Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Esami
  4. Test Elisa

Test ELISA

Test ELISA
Curatore scientifico
Dr. Antonio Silvestri
Specialità del contenuto
Immunologia Malattie infettive e tropicali

Cos'è

Il test immunoenzimatico (ELISA) è utilizzato per la rilevazione di agenti patogeni all’interno di un campione biologico. Per l’esecuzione del dosaggio, vengono utilizzati anticorpi legati ad un enzima.

Ci sono due varianti del test ELISA:
  • ELISA competitivo
  • ELISA non competitivo.
Quest’ultimo può essere:
  • Diretto
  • Indiretto.
Quando un organismo viene a contatto con un agente patogeno, il suo sistema immunitario reagisce attraverso la produzione di molecole anticorpali. Proprio il contatto con l’antigene determina la produzione di anticorpi.

Con il test ELISA si possono cercare sia gli anticorpi diretti contro l’antigene formatosi a seguito del contatto con esso, sia direttamente l’antigene

Quindi, la differenza tra metodo diretto e metodo indiretto sta in ciò che si intende rilevare. Il test diretto permette la rilevazione dell'antigene, mentre il test indiretto, mette in evidenza l’eventuale presenza di anticorpi contro l'antigene.

Inoltre, il metodo ELISA non competitivo diretto si può eseguire, a sua volta, con diverse metodiche: 
  • Semplice
  • Sandwich
Nella metodica semplice, l'antigene viene assorbito su una piastra ed evidenziato mediante un anticorpo legato ad un enzima. 

Nella metodica a sandwich, l'anticorpo usato per legare l'antigene viene assorbito su una piastra e in seguito viene immerso in un fluido contenente l'antigene. A questo punto, un secondo anticorpo marcato, viene aggiunto per evidenziare che l'antigene è stato legato. 

Il test ELISA ha una grande varietà di applicazioni in virologia

Applicazioni

Il test ELISA può essere utilizzato per diagnosticare patologie come:

Test Elisa per l'HIV

Per accertare la presenza di anticorpi contro uno specifico antigene nel sangue di un soggetto, quindi per verificare l’eventuale esposizione ad un determinato agente patogeno, viene usato il test ELISA.

È il caso del test per l'HIV con il quale si verifica se il sistema immunitario del soggetto sia venuto a contatto con il virus dell'AIDS.

Il test HIV-Ab utilizzato per diagnosticare l’eventuale presenza di anticorpi anti-HIV, viene quindi eseguito con il test ELISA.

È raccomandato se il soggetto è stato esposto al virus dell'HIV.

I soggetti a rischio per l'HIV includono:
  • persone che usano droghe per via endovenosa;
  • persone che hanno rapporti sessuali non protetti, specialmente con partner affetti da HIV;
  • persone con pregresse malattie sessualmente trasmissibili;
  • persone sottoposte a trasfusioni di sangue o iniezioni di fattori di coagulazione del sangue prima del 1985.

Test ELISA per le intolleranze alimentari

Il test ELISA per intolleranze alimentari permette l’individuazione di eventuali reazioni avverse dell’organismo nei confronti di alcuni alimenti, ad opera di anticorpi di classe G (IgG).

Il test ELISA per intolleranze alimentari può essere effettuato con un semplice prelievo di sangue capillare, anche presso le farmacie.

È utile fare la distinzione tra intolleranze alimentari (mediate da immunoglobuline IgG) e allergie alimentari (mediate da immunoglubuline IgE). L’incidenza delle intolleranze alimentari è maggiore rispetto a quella delle allergie vere e proprie. Un individuo allergico scatena reazioni molto pericolose una volta venuto a contatto con l’alimento, fino allo shock anafilattico

Nel caso dell’intolleranza alimentare, la reazione dipende dalle quantità e dal periodo di assunzione dell’alimento. Se l’alimento viene assunto frequentemente, i sintomi possono assumere carattere cronico anche se bastano 3-6 mesi di eliminazione completa degli alimenti incriminati per riacquistare lo stato di benessere.

In seguito, è possibile reintrodurre gradualmente tali alimenti nella dieta senza avere ulteriori disturbi. Tra i disturbi dovuti alle intolleranze alimentari mediate da IgG si possono trovare:

Test ELISA per la candida

Le infezioni da Candida albicans sono caratterizzate da titoli elevati di anticorpi di classe IgG e IgM.

La candida è un fungo fisiologicamente presente negli esseri umani, in piccole quantità, sulla cute, nella cavità orale, nell’apparato digerente e nella vagina. A controllarne la quantità fisiologica, ci sono il sistema immunitario e la flora batterica fisiologica cutanea e intestinale.

Se, per diversi motivi, la fisiologica flora batterica cutanea e intestinale e il sistema immunitario presentano delle alterazioni, viene meno la barriera che impedisce al fungo di penetrare all’interno del corpo dove la sua proliferazione diventa patogena, determinando un’infezione nota come candidosi

Il test ELISA per la candida è un metodo utilizzato per la ricerca degli anticorpi IgG e IgM rivolti contro il fungo Candida albicans e, dunque, per stabilire l’eventuale contagio.

Costo del test ELISA

Generalmente, il prezzo del test ELISA va dai 20 ai 70 Euro, tuttavia, alcuni di questi test sono gratuiti. Ne è un esempio il test ELISA per HIV, per il quale il Ministero della Salute garantisce anonimato (legge 165 del 1990) e gratuità (D.L. n° 124 del 1998) presso tutte le strutture pubbliche.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Immunofenotipizzazione
L'immunofenotipizzazione è una tecnica usata per studiare le proteine espressa da cellule. Questa tecnica ha lo scopo di diagnosticare de...