemente sulla fase di individuazione dei problemi perché, se sottovalutata, la fame nervosa può portare a più gravi conseguenze tra le quali:

A tal pro è bene cercare di mantenere una dieta di tipo equilibrato e sano per controllare la situazione ed evitare guai peggiori. Una prima chiave del successo è l’eliminazione di qualsiasi alimento ipocalorico dalla nutrizione quotidiana, in modo da evitare l’inglobazione di cibo non appropriato a placare la fame nervosa.

Da un punto di vista psicologico è bene cercare dei deterrenti o dei sostitutivi nella vita di tutti i giorni, con momenti che possano permettere al proprio cervello di non essere stimolato da istinti di appetito compulsivo e non sia quindi portato a richiedere al corpo ulteriore cibo.

Farmaci per la fame nervosa

Seppur solitamente si pensi ci siano solo rimedi di tipo naturale o psicologico esistono in commercio financo delle cure farmacologiche per contrastare gli attacchi di fame.

Spesso vengono utilizzati dei farmaci di tipo antidepressivo. Altri invece, come la fluoxetina, hanno un ruolo di inibitori di più ampia natura che possono combattere anche situazioni da stress eccessivo e che potrebbero quindi, in supporto di uno stile di vita più controllato, sconfiggere la fame nervosa.

A ciò si aggiungono altri farmaci in grado di eliminare l’appetito e che sono vendibili solo tramite prescrizione medica: tra questi troviamo quelli a base di naltrexone e bupropione e liraglutide, concessi comunque solo a pazienti alle prese con gravi casi di obesità.

Rimedi naturali per la fame nervosa

Al fianco di una necessaria alimentazione più contenuta si possono affiancare alcuni rimedi di tipo naturale in grado di neutralizzare gli attacchi di fame continua. Angelica, passiflora e tiglio sono utili contro l’ansia mentre l’arancio amaro e la rhodiola sono in grado di combattere l’appetito compulsivo.

Esistono poi anche specifiche classi di integratori per fame nervosa che sono in grado di favorire il corretto funzionamento dell’intestino, alterando positivamente l’assimilazione dei cibi.

Un ulteriore supporto è costituito dai celeberrimi fiori di Bach, utili a far sì che gli individui non sfoghino i loro problemi nel frigorifero e siano in grado di placare i loro nervosismi. I fiori di Bach possono inoltre aiutare a sconfiggere anche altri tipi di gravose dipendenze e sono perfettamente supplementari a qualsiasi alimentazione sia in atto.