Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Malattia Mano Piede Bocca

Malattia mani piedi bocca

Malattia mani piedi bocca
Curatore scientifico
Dr. Antonio Silvestri
Specialità del contenuto
Microbiologia e virologia

Che cos'è la malattia mani-piedi-bocca?

La malattia mani-piedi-bocca, nota anche come hand foot and mouth disease (HFMD), è un'infezione virale causata da virus della famiglia dei picornaviridae e caratterizzata da febbre ed eruzioni cutanee, di solito presenti sui palmi delle mani (bollicine sulle mani), piante dei piedi, interno ed esterno della bocca (bolle in bocca).

Colpisce prevalentemente i bambini, anche molto piccoli, ed è altamente contagiosa. Per questo non sono rare le piccole epidemie in comunità frequentate da bimbi, come le scuole dell’infanzia; tuttavia, può incorrere anche negli adulti.

Pur essendo fastidosa, in quanto le vescicole possono ulcerarsi e diventare dolorose e in qualche caso, portare a rialzi della temperatura corporea, la malattia è innocua e si risolve spontaneamente entro alcuni giorni, senza lasciare segni visibili.

Non è necessario assumere terapie antivirali e solo in alcuni casi si rendono necessari farmaci antidolorifici o antistaminici per alleviare eventuali eritemi pruriginosi.

Nella maggior parte dei casi, l'infezione andrà via senza trattamento in 7-10 giorni. Tuttavia, il medico può raccomandare alcuni trattamenti per aiutare ad alleviare i sintomi fino a quando la malattia ha fatto il suo corso.

La mani piedi bocca è una malattia esantematica, così come:

Quali sono i sintomi della malattia mani-piedi-bocca?

I sintomi della malattia mani piedi bocca sono dati da:

  • Febbre leggera (38°C -39° C) e malessere
  • Uno o due giorni da un'eruzione cutanea data da piccole macchie rosse (2 mm-3 mm) che rapidamente si sviluppano in piccole vesciche o bollicine (vescicole) e appaiono sui palmi delle mani, piante dei piedi e nella cavità orale, coinvolgendo le gengive, la lingua e le guance interne. Le lesioni del piede possono interessare anche la regione più bassa del polpaccio e raramente possono comparire sulle natiche. Lesioni orali sono comunemente associate con il mal di gola e la diminuzione dell'appetito.
  • Tosse, provocata dal fastidio che le vescicole presenti in gola possono causare

Quali sono le cause della malattia mani-piedi-bocca?

La malattia è un’infezione causata da diversi virus della famiglia dei picornaviridae del genere enterovirus.

Tra questi, i più comuni, anche se non esclusivi, sono il coxsakie A16 e l’enterovirus EV71. Si tratta di virus citolitici, cioè in di grado di danneggiare le cellule mediante distruzione della membrana cellulare (citolisi), che si diffondono nell’apparato digerente e sono resistenti ai succhi gastrici e biliari.

Non sono attaccabili da parte di agenti chimici o fisici e possono resistere a lungo nell’organismo umano, sopravvivendo spesso in modo asintomatico. I pazienti infettati da enterovirus 71 hanno più probabilità di avere complicazioni rare (ad esempio, meningite virale o coinvolgimento del muscolo cardiaco).

Come si trasmette la malattia?

La malattia si diffonde da persona a persona attraverso il contatto diretto con il virus infettante (sia virus Coxsackie A-16 o, meno comunemente, enterovirus 71).

Questi virus sono più presenti nelle regioni nasali e della gola, ma anche nel fluido delle bolle o feci degli individui infetti. Individui infetti sono più contagiosi durante la prima settimana della loro malattia.

Non può essere contratta da animali domestici o altri animali. Il virus che la causa può rimanere nel tratto respiratorio e intestinale della persona per diverse settimane o mesi dopo che tutti i sintomi si sono risolti.

Dunque, è possibile trasmettere l'infezione anche se formalmente l'individuo malato ha completamente recuperato; quindi, alcuni individui (più comunemente gli adulti) possono anche non presentare sintomi nel corso della loro infezione, ma possono trasmettere inconsapevolmente la malattia contagiando quelli (di solito neonati e bambini) che non sono immuni.

Qual è il periodo di incubazione per la malattia mani piedi bocca?

La malattia mani piedi bocca prevede un breve periodo di incubazione da 4 a 6 giorni tra l'esposizione e lo sviluppo di sintomi iniziali (febbre e malessere).

Una persona è più contagiosa durante la prima settimana di malattia. Generalmente, la malattia si diffonde maggiormente in primavera e autunno.

Se la nuova infezione è causata da un enterovirus diverso da quello che ha determinato il primo episodio, la malattia potrebbe ripresentarsi.

Poiché il contagio è estremamente difficile da prevenire e la malattia comunque si rivela benigna, non è necessario l'isolamento per questi bambini, che possono tornare a scuola non appena la febbre scompare. La famiglia ha la responsabilità del rientro del bambino, sarebbe opportuno che i periodi di contumacia (cioè di isolamento a casa) venissero rispettati, ovvero rientro dopo la scomparsa dei sintomi generali.

Per quanto riguarda il mare e l'esposizione solare, finchè ci sono puntini, è preferibile evitare sia sole che bagni in mare, per non rischiare che rimangano delle cicatrici.

Come avviene la diagnosi della malattia mani-piedi-bocca?

La diagnosi della malattia mani-piedi-bocca viene fatta su una combinazione di storia clinica e analisi dei reperti fisici.

Il medico sarà probabilmente in grado di distinguere la malattia esantematica da altri tipi di infezioni virali valutando:

  • L'età della persona colpita
  • Il tipo di segni e sintomi
  • L'aspetto dell'eruzione cutanea o delle piaghe
Il medico può prendere un tampone faringeo o un campione di feci e inviarlo al laboratorio per determinare quale virus abbia causato la malattia.

La mani-piedi-bocca può attaccare anche gli adulti?

Nella maggior parte dei casi, negli adulti la malattia ha un decorso quasi completamente asintomatico e si esaurisce entro pochi giorni, anche se il virus può rimanere attivo per circa un mese dopo l’infezione. Ciò significa che in questo periodo si diventa portatori sani ed è possibile infettare gli altri.

Negli altri casi, la sintomatologia negli adulti prevede spesso la comparsa di febbre fino a 39°, mal di gola ed ulcere dolorose all’interno del cavo orale, lingua e gola. A questi sintomi si associano una generale sensazione di  malessere e la perdita di appetito, in particolare dovuta alle ulcerazioni nella gola che rendono dolorosa la deglutizione.

Questo effetto può portare alla complicanza più comune, la disidratazione.

Cosa comporta la mani-piedi-bocca in gravidanza?

La malattia mani-piedi-bocca comunemente interessa bambini con meno di 10 anni di età, gli adulti in genere sono stati esposti durante l'infanzia per poi raggiungere un'immunità naturale.

Il rischio più alto per le donne in gravidanza è la disidratazione, ma l'andamento della malattia per le donne in stato interessante è subdolo.

Le informazioni riguardanti l'esposizione del feto durante la gravidanza sono comunque limitate e non esiste alcuna prova concreta che l'infezione da enterovirus materna sia associata a complicanze come l'aborto spontaneo o difetti congeniti.

Tuttavia, se un bambino è nato da una madre con sintomi della malattia, il rischio di infezione neonatale è alta. Tipicamente, i neonati tendono ad avere la malattia in forma lieve. Raramente, l'infezione coinvolge organi vitali come fegato, cuore e cervello.

Qual è il trattamento per la malattia?

Per la malattia mani-piedi-bocca, il trattamento, in generale, è diretto verso il sollievo dei sintomi (febbre e mal di gola).

Un anestetico orale topico può aiutare ad alleviare il dolore delle ulcere della bocca. Farmaci antidolorifici da banco diversi dall'Aspirina, come il paracetamolo o l'ibuprofene possono aiutare ad alleviare il disagio generale.

Alcuni alimenti e bevande possono irritare le vesciche sulla lingua, nella bocca o nella gola. Ecco alcuni suggerimenti per aiutare a rendere meno fastidiosi i dolori e mangiare e bere con maggior sollievo:

  • Succhiare ghiaccio
  • Mangiare gelato o sorbetto
  • Bere bevande fredde, come latte o acqua ghiacciata
  • Evitare cibi e bevande acidi, come agrumi, bevande alla frutta e soda
  • Evitare cibi salati o piccanti
  • Mangiare cibi morbidi che non richiedano molta masticazione
  • Risciacquare la bocca con acqua calda dopo i pasti
Se il bambino è in grado di risciacquarsi senza inghiottire, l'uso di acqua salata tiepida potrebbe essere lenitivo.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Botriocefalosi
La botriocefalosi è una malattia di genere parassitario, che insorge a causa del pesce crudo contaminato. In particolar modo è più sogget...
Anchilostomi
Con questo nome si indicano dei parassiti, che infettano polmoni ed intestino tenue. Questi parassiti entrano in contatto con l’uomo attr...