Sintomi e cure della sciatalgia

Contenuto di:

La sciatalgia si manifesta con un intenso dolore che parte dal basso della schiena e raggiunge la gamba in alcuni casi fino al piede. I sintomi dolorosi della sciatalgia sono causati dall'infiammazione o dalla compressione della radice del nervo sciatico. Per la cura della sciatalgia è consigliata la somministrazione di antinfiammatori e assoluto riposo per due settimane.

Cosa è la sciatalgia?

Sintomi_e_cure_della_sciatalgia | Pazienti.it

La sciatalgia o lombosciatalgia (comunemente nota anche come sciatica) è il dolore che accompagna l’infiammazione del nervo sciatico. Quest’ultima produce una sintomatologia dolorosa, e potenzialmente debilitante, ma raramente provoca un danno tissutale permanente e il coinvolgimento del midollo spinale. La sciatalgia è infrequente prima dei 20 anni d’età, e più comune tra i 40 e i 50 anni.

Il nervo sciatico origina dal plesso sacrale, a partire dal segmento lombare L4 fino a quello sacrale S3, scorrendo dalla parte bassa della schiena. Ad ogni livello della colonna vertebrale inferiore, una radice nervosa esce dall'interno del canale spinale. Le radici si uniscono insieme per formare il nervo sciatico, che scende attraverso i glutei fino ai piedi.

Quali sono le cause dell'infiammazione del nervo sciatico?

Le principali condizioni che causano la sciatalgia sono:

  • Malattie degenerative del disco vertebrale. La degenerazione dei dischi vertebrali è un processo fisiologico con l’invecchiamento, tuttavia in alcuni individui è maggiormente accentuato e può causare l’irritazione della radice di un nervo.
  • Protrusione discale o ernia del disco: solo a livello lombare, poiché questa è la regione da cui origina il nervo sciatico. Un’ernia cervicale, ad esempio, non avrà come conseguenza la lombosciatalgia, ma la cervicale infiammata con dolori cervicali e, eventualmente, dolore alla spalla. I rimedi della cervicale, ovviamente, sono diversi da quelli per la lombosciatalgia). L’ernia del disco si verifica quando il materiale interno polposo del disco fuoriesce all’esterno, in parte o completamente. La protrusione del disco, invece, è lo scivolamento verso l’esterno del disco intervertebrale.
  • Spondilolistesi o stenosi spinale. La spondilolistesi è lo scivolamento anteriore rispetto alla vertebra sottostante. La stenosi spinale, invece, è il restringimento del canale vertebrale, ed è relativamente comune negli adulti di età superiore ai 60 anni;
  • Infiammazione del muscolo piriforme del gluteo;
  • Gravidanza.

Cause rare di sciatalgia sono:

  • infezioni;
  • tumori spinali (solitamente sono metastasi di altri tumori);
  • fibrosi epidurale (la presenza di tessuto cicatriziale);
  • traumi e fratture delle vertebre lombari.

Quali sono i sintomi della sciatalgia?

Il sintomo principale della sciatalgia è il dolore alla gamba, ma esso è accompagnato anche da formicolio, intorpidimento o debolezza. Talvolta, si manifesta anche il mal di schiena nella zona lombare, cioè la lombalgia. La lombalgia che si manifesta in caso di sciatalgia tende a cronicizzare, diversamente dalle condizioni acute di mal di schiena (il cosiddetto “colpo della strega”).

Il dolore parte dalla parte bassa della schiena, attraversa il gluteo e scende, lungo il grande nervo sciatico, nella parte posteriore di ogni gamba. Raramente il dolore interessa entrambe le gambe, viene descritto come un bruciore, o un formicolio intenso, o un dolore molto acuto, che rende difficile camminare o alzarsi (complice anche il dolore lombare), e peggiora quando ci si siede (soprattutto a lungo). La debolezza e l’intorpidimento si manifestano nella difficoltà di spostare la gamba, il piede o le dita dei piedi.

Alcuni sintomi, anche se rari, richiedono un intervento medico immediato ed eventualmente chirurgico. Questi includono, ma non sono limitati a:

  • sintomi neurologici progressivi (ad es. debolezza della gamba);
  • disfunzione dell'intestino o della vescica.

Come si diagnostica?

La neurografia è utilizzata nella diagnosi e nel trattamento della sciatalgia. La neurografia a risonanza magnetica è una tecnica che fornisce le immagini migliori dei nervi spinali per evidenziare gli effetti della compressione su questi nervi. La neurografia studia le velocità di conduzione dei nervi, sia sensitivi che motori.

