Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Cefalea

Cefalea

Cefalea
Curatore scientifico
Dr. Roberta Arca
Specialità del contenuto
Neurologia

Indice del contenuto

Cos'è

La cefalea è una tipologia di mal di testa, ossia un tipo di dolore alla testa che coinvolge la parte sopra gli occhi e le orecchie o dietro la testa (occipitale) e anche la parte posteriore e superiore del collo.

Può essere un segno di stress o di disagio emotivo o può derivare da un disturbo medico, come emicrania, pressione alta, ansia o depressione. Può portare ad altri problemi. 

Ad esempio, le persone con cefalea cronica possono avere difficoltà ad andare regolarmente al lavoro o a scuola.

Cause

La cefalea, come ogni mal di testa, dolore toracico o mal di schiena. Esistono svariate cause di cefalea che può essere suddivisa in due tipi, che sono:
  • Cefalea primaria
  • Cefalea secondaria
La cefalea primaria non è associata ad altre malattie, è una malattia indipendente causata dalla sovra attività di strutture che si trovano nella testa che sono sensibili al dolore. 

Ciò include i vasi sanguigni, i muscoli e i nervi della testa e del collo. Possono anche derivare da variazioni di attività chimiche nel cervello.

Esempi di cefalea primaria sono:
  • Emicrania – Si tratta del secondo tipo più comune di cefalea primaria. Colpisce i bambini come gli adulti. Prima della pubertà, maschi e femmine sono ugualmente colpiti da emicrania, dopo la pubertà le donne sono più colpite degli uomini. L'emicrania spesso non viene diagnosticata o viene confusa con mal di testa da tensione;
  • Mal di testa da tensione – Si tratta del tipo più frequente di cefalea primaria. Ben il 90% degli adulti presenta mal di testa da tensione che è però più comune tra le donne che tra gli uomini;
  • Cefalea a grappolo – Si tratta di una forma rara ma importante di cefalea primaria che colpisce prevalentemente gli uomini. L'età media di chi viene colpito è 28-30 anni, anche se questo tipo di mal di testa può iniziare nell'infanzia.
La cefalea secondaria è causata da altre malattie di maggiore o minore entità. Hanno sintomi che si verificano quando un'altra condizione stimola i nervi sensibili al dolore della testa. 

In altre parole, i sintomi del mal di testa possono essere attribuiti ad un'altra causa.

I mal di testa appartenenti alla sfera della cefalea secondaria possono derivare da condizioni innumerevoli, dalle più gravi alle meno importanti:
Molte persone soffrono di una cefalea ''mista'' in cui mal di testa da tensione o mal di testa secondari possono scatenare l'emicrania.
 
 Poiché le cefalee possono essere sintomi di una grave condizione, è importante consultare un medico se diventano più severe, regolari o persistenti.

Ad esempio, se un mal di testa è più doloroso e distruttivo rispetto aie mal di testa precedenti, peggiora o non migliora con il farmaco o è accompagnato da altri sintomi come confusione, febbre, cambiamenti sensoriali e rigidità del collo, è necessario contattare immediatamente un medico.

