Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Tosse Secca

Tosse secca

Tosse secca
Curatore scientifico
Dr. Carlo Iadevaia
Specialità del contenuto
Pneumologia

Cos'è la tosse secca?

La tosse è un riflesso difensivo che l'organismo adotta per eliminare l'agente irritante dalle vie aeree; essa si manifesta proprio quando le mucose respiratorie vengono irritate da agenti virali, batterici, smog, fumo o polveri. Viene definita secca se la tosse è priva di espettorazione muco-catarrale.

A seconda della causa scatenante, la tosse secca può comparire all'improvviso e scomparire altrettanto rapidamente, oppure persistere per molte settimane. Può inoltre essere anche solo notturna.

La tosse può presentarsi da sola o, a seconda della causa scatenante, in associazione a sintomi caratteristici come febbre, malessere generale, mal di gola, nausea, voce rauca e dolori articolari, ma anche alitosi (alito cattivo), gengive sanguinanti, diarrea, inappetenza ed eruzione cutanea.

Nei bambini, spesso, la tosse è conseguente ad asma, infezioni virali o assocata a malattie esantematiche.

Quali sono le cause di tosse secca?

La tosse secca costituisce un sintomo caratteristico di numerosi disturbi respiratori e può esordire in differenti malattie ad essa correlate o accompagnarsi ad altri sintomi, per esempio:

  • asma, accompagnata da respiro sibilante (fischietto al petto) difficoltà respiratoria e senso di oppressione
  • toracica;
  • BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva), dove la tosse e la difficoltà respiratoria sono sintomi
  • caratteristici; tuttavia la malattia si può manifestare anche con tosse grassa (catarrale);
  • bronchite acuta, in cui, durante i primi stadi, si distingue per la tosse secca e stizzosa, mentre nella fase avanzata, la malattia produce una tosse tipicamente catarrale (tosse grassa), accompagnata da febbre e malessere generale;
  • cardiopatie, in cui la tosse secca ed insistent,e tipica di questo disturbo, è nota più precisamente come tosse cardiaca;
  • frequente nei distubi della valola mitrale o nello scompenso cardiaco;
  • fibrosi polmonare: in questo caso la tosse e molto stizzosa e spesso complicata da reflusso gastroesofageo.
  • laringite virale, in cui la tosse secca costituisce un sintomo tipico dell'infiammazione acuta della laringe, che tende a risolversi da sé nell'arco di un breve periodo;
  • pertosse: soprattutto nei suoi stadi iniziali, la pertosse si manifesta con numerosi colpi di tosse secca, brevi e continui, che sfociano in un'inconfondibile inspirazione rumorosa;
  • polmonite infettiva, dove l’infiammazione dei polmoni può esordire con tosse secca o grassa;
  • reazioni allergiche, dato che anche l'esposizione ad allergeni (es. pollini) può produrre sintomi come tosse secca e persistente, caratterizzata da sibili, gemiti e difficoltà respiratorie;
  • tumore, nel caso di cancro all'esofago, alla faringe, alla laringe ed al polmone tendono a manifestarsi, in modo più o meno intenso, con tosse secca e stizzosa che non regredisce con alcun farmaco.

Molti pazienti, tuttavia, sviluppano la tosse secca e stizzosa anche dopo l'inalazione di sostanze irritanti, come il fumo ("tosse del fumatore"), polveri ed inquinamento.

Vi sono inoltre alcuni farmaci che possono indurre tosse secca: molti pazienti in cura con gli ACE-inibitori (farmaci per la cura dell'ipertensione arteriosa) accusano spesso sintomi collaterali come la tosse secca.

Tosse secca persistente: che fare?

Quando il quadro clinico di un paziente affetto da tosse secca cronica include uno o più dei sintomi elencati di seguito, è essenziale consultare una figura competente in materia per evitare l'insorgere di eventuali patologie anche gravi o per una diagnosi precoce:

I farmaci più utilizzati in terapia contro la tosse secca sono i sedativi, che possono esercitare una potente azione calmante su di essa; i sedativi sono indicati per sopprimere il sintomo: questi, tuttavia, non risolvono in alcun modo con la causa che l'ha indotta.

Prima di procedere a una terapia, è sempre importante inquadrare bene il tipo di tosse. Spesso, sopratutto nei periodi influenzali, un sedativo della tosse è raccomandato per brevi periodi; la sua somministrazione per molti giorni deve essere valutata sempre da un medico.

In assenza del parere di un esperto, la terapia fai-da-te potrebbe essere pericolosa perché i farmaci o le sostanze utilizzate per calmare la tosse potrebbero ritardare o addirittura ostacolare la guarigione.

Rimedi naturali per la tosse secca

Certamente è possibile servirsi di rimedi naturali come alternativa ai sedativi di sintesi per la cura della tosse secca. A tale scopo, le tisane o le preparazioni erboristiche a base di piante dalle proprietà calmanti ed emollienti possono essere indicate.

Alcuni esempi:

  • Altea (Altea officinalis), da cui lo sciroppo naturale di altea che addolcisce le mucose della gola, rivelandosi un buon rimedio naturale contro la tosse secca;
  • Malva (Malva sylvestris), le cui proprietà epitelio-protettive ed antinfiammatorie delle mucose, rendono la pianta un ottimo rimedio per la tosse secca;
  • Tiglio (Tilia cordata), infatti l'infuso preparato con i fiori essiccati di questa pianta è indicato per proteggere la mucosa faringea e tracheobronchiale nel contesto della tosse secca.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Labbra viola (o blu)
A volte potrebbe capitare che, in presenza di determinate circostanze, il colore del corpo, e soprattutto delle labbra, cambi e assuma to...
Difficoltà respiratorie
Le difficoltà respiratorie possono sopraggiungere per varie cause. Occorre riconoscere il motivo della difficoltà respiratoria, per giung...
Starnuto
Lo starnuto è una manifestazione fisiologica, spesso usata dall'organismo per espellere sostanze irritanti o batteri.