Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Atelettasia Polmonare

Atelettasia

Atelettasia
Curatore scientifico
Dr. Carlo Iadevaia
Specialità del contenuto
Pneumologia

Significato di atelettasia polmonare

L’atelettasia polmonare è un crollo totale o parziale di un polmone o di un lobo di un polmone e si sviluppa quando le minuscole sacche d'aria, o alveoli, all'interno del polmone si sgonfiano, con modificazione del murmure vescicolare.

Può avere molte cause sia benigne e reversibile che maligne. Talvolta è una complicazione respiratoria post chirurgica, ossia che si verifica dopo la chirurgia. La quantità di tessuto polmonare coinvolto in atelettasia è variabile, a seconda della causa e di quale porzione dell’albero bronchiale risulta coinvolta.

L'atelettasia è inoltre una complicazione possibile di altri problemi respiratori, tra cui la fibrosi cistica; ma si verifica anche a causa di:

La quantità di tessuto polmonare coinvolto in atelettasia è variabile, a seconda della causa. L'atelettasia può rendere difficile respirare l'ossigeno, specialmente se l'infezione polmonare è già presente.

Il trattamento dipende dalla causa scatenante l'attelettasia e dalla gravità del crollo. La patologia si verifica più frequentemente nei bambini molto piccoli piuttosto che nei più grandi e negli adolescenti. 

Sintomi di atelettasia polmonare

I principali sintomi di atelettasia polmonare sono:

Cause di atelettasia polmonare

Le possibili cause di atelettasia sono quattro e includono:

  • Atelettasia da riassorbimento – Si verifica per una ostruzione delle vie aeree a qualunque livello. Tale ostruzione porterà nell’arco delle 24 ore successive a un riassorbimento dell’aria nella parte del polmone a valle dell’ostruzione, con un conseguente "crollo"’ su se stesso del polmone o di una parte di esso. Si verifica più frequentemente  per la presenza di tappi di muco o neoformazioni che ostruiscono un bronco di calibro maggiore
  • Atelettasia passiva o da compressione – Ha luogo in caso di versamento pleurico o di pneumotorace che generano il crollo del polmone per compressione dall’esterno.
  • Atelettasia adesiva – L’atelettasia adesiva si verifica in caso di insufficienze respiratorie post operatorie ed è causata da un danno agli alveoli, con riduzione di volume degli stessi e crollo polmonare.
  • Atelettasia cicatriziale – Comporta, infine, una perdita di volume polmonare che si verifica invece in caso di fibrosi polmonare.
L’ostruzione intrinseca delle vie aeree a danno del parenchima polmonare è la causa più comune di atelettasia nei bambini e l'asma è la malattia di base più comune che predispone i pazienti all’atelettasia.

Altre cause di atelettasia sono:

I bambini di età inferiore a 10 anni hanno meno probabilità di aver sviluppato i canali di Lambert o i pori interalveolari di Kohn. Pertanto, quando le loro vie respiratorie si ostruiscono, ci sono più probabilità che si sviluppi atelettasia nei bambini rispetto agli adulti che hanno già pienamente sviluppato tali comunicazioni.

La compressione estrinseca sulle vie respiratorie è più probabile che provenga dall’ingrossamento dei linfonodi mediastinici (come quelle dovute ad infezione tubercolare), un linfoma o altri tumori nel petto (neoplasia polmonare o metastasi polmonari), o da un ingrossamento del cuore che comprime la parte sinistra principale o il bronco inferiore sinistro.

La compressione estrinseca può anche originarsi da: cicatrici del tessuto polmonare, polmonite, versamento pleurico, pneumotorace, focolaio polmonare, ecc.

Nei bambini con ipoventilazione per un periodo prolungato, gli alveoli possono crollare. Ciò può verificarsi nei bambini con malattie neuromuscolari o che hanno avuto interventi recenti di chirurgia toracica o chirurgia addominale superiore o che assumono farmaci che diminuiscono la loro ventilazione.

L’atelettasia a causa del tessuto polmonare compresso si verifica più comunemente quando è presente nello spazio pleurico aria, sangue o pus.  Il contenuto intratoracico addominale, masse nella parete toracica, cardiomegalia o una parete toracica anomala possono comprimere i tessuti polmonari adiacenti.

Se una parte del polmone si allarga, come ad esempio con l'enfisema congenito, o se il gonfiaggio eccessivo focale si verifica per qualsiasi altro motivo, può comprimere il polmone adiacente, causando atelettasia. L'atelettasia può provocare addensamento polmonare.

Fattori di rischio per atelettasia polmonare

I fattori di rischio dell'atelettasia polmonare sono: 

  • tumori endrobrochiali;
  • qualsiasi condizione che interferisce con la tosse spontanea;
  • confinamento a letto;
  • età pedatrica (vie aeree piccole,suscettibili a tappi di muco);
  • alterata funzione (in particolare negli adulti più anziani) della deglutizione;
  • sindrome da distress respiratorio del neonato;
  • recente chirurgia addominale o toracica;
  • anestesia generale recente;
  • debolezza dei muscoli respiratori, a causa di distrofia muscolare, lesioni del midollo spinale o altra condizione neuromuscolare;
  • qualsiasi causa di respirazione superficiale — tra cui farmaci e loro effetti collaterali o limitazioni meccaniche, come un dolore addominale o una frattura della nervatura.

Complicazioni dell'atelettasia polmonare

La principale complicazione di atelettasia è l'ipossiemia, che può richiedere l’ossigenoterapia e a volte la ventilazione meccanica.

La maggior parte della mortalità per atelettasia è dovuta al disturbo sottostante; la presenza di una atelettasia ostruttiva può essere causa di polmonite a valle dell’ostruzione. 

Diagnosi di atelettasia polmonare

La diagnosi dell’'atelettasia polmonare può essere suggerita dall’esame clinico ma un'esame radiografico del torace e ancor di più una TAC col mezzo di contrasto possono aiutare nella diagnosi differenziale.

Trattamento per l'atelettasia polmonare

Il trattamento dell'atelettasia polmonare dipende dalla causa sottostante il drenaggio toracico ed è utile in caso di versamento pleurico o pneumotorace, mentre in casi selezionati può essere indicato un trattamento per via broncoscopica.

In caso di polmonite secondaria ad atelettasia ostruttiva può essere utile trattamento antibiotico, mentre la fisioterapia respiratoria è utile nei casi di atelettasia secondaria a tappi di muco.

Quando consultare un medico per l'atelettasia

È sempre utile consultare uno specialista pneumologo o un chirurgo toracico in caso di atelettasia. Lo specialista infatti saprà indicare il percorso diagnositico più idoneo per la patologia sottostante.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Difficoltà respiratorie
Le difficoltà respiratorie possono sopraggiungere per varie cause. Occorre riconoscere il motivo della difficoltà respiratoria, per giung...
Tosse secca
La tosse secca è un sintomo particolarmente fastidioso che può avere più di un'origine. Occorre individuare la causa esatta del malessere...
Starnuto
Lo starnuto è una manifestazione fisiologica, spesso usata dall'organismo per espellere sostanze irritanti o batteri.