Tipi

I sintomi di un mal di testa possono dipendere dal tipo:
  • Cefalea tensiva – Le cefalee tensive sono la forma più comune di mal di testa primario. Tali mal di testa normalmente iniziano lentamente e gradualmente nel mezzo della giornata. La persona può sentire: una fascia stretta intorno alla testa; un dolore costante e sordo su entrambi i lati; il dolore si diffonde dal collo. Le cefalee tensive possono essere episodiche o croniche. Gli attacchi episodici durano di solito poche ore, ma possono andare avanti per diversi giorni. La cefalea cronica si verifica per 15 o più giorni al mese per un periodo di almeno 3 mesi
  • Emicrania – Una cefalea emicranica può causare un dolore pulsante di solito solo da un lato della testa. Il dolore può essere accompagnato da: visione offuscata; stordimento; nausea; disturbi sensori conosciuti come aura. L'emicrania è la seconda forma più comune di mal di testa primaria e può avere un impatto significativo sulla vita di un individuo. Può durare da poche ore a due o tre giorni
  • Cefalea di rimbalzo – O di uso farmacologico deriva da un uso eccessivo di farmaci per curare i sintomi della cefalea. Sono la causa più comune di mal di testa secondario. Di solito, cominciano presto la giornata e continuano durante il giorno. Possono migliorare con un antidolorifico, ma peggiorano quando i suoi effetti si esauriscono. Può causare: dolore al collo; irrequietezza; sensazione di congestione nasale; riduzione della qualità del sonno
  • Cefalea a grappolo – Di solito dura tra 15 minuti e 3 ore e si verifica improvvisamente una volta al giorno fino a 8 volte al giorno per un periodo che va da settimane a mesi. Il dolore causato dalle emicranie a grappolo è: unilaterale; grave; spesso descritto come tagliente o bruciante; localizzato intorno ad un occhio. L'area colpita può diventare rossa e gonfia, la palpebra può scendere e il passaggio nasale sul lato colpito può chiudersi
  • Cefalea a rombo di tuono – Si tratta di un improvviso e grave mal di testa. Raggiunge l'intensità massima in meno di un minuto e dura più di 5 minuti. Spesso risulta secondaria a condizioni pericolose per la vita, come emorragia intracerebrale, trombosi venosa cerebrale, aneurismi, sindrome della vasocostrizione cerebrale reversibile, meningite e apoplessia pituitaria. Pertanto, le persone che sperimentano queste emicranie improvvise e severe dovrebbero cercare immediatamente la valutazione medica.

Diagnosi

Di solito, un medico è in grado di diagnosticare la cefalea attraverso una descrizione della condizione, del tipo di dolore, della tempistica e del tipo degli attacchi. Se la natura dell'emicrania sembra complessa, è possibile eseguire esami per eliminare cause più gravi.

Ulteriori test potrebbero includere:

Cura

Il farmaco antidolorifico è disponibile in farmacia oppure i medici possono prescrivere farmaci preventivi come antidepressivi triciclici, agonisti del recettore della serotonina, farmaci antiepilettici e betabloccanti.

È importante seguire i consigli del medico perché l'uso eccessivo di farmaci per il sollievo dal dolore può portare a problemi di rimbalzo. 

Il trattamento delle emicranie di rimbalzo comporta la riduzione o la sospensione del farmaco di sollievo dal dolore. In casi estremi, può essere necessario un breve soggiorno in ospedale per gestire il ritiro in modo sicuro ed efficace.

Rimedi

Si possono adottare vari rimedi per il di mal di testa e per alleviare il dolore:
  • Applicare un pacchetto di ghiaccio alla testa o al collo, ma evitare temperature estreme
  • Evitare i fattori di stress, dove possibile, e sviluppare strategie per combattere lo stress inevitabile
  • Mangiare pasti regolari, facendo attenzione a mantenere i livello dello zucchero stabile nel sangue 
  • Una doccia calda può aiutare
  • Praticare esercizio fisico regolarmente 
  • Riposare abbastanza, il sonno regolare contribuisce alla salute generale e alla riduzione dello stress
  • Agopuntura: è una terapia alternativa che può aiutare ad alleviare l'emicrania
  • Terapia comportamentale cognitiva
  • Prodotti erboristici e nutrizionali
  • Ipnosi
  • Meditazione
A volte, una mal di testa può derivare da una carenza di un particolare nutrimento o sostanze nutritive, in particolare il magnesio e alcuni tipi di vitamina B

Le carenze nutritive possono essere dovute a una dieta povera di qualità, alla base di problemi di malassorbimento o di altre condizioni mediche.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Disartria
La disartria è un disordine della parola. Deriva da una alterazione dei movimenti dei muscoli che permettono di parlare correttamente, tr...
Insonnia
L'insonnia è la percezione di un sonno insufficiente o di scarsa qualità.