Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Anatomia
  4. Emazie

Emazie

Emazie
Curatore scientifico
Dr. Massimo Zuccaccia
Specialità del contenuto
Ematologia

Cosa sono le emazie

Le emazie sono i globuli rossi presenti nel sangue. Il colore rossastro è dato dalla presenza al loro interno dell’emoglobina, una glicoproteina ricca di ferro e fondamentale per l’organismo umano, in quanto responsabile del trasporto di ossigeno e anidride carbonica.

Quando il sangue attraversa i tessuti del corpo, l’emoglobina rilascia ossigeno alle cellule. Le emazie, grazie al trasporto del sangue, viaggiano in tutto il corpo per fornire ossigeno e rimuovere le sostanze tossiche in eccesso. Una goccia di sangue contiene milioni di emazie.

Con il tempo, le emazie si consumano e muoiono: il loro ciclo medio di vita è di circa 120 giorni. Le emazie, meglio eritrociti o globuli rossi, sono prodotte dal midollo osseo. 

Cosa significa emazie nelle urine

Quando da un esame risultano presenze di emazie nelle urine, si è soliti parlare di ematuria.

Le emazie colorano l’urina di varie sfumature e possono essere più o meno visibili.

La quantità di emazie presenti nelle urine non sempre è legata alla gravità di un disturbo.

I sintomi che possono concorrere alla presenza di emazie nelle urine sono:

Cause della presenza di sangue nelle urine

Esistono diverse condizioni che portano alla presenza di emazie nelle urine.

Le principali sono:

Emazie ipocromiche

Il termine emazie ipocromiche descrive una condizione per cui un soggetto possiede una quantità minore di emoglobina rispetto al normale.

Questo può comportare difficoltà per chi ne soffre, visti i compiti importanti che l’emoglobina svolge all’interno dell’organismo umano, come il trasporto di ossigeno all’interno del corpo.

Una condizione di emazie ipocromiche è generalmente legata all’anemia, il disturbo del sangue più diffuso al mondo, soprattutto in chi mangia poca carne.

Spesso, l’anemia è causata dalla talassemia, una patologia ereditaria che comporta la diminuzione della presenza di emoglobina.

Valori normali

Un conteggio normale di emazie varia a seconda dell’età e dal sesso del soggetto:

  • Donne: valore standard tra 4,2 - 5,4 milioni di globuli rossi per microlitro (milioni/uL).
  • Uomini: valore standard tra 4,7 - 6 milioni/uL.
  • Bambini: valore standard tra 4,6 - 4,8 milioni/uL.
Chi vive ad elevate altitudini, dove c'è minore tensione di ossigeno, può avere parametri leggermente superiori.

Avere un numero standard di emazie nel sangue aiuta l’organismo a realizzare molte funzioni vitali.

Un aumento del livello di emazie del sangue all’interno del flusso sanguigno porta ad una condizione nota come policitemia: chi ne è affetto sperimenta un aumento dei livelli di ematocrito, emoglobina e globuli rossi.

Le cause specifiche di un conteggio alto di emazie possono includere:

  • Consumo di steroidi anabolizzanti (stimolano la produzione di globuli rossi).
  • Intossicazione da monossido di carbonio.
  • Cardiopatie congenite.
  • Disidratazione.
  • Insufficienza cardiaca.
  • Disturbi renali.
  • Malattie cardiache.
  • Malattie polmonari.
  • Fumo.
  • Vivere ad un’altitudine elevata (c’è meno ossigeno nell’aria).

Gravidanza e sangue nelle urine

Tra gli esami che vengono prescritti alle donne in gravidanza, l’analisi delle urine è il test che viene eseguito con più frequenza e regolarità, perché permette di acquisire informazioni utili sia per valutare la funzionalità renale sia per monitorare le condizioni di salute generali della donna.

La presenza di emazie nelle urine è in genere legata all’insorgere di una leggera forma di anemia, disturbo frequente tra le donne in gravidanza.

Questa condizione può essere tenuta sotto controllo e risolta grazie al ricorso a ferro, vitamina B12 e acido folico, oppure tramite l’acquisizione di testosterone.

Esami utili

Esistono diversi esami per determinare la causa della presenza di emazie nelle urine.

I principali sono:

Esistono, poi, altri 2 esami specifici cui ricorrere in questi casi:

  • Il test di Coombs, esame di laboratorio utile per rilevare la presenza di anticorpi nei globuli rossi.
  • Ves (velocità di eritrosedimentazione), esame del sangue che verifica la velocità di sedimentazione degli eritrociti e la velocità con cui i globuli rossi si separano dal plasma.

Cura per la presenza di emazie nelle urine

Le cure per la presenza di emazie nelle urine dipendono dalla causa di tale condizione.

In genere, gli interventi possibili sono:

  • Cure antibiotiche (soprattutto in caso di infezioni).
  • Terapia farmacologica.
  • Creme lenitive ad applicazione locale.
  • Frequenti controlli medici.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Fattore Rh
L’antigene Rh è stato scoperto da Landsteiner nel 1930 a seguito di studi condotti su un gruppo di macachi Rhesus, da cui derivò il nome ...
Linfociti T
I linfociti T sono una classe di linfociti (globuli bianchi) deputata a mettere in moto una serie di meccanismi di difesa contro gli agen...
Cellule staminali
Gli organismi sono composti da cellule ben differenziate che, insieme, costituiscono i tessuti e gli organi. Esse, però, originano da cel...