Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Astinenza

Astinenza

Astinenza
Curatore scientifico
Dr. Martina Valizzone
Specialità del contenuto
Medicina generale Psicologia

Cos'è l'astinenza?

Quando parliamo di astinenza, parliamo di un insieme complesso di manifestazioni cliniche che si verificano a seguito della sospensione di una sostanza ad azione farmacologica, assunta per scopi terapeutici o per uso personale.

Secondo l’ICD 10 (International Classification of Diseases) le sostanze ad azione farmacologica in grado di provocare una sindrome da astinenza, sono le seguenti:

  • alcol;
  • oppioidi;
  • cannabinoidi;
  • allucinogeni;
  • sedativi;
  • cocaina;
  • nicotina;
  • solventi volatili;
  • sostanze psicoattive.

Oltre all’abuso di sostanze, la sindrome e le crisi d’astinenza possono essere provocate anche dalla brusca interruzione di alcuni comportamenti patologici.

Ne sono un esempio: la ludopatia, lo shopping compulsivo, il gioco d’azzardo patologico e le dipendenze indotte dall’uso delle tecnologie, comportamenti in grado di indurre una forte dipendenza fisica e psicologica, al pari dell’assunzione di sostanze.

Cosa succede nel cervello durante una crisi d'astinenza?

Nella genesi di una dipendenza, sembra svolgere un ruolo determinante quello che viene definito circuito di reward o sistema di ricompensa, che trae origine nei nuclei profondi dell’encefalo.

Grazie all’attivazione della dopamina, il sistema di ricompensa cerebrale fa sì che i comportamenti risultati utili a soddisfare i nostri bisogni organici (quali ad esempio fame e sete) siano rinforzati dalla sensazione emotiva del piacere che da questi deriva, fattore che ci induce quindi a ripeterli.

Lo stesso accade con le sostanze e le dipendenze più in generale. Le sensazioni che derivano dall’assunzione di certe sostanze o dalla messa in atto di alcuni comportamenti provocano, in maniera del tutto artificiale, l’attivazione del sistema della ricompensa che ci induce a ricercare spasmodicamente la stessa sensazioni di benessere e piacere che, se non assecondata, porta allo sviluppo dei sintomi da astinenza, tra cui:

Astinenza da nicotina

Smettere di fumare può essere molto difficile, per due ordini di motivi:

  • il primo è dato dalla forte dipendenza indotta dalla sostanza (la nicotina)
  • il secondo dalla dipendenza comportamentale e rituale che si accompagna all’atto del fumare.

La sindrome da astinenza da nicotina è in grado di manifestarsi già nelle 24h successive all’interruzione dell’assunzione della suddetta sostanza, e può provocare quadri sintomatologici tali da includere:

Astinenza sessuale

L’astinenza sessuale può rappresentare una scelta personale o di coppia, ma anche diretta conseguenza di una patologia organica o l’effetto di un periodo di crisi della coppia.

Alla stregua delle altre dipendenze, l’attività sessuale, favorendo il rilascio delle endorfine e inducendo una sensazione di piacere e benessere psicofisico generalizzato è in grado di indurre dipendenza. Dipendenza che, se non soddisfatta, può portare a manifestare un eccessivo nervosismo, mal di testa, stati d’ansia, insonnia o ancora mancanza d’appetito.

Astinenza da droghe

Quando si diventa dipendenti da una o più sostanze stupefacenti, una volta che se ne sospende l’assunzione i primi sintomi da astinenza, si manifestano già a poche ore di distanza dall’ultima dose e sono direttamente correlati al tipo di sostanza assunta. 

Di seguito si enuncia l’azione dell'astinenza dalle principali sostanze sul nostro corpo:

  • Eroina: l’astinenza inizia 12 ore dopo l’ultima dose, con un picco dei sintomi tre le 24-48 ore per un tempo che va da una settimana fino a qualche mese.
  • Oppiacei (come metadone e morfina): i primi sintomi dell'astinenza si manifestano già entro le 8-12 ore dall’ultima assunzione, per durare generalmente dai 5 ai 10 giorni. 
  • Benzodiazepine (come lo xanax o il valium): entro 1-4 giorni si manifesta la sindrome da astinenza, con un picco entro le prime due settimane di non utilizzo. In casi di uso prolungato, i sintomi da astinenza possono perdurare mesi se non addirittura anni. 
  • Cocaina: questa sostanza crea una forte dipendenza, tanto che i sintomi possono iniziare a manifestarsi a partire da qualche ora dall’ultima dose per continuare a manifestarsi fino a 10 settimane.
  • Alcol: la sindrome da astinenza alcolica si manifesta molto rapidamente, a partire da circa 8 ore dall’ultimo drink per protrarsi fino a qualche settimana. 

Dipendenza psicologica

La dipendenza ancor prima di essere il risultato di un processo neurobiologico o un problema sociale è un fenomeno individuale che deriva da problematiche psicologiche, che possono presentarsi nel corso della vita in risposta a specifici fattori evolutivi, a traumi, stress o ad eventi di vita inattesi.

Per dipendenza in psicologia si intende una grave alterazione del comportamento abituale che si manifesta con una ricerca spasmodica e patologica del piacere attraverso l’uso o abuso di sostanze o la messa in atto di comportamenti disadattivi e potenzialmente pericolosi, sui quali la persona non riesce ad avere il minimo controllo. 

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Fame nervosa
La fame nervosa può avere una serie di cause, che si distinguono principalmente in due gruppi: cause di tipo psicologico e cause di tipo ...
Bernoccolo
Un bernoccolo è un sintomo di origine traumatica che insorge generalmente sulla fronte dopo aver battuto violentemente la testa.
Uricemia alta
Si parla di Uricemia Alta quando il livello di Acido Urico nel Sangue è superiore ai valori fisiologici di riferimento.