Perché si soffre di sciatalgia in gravidanza?

Il nervo sciatico può infiammarsi durante la gravidanza a causa delle modificazioni che il corpo subisce, sia a livello meccanico, con l’aumento di peso, lo spostamento del baricentro e l’utero che preme contro il nervo, sia a livello ormonale.

Quali sono i fattori di rischio per la sciatalgia?

Tra i fattori di rischio per lo sviluppo della lombosciatalgia vi sono:

  • vita sedentaria;
  • sovrappeso;
  • posture scorrette, scoliosi ed altre alterazioni della colonna vertebrale;
  • attività lavorative pesanti;
  • artrosi lombare (l’artrosi può infatti insorgere in diverse localizzazioni, e lungo la colonna vertebrale si distinguono l’artrosi cervicale e quella lombare);
  • abitudini malsane, come il fumo, che contribuiscono alla degenerazione discale.

Quali sono i rimedi per la sciatalgia?

I rimedi non chirurgici possono alleviare il dolore della sciatalgia, ma quando il dolore è grave o non ci sono miglioramenti occorre un approccio terapeutico più strutturato e forse un intervento chirurgico. L’obiettivo dei trattamenti non chirurgici è di alleviare il dolore e tutti i sintomi neurologici. Vi è una vasta gamma di opzioni disponibili:

  • calore/ghiaccio, per alleviare il dolore sciatico acuto. Di solito il ghiaccio o qualcosa di caldo vengono applicati per circa 20 minuti ogni due ore. La maggior parte delle persone usa il ghiaccio prima, ma alcuni trovano più sollievo con il caldo (si può anche alternare caldo e freddo);
  • farmaci antinfiammatori non steroidei (come ibuprofene o naprossene);
  • iniezioni epidurali di steroidi, per ridurre l’infiammazione;
  • fisioterapia con ginnastica posturale;
  • trattamenti alternativi, come la manipolazione chiropratica, l'agopuntura, i massaggi.

Argomenti: gravidanza Incontinenza sciatalgia dolore alla schiena dolore alla gamba antiffiamatori Formicolii Trattamento osteopatico
Rosolia | Pazienti.it
Rosolia

La rosolia è una malattia esantematica causata da un virus, noto come Rubivirus, appartenente alla famiglia dei Togaviridae. La rosolia si contrae per via aerea o tramite contatto diretto con...

Sindrome_delle_gambe_senza_riposo | Pazienti.it
Sindrome delle gambe senza riposo

La sindrome delle gambe senza riposo è una condizione in cui le gambe provocano disagio, di solito la sera, mentre si sta seduti o sdraiati. Il paziente affetto percepisce il...

Missing | Pazienti.it
Sindrome fetale alcolica

La sindrome alcolica fetale è una malattia che colpisce il feto ed è in grado di causare difetti alla nascita, danni cerebrali, una crescita ridotta e anomalie della testa e...

Stitichezza | Pazienti.it
Stitichezza

La stitichezza è una condizione molto comune che colpisce le persone di ogni età. Può causare difficoltà nell’espellere le feci, eccessivo sforzo o l’impossibilità di svuotare completamente l'intestino. La stitichezza...

Ovaia | Pazienti.it
Ovaie

Le ovaie sono le gonadi femminili, cioè il luogo dove vengono prodotti e si accrescono gli ovociti. Hanno una forma ovale e sono situate lungo la parete laterale del bacino...

Parto | Pazienti.it
Parto

Il parto è considerato il fine naturale della gravidanza, con espulsione o estrazione del feto e degli annessi fetali ( placenta e membrane amniotiche) oltre la 22esima settimana di...

Nausea | Pazienti.it
Nausea

La nausea è la sensazione di vomito e può essere acuta, di breve durata o prolungata. La nausea può avere cause fisiche o psicologiche.

Vasi_previi | Pazienti.it
Vasi previi

Una delle complicazioni meno comuni in gravidanza è rappresentata dai vasi previi, che si presentano quando uno o più vasi sanguigni placentari o del cordone del bambino attraversano il canale...

Acido_folico | Pazienti.it
Acido folico

L'acido folico, detto anche vitamina B9 o folato, è una vitamina idrosolubile che svolge un ruolo fondamentale nella scomposizione e nell'utilizzo delle proteine, coadiuvato dalla vitamina B12. Inoltre, questa vitamina...

Amniocentesi | Pazienti.it
Amniocentesi

L'amniocentesi è una procedura in cui viene rimossa una parte di liquido amniotico dall'utero per effettuare un test. Il liquido amniotico circonda e protegge un bambino durante la gravidanza. Il...