Colesterolo alto

Contenuto di: - Curatore scientifico: Dr. Tania Catalano
Indice contenuto:
  1. Quali sono i sintomi del colesterolo alto?
  2. Quali sono le cause del colesterolo alto?
  3. Quali possono essere le conseguenze del colesterolo alto?
  4. Come si può prevenire?
  5. Cosa indica il colesterolo alto?
  6. Quali sono i fattori di rischio?
  7. Come si diagnostica?
  8. Come viene trattato?
  9. Come si può cambiare lo stile di vita?

Quali sono i sintomi del colesterolo alto?

Colesterolo alto

Solitamente, il colesterolo alto è privo di sintomi. Solo in caso di livelli eccessivamente elevati, si possono avere depositi che si localizzano in pelle, palpebre e tendini con la formazione di protuberanze note come xantomi.

Quali sono le cause del colesterolo alto?

Se l'ipercolestemia non è associata a nessuna malattia, il colesterolo alto può essere dovuto a:

  • consumo di eccessivi grassi saturi e alimenti ricchi di colesterolo
  • inattività
  • ipercolesterolemia familiare (malattia genetica che predispone ad elevati livelli di colesterolo LDL nel sangue)

Se l'aumento del colesterolo è, invece, conseguenza di patologie, le principali malattie che possono causare tale condizione sono:

  • cirrosi biliare
  • epatopatie
  • ipofunzionamento della tiroide
  • sindrome nefrosica
  • eccessivo consumo di cortisonici
  • uso protratto della pillola anticoncezionale

Il colesterolo viene trasportato attraverso il sangue, attaccato alle proteine. Questa combinazione di proteine e colesterolo è chiamata lipoproteina. Esistono diversi tipi di colesterolo, in base al tipo di colesterolo la lipoproteina porta. Essi sono:

  • lipoproteina a bassa densità (LDL). L'LDL o colesterolo "cattivo" trasporta le particelle di colesterolo in tutto il corpo. Si sviluppa nelle pareti delle arterie, rendendole rigide e strette;
  • lipoproteina ad alta densità (HDL). L'HDL o colesterolo "buono" raccoglie il colesterolo in eccesso e lo riporta al fegato.

I fattori controllabili, come l'inattività, l'obesità e una dieta malsana, contribuiscono a un elevato colesterolo LDL e a un basso livello di colesterolo HDL. 

Quali possono essere le conseguenze del colesterolo alto?

Il colesterolo alto può causare l'aterosclerosi, un pericoloso accumulo di colesterolo e altri depositi sulle pareti delle arterie. Questi depositi (placche) possono ridurre il flusso di sangue attraverso le arterie, che possono causare complicazioni, come ad esempio:

  • dolore al petto. Se le arterie che forniscono il cuore di sangue (arterie coronarie) sono intasate, si può avere dolore toracico (angina) e altri sintomi di malattia coronarica;
  • attacco di cuore. Se le placche si rompono, un grumo di sangue può formarsi al sito di rottura della placca, bloccando il flusso di sangue. Se il flusso di sangue si blocca su una parte del cuore, ci potrebbe essere il rischio di un attacco di cuore;
  • ictus. Simile ad un attacco di cuore, se il flusso sanguigno del cervello è bloccato da un coagulo di sangue, si verifica un ictus.

Come si può prevenire?

I cambiamenti nello stile di vita possono abbassare il colesterolo. Per aiutare a prevenire il colesterolo alto, è possibile:

  • seguire una dieta a basso contenuto di sale che includa molta frutta, verdure e cereali integrali
  • limitare la quantità di grassi animali e utilizzare grassi buoni con moderazione
  • perdere i chili in più e mantenere un peso sano
  • smettere di fumare
  • esercitarsi per almeno 30 minuti al giorno
  • bere alcool con moderazione

Cosa indica il colesterolo alto?

Il colesterolo è una sostanza che si trova nei grassi (lipidi) del sangue. Il corpo ha bisogno di colesterolo per continuare a costruire cellule sane, averne un valore elevato può aumentare il rischio di malattie cardiache.

Quando si ha un alto livello di colesterolo, si possono sviluppare depositi di grasso nei vasi sanguigni. Questi depositi rendono difficile il flusso di sangue nelle arterie. Il cuore non può ottenere la giusta quantità di sangue ricco di ossigeno, aumentando il rischio di un infarto. Il flusso di sangue diminuito nel cervello può causare un ictus.

Il colesterolo alto può essere ereditario, ma è spesso il risultato di scelte malsane di stile di vita e quindi prevenibile e curabile. Una dieta sana, un esercizio regolare e talvolta un farmaco possono aiutare molto a ridurre il colesterolo alto.

Si parla di colesterolo alto quando la concentrazione di colesterolo totale eccede i 240 milligrammi per decilitro di sangue (mg/dl). Se ci si riferisce, invece, alla colesterolemia LDL responsabile dell'aterosclerosi, si parla di colesterolo alto se si eccedono i 160 mg/dl.

Quali sono i fattori di rischio?

I fattori che possono aumentare il rischio di colesterolo alto includono:

  • Dieta povera. Mangiare grassi saturi, che si trovano nei prodotti animali, in alcuni biscotti e cracker, può aumentare il livello di colesterolo. Anche gli alimenti ad alto contenuto di colesterolo, come la carne rossa e i prodotti lattiero-caseari, aumentano il colesterolo totale.
  • Obesità. Avere un indice di massa corporea (BMI) di 30 o superiore, mette a rischio di colesterolo elevato.
  • Eccessiva circonferenza della vita. Il rischio aumenta se si è un uomo con una circonferenza della vita di almeno 102 cm o una donna con una circonferenza della vita di almeno 89 centimetri.
  • Mancanza di esercizio. L'esercizio fisico aiuta a stimolare la produzione di HDL o colesterolo "buono", aumentando le dimensioni delle particelle che costituiscono l’LDL o il colesterolo "cattivo", rendendolo meno dannoso.
  • Fumo. Il fumo di sigarette danneggia le pareti dei vasi sanguigni, facendo accumulare depositi di grasso. Il fumo può anche abbassare il livello di HDL o colesterolo "buono".
  • Diabete. Un elevato valore di zucchero nel sangue contribuisce ad un aumento del colesterolo LDL e un abbassamento del livello di colesterolo HDL. Alti livelli di zucchero nel sangue danneggiano la membrana delle arterie.

Come si diagnostica?

Un test del sangue per controllare i livelli del colesterolo, chiamato pannello lipidico o profilo lipidico, riporta in genere il livello di:

  • colesterolo totale
  • colesterolo LDL
  • colesterolo HDL
  • trigliceridi, un tipo di grasso nel sangue

Per le misurazioni più accurate, non mangiare o bere (tranne l'acqua) da 9 a 12 ore prima che il campione di sangue sia raccolto.

Come viene trattato?

Cambiamenti di stile di vita, come esercizio fisico e seguire una dieta sana, sono la prima linea di difesa contro il colesterolo alto. Se però si sono già presi questi accorgimenti e i livelli del colesterolo rimangono elevati, il medico può raccomandare l’assunzione di un farmaco.

La scelta specifica del farmaco o della combinazione di farmaci dipende da diversi fattori, inclusi i fattori individuali di rischio, l’età, la salute attuale e i possibili effetti collaterali. Le scelte comuni includono: 

  • Statine. Le statine bloccano una sostanza che il fegato ha bisogno per produrre il colesterolo. Possono anche aiutare il corpo a riassorbire il colesterolo dai depositi sulle pareti dell'arteria.
  • Resine. Il fegato usa il colesterolo per produrre acidi biliari, una sostanza necessaria per la digestione. Alcuni farmaci riducono il colesterolo indirettamente mediante il legame agli acidi biliari. Questo porta il fegato ai utilizzare il colesterolo in eccesso per produrre più acidi biliari, riducendo il livello di colesterolo nel sangue.
  • Inibitori dell'assorbimento del colesterolo. Il piccolo intestino assorbe il colesterolo dalla dieta e lo rilascia nel flusso sanguigno. Un farmaco aiuta a ridurre il colesterolo nel sangue limitando l'assorbimento del colesterolo alimentare.
  • Medicinali iniettabili. Una nuova classe di farmaci può aiutare il fegato ad assorbire più colesterolo LDL e ad abbassare la quantità di colesterolo che circola nel sangue.

Se anche i trigliceridi sono alti, il medico può prescrivere:

  • Fbrati. Riducono i trigliceridi e la produzione di colesterolo lipoproteico a bassa densità, accelerando la rimozione dei trigliceridi dal sangue. Il colesterolo lipoproteico contiene principalmente trigliceridi.
  • Niacina. La niacina diminuisce i trigliceridi limitando la capacità del fegato di produrre il colesterolo LDL e ipoproteico.
  • Integratori di acido grasso Omega-3. Possono aiutare a diminuire i trigliceridi.

La tolleranza dei farmaci varia da persona a persona. Gli effetti collaterali comuni sono dolori muscolari, allo stomaco, costipazione, nausea e diarrea

Come si può cambiare lo stile di vita?

I cambiamenti nello stile di vita sono essenziali per migliorare il livello di colesterolo. Perdere il peso eccessivo, mangiare alimenti sani e aumentare l'attività fisica, sono i fondamentali, oltre a:

  • Scegliere grassi più sani. I grassi saturi aumentano il colesterolo totale e il colesterolo LDL. Le fonti più comuni di grassi saturi nella dieta sono le carni rosse, le carni trasformate e i prodotti lattiero-caseari. Il grasso monoinsaturo, che si trova nell’olio di oliva, è un'opzione più sana. Avocado, mandorle e noci sono altre fonti di grasso sano.
  • Evitare i grassi trans. Spesso presenti nelle margarine e nei biscotti, cracker e torte snack, sono particolarmente cattivi per i livelli del colesterolo. Non solo i grassi trans aumentano il totale del LDL, ma abbassano anche il colesterolo HDL. Gli alimenti che elencano "oli parzialmente idrogenati" negli ingredienti contengono grassi trans.
  • Limitare il colesterolo nella dieta. Le fonti più concentrate di colesterolo includono carni, tuorli d'uovo e prodotti a base di latte intero. Utilizzare invece tagli magri di carne e latte scremato. Limitare l'assunzione di uova a non più di 7 a settimana.
  • Selezionare i grani interi. Diverse sostanze nutritive presenti nei cereali integrali promuovono la salute del cuore. Scegliere pane integrale, pasta di grano intero, farina di grano intero e riso bruno. Farina d'avena e crusca d'avena sono altre buone scelte.
  • Mangiare frutta e verdura. Sono ricche di fibre alimentari, che possono aiutare a ridurre il colesterolo.
  • Mangiare pesce. Alcuni tipi di pesci, come il merluzzo, il tonno, hanno meno grassi totali, grassi saturi e colesterolo rispetto a carne e pollame. Salmoni, sgombri e aringhe sono ricchi di acidi grassi omega-3 e contribuiscono a promuovere la salute del cuore.
  • Bere alcool con moderazione. Non più di una bevanda al giorno per le donne e una o due bevande al giorno per gli uomini.
  • perdere i chili in più: il peso in eccesso contribuisce al colesterolo alto.
  • Allenarsi regolarmente: l'esercizio fisico regolare può aiutare a migliorare i livelli di colesterolo.
  • Non fumare.