Sinusite

Contenuto di:
Curatore scientifico: Dr. Francesco Asprea, Medico Chirurgo
Indice contenuto:
  1. Che cos’è la sinusite?
  2. Quali sono i sintomi della sinusite?
  3. Quali sono le cause della sinusite?
  4. Come si diagnostica la sinusite?
  5. Chi può soffrire di sinusite?
  6. Come si cura la sinusite?
  7. Quali sono le complicanze della sinusite?
  8. Quali sono gli antibiotici prescritti per la sinusite?
  9. Si può prevenire la sinusite?

Che cos’è la sinusite?

La sinusite è l'infiammazione della mucosa dei seni paranasali, causata da un’infezione virale o batterica. I seni sono piccole cavità situate dietro gli zigomi e la fronte. La sinusite è una condizione comune, può colpire persone di qualsiasi età e può essere acuta o cronica.

La sinusite acuta si sviluppa rapidamente (in pochi giorni) a seguito di un raffreddore o di un’influenza e si risolve entro 12 settimane.

La sinusite cronica è meno comune ed a volte può durare per molti mesi.

Che tipi di sinusite esistono?

Ve ne sono di sono diversi tipi:

  • la sinusite acuta solitamente si presenta con sintomi simili a quelli del raffreddore: il naso cola e si avverte un dolore alla faccia; inizia all'improvviso e dura dalle 2 alle 4 settimane;
  • la sinusite subacuta è una infiammazione che solitamente dura dalle 4 alle 12 settimane e spesso si verifica in seguito alla sinusite acuta.
  • la sinusite cronica è una infiammazione che persiste per 12 settimane o più;
  • la sinusite diventa ricorrente se si presenta parecchie volte all'anno.

Quali sono i sintomi della sinusite?

I sintomi più comuni della sinusite sono:

La sinusite cronica inteviene dopo diversi attacchi di sinusite acuta non trattata o trattata in modo non risolutivo. Negli adulti i sintomi non prevedono la presenza di febbre mentre si verifica una consistente secrezione di muco infetto dai seni paranasali alla gola. E’ spesso presente un mal di testa molto intenso e non eliminabile con i comuni anhttps://www.pazienti.it/sintomi/occhi-gonfialgesici oltre a edema della zona oculare.

In alcuni casi, subentrano un dolore intenso al collo (torcicollo) e disturbi visivi come la diplopia (visione doppia). Gli altri sintomi sono simili a quelli della fase acuta ma con maggiore durata.

La cronicizzazione della sinusite è una condizione difficile da trattare per questo, in caso di attacchi acuti ripetuti, è fortemente consigliato rivolgersi ad uno specialista otorino.

Sintomi della sinusite nei bambini

I sintomi della sinusite nei bambini sono più difficili da diagnosticare vista la facilità di contrarre raffreddori o infezioni delle prime vie aeree o la tendenza ad allergie, tutte patologie con sintomatologia simile. Tuttavia, la sinusite nei bambini è una patologia piuttosto comune anche come complicanza dello stesso raffreddore.

La sinusite nei bambini si riconosce molto spesso dalla durata, oltre il normale decorso, del raffreddore e se, insieme ai sintomi tipici, se ne presentano altri come secrezione catarrale, in aggiunta al normale gocciolamento del naso tipico del raffreddore, cefalea e febbre prolungata.

Tipici sintomi dei bambini sono inoltre l’irritabilità, l’inappetenza ed il gonfiore intorno agli occhi.

Quali sono le cause della sinusite?

La causa più comune della sinusite è il raffreddore o l'influenza. Il virus del raffreddore o dell'influenza si diffonde ai seni dalle vie aeree superiori.

A volte, si può sviluppare un’infezione batterica secondaria, con conseguente gonfiore all'interno dei seni.Anche un dente infetto può anche causare l’infezione.

Esistono altri fattori che possono rendere i seni più vulnerabili alle infezioni. Tra questi ci sono:

  • sostanze che possono irritare i seni (inquinamento atmosferico, fumo, pesticidi, disinfettanti e detergenti per la casa)
  • allergie (rinite allergica, asma e febbre da fieno)
  • tutto ciò che provoca restringimento delle cavità nasali (lesioni facciali o polipi nasali)
  • fibrosi cistica, una condizione genetica che causa muco denso e appiccicoso

Come si diagnostica la sinusite?

La sinusite viene diagnosticata in base alla presenza dei seguenti sintomi:

  • ostruzione nasale o naso che cola con dolore facciale
  • riduzione o perdita del senso dell'olfatto

Se la sinusite è grave o continua a ripresentarsi, il medico di famiglia può fare riferimento a uno specialista ENT (specialista dell'orecchio, del naso e della gola), che effettuerà un test per determinare la causa.

Si può anche effettuare una radiografia o una TAC per scoprire la causa della sinusite.

Chi può soffrire di sinusite?

Molte persone ne sono colpite; si è stimano che negli Stati Uniti circa 35 milioni di persone ne soffrono almeno una volta all'anno.

I fattori che favoriscono l'insorgere della sinusite sono:

  • gonfiori all'interno del naso, dovuti – ad esempio – ad un comune raffreddore;
  • ostruzione dei dotti drenanti;
  • differenze strutturali che restringono questi dotti;
  • polipi nasali;
  • malattie che colpiscono il sistema immunitario o cure che compromettono il fiosiologico funzionamento del sistema immunitario.

Inoltre per i bambini la sinusite è favorita da:

  • allergie;
  • malattie prese da altri bambini all'asilo nido o alla scuola (materna ed elementare);
  • ciucci;
  • bere se sdraiati sul dorso;
  • fumo presente negli ambienti.

Negli adulti, invece, i fattori di rischio principali sono le infezioni e il fumo.

Come si cura la sinusite?

La maggior parte dei casi di sinusite sono causati da un’infezione virale, che guarisce spesso da sola. Se si soffre di sinusite lieve si possono prendere antidolorifici OTC (da banco) e decongestionanti per alleviarne i sintomi. È bene rivolgersi al medico se i sintomi non migliorano dopo sette giorni, se stanno peggiorando, o se la sinusite continua a tornare. In questi casi, le opzioni di trattamento sono:

Tuttavia, questi trattamenti vengono utilizzati solo per i casi gravi.

Le linee guida di alcuni paesi, come il Canada e gli USA, raccomandano un ciclo di 14 giorni e, in caso di sinusite cronica, di mantenere il trattamento per almeno 7 giorni dopo la scomparsa dei sintomi. In Italia il trattamento viene effettuato di norma per 7 giorni e, in caso non si dimostri risolutivo, viene ripetuto modificando tipologia e/o dosaggio dell’ antibiotico con altri più funzionali.

Qualora la cronicizzazione della sinusite fosse dovuta a fattori anatomici, come la deviazione del setto nasale o la presenza di polipi, si prende in considerazione il trattamento chirurgico con asportazione dei polipi o ripristinando la normale anatomia dei setti per via endoscopica.

Cosa è l'endoscopia nasale?

L'endoscopia nasale è uno strumento simile ad un tubo dotato di piccole luci e videocamere. Viene utilizzato dai dottori per vedere all'interno del naso e il drenaggio delle aree delle cavità. Potrebbe essere necessaria un'anestesia locale per intorpidire l'area, ma non sempre è necessaria.

Quali sono le complicanze della sinusite?

Le complicanze della sinusite sono più comuni nei bambini che negli adulti. Se il bambino ha avuto la sinusite e ha gonfiore intorno agli zigomi o alla palpebra, può essere un’infezione batterica della cute e dei tessuti molli o un'infezione del tessuto che circonda l'occhio.

In presenza di questi sintomi, è bene portare il bambino dal medico di famiglia, che potrà rivolgersi ad uno specialista (otorinolaringoiatra). 

Quali sono gli antibiotici prescritti per la sinusite?

Il trattamento d’elezione per la sinusite prevede l’uso di amoxicillina, un antibiotico appartenente alla famiglia delle penicilline di solito associato all’acido clavulanico che lo rende efficace anche contro molti batteri penicillino-resistenti.

Si assume per via orale ed è necessario un ciclo di almeno 7 giorni. Perchè il farmaco sia pienamente efficace deve essere assunto rispettando scrupolosamente le modalità di assunzione prescritte. Come la maggior parte degli antibiotici può avere un effetto gastrodistuttore e va quindi assunto a stomaco pieno.

Per le sinusiti acute non cronicizzate è spesso utilizzata l’azitromicina, un antibiotico della famiglia dei macrolidi particolarmente indicato nelle infezioni causate da cocchi.

In altri casi, ma più raramente, viene prescritto il trimetoprim-sulfametoxazolo (bactrim).

Si può prevenire la sinusite?

Non ci sono metodi sicuri per prevenire la sinusite.

Esistono però alcuni accorgimenti che ne diminuiscono il rischio, quali:

  • evitare di fumare e di inalare fumo passivo;
  • lavarsi spesso le mani, specialmente durante la stagione dei raffreddori e dell'influenza, ed evitare di toccarsi la faccia;
  • evitare il contatto con sostanze a cui sai di essere allergico.