Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Herpes Zoster

Herpes zoster

Herpes zoster
Curatore scientifico
Prof. Marcello Monti
Specialità del contenuto
Dermatologia

Cosa è l'Herpes Zoster?

L'herpes zoster, comunemente noto come fuoco di Sant Antonio, è un'infezione causata dalla riattivazione del Virus Varicella-Zoster, lo stesso virus che causa la varicella. Il sintomo principale consiste in un forte dolore nella zona interessata, seguito dopo 2-3 giorni dall'eruzione cutanea. Questa malattia infettiva può essere curata attraverso la somministrazione di farmaci antivirali, nelle prime 72 ore della comparsa dell'eruzione.

Mentre la varicella colpisce generalmente nei primi anni di vita del bambino, il fuoco di Sant Antonio interessa adulti e anziani.

Secondo determinati studi, meno del 4% dei soggetti affetti da herpes zoster subiscono una ricomparsa del virus, tuttavia è probabile una persistenza del dolore anche dopo diversi mesi dalla scomparsa della malattia.

L'herpes zoster può anche insorgere internamente e prende il nome di fuoco di Sant Antonio senza eruzione cutanea o fuoco di Sant Antonio interno. Tale forma, essendo più difficile da identificare, può causare dei problemi molto blandi, come prurito, formicolio e fastidio, fino a problemi più gravi e invalidanti come la paralisi acuta periferica facciale e il coinvolgimento di altri nervi cranici. 

Quali sono le cause dell'Herpes Zoster?

L'Herpes Zoster è causato dal virus della varicella-zoster.

Quali sono i sintomi dell'Herpes Zoster?

I sintomi dell'herpes zoster sono molto diversi da quelli dell'herpes simplex, nonostante appartengano alla stessa famiglia. Mentre l'herpes simplex è caratterizzato dalla comparsa di vesciche su labbra e genitali e febbre, l'herpes zoster presenta:

  • sfoghi cutanei e bolle, spesso sul tronco e raramente sul viso,
  • bruciore e dolore nella zona colpita,
  • prurito e formicolio,
  • mal di testa,
  • malessere generale,
  • sensibilità alla luce.

Se lo stesso virus comporta la presenza di sfoghi agli angoli dell'occhio, prende il nome di herpes zoster oftalmico, noto anche come herpes all'occhio.

Nei casi più gravi, l'herpes zoster può causare nevralgia post-erpetica, ossia un dolore che rimane diversi mesi dopo la comparsa della malattia infettiva. 

L'Herpes Zoster è contagioso?

L’Herpes Zoster è contagioso. L’Herpes Zoster può essere trasmesso a neonati, bambini o adulti che non hanno contratto la varicella. Questi soggetti invece di sviluppare l'Herpes Zoster sviluppano la varicella.

Come viene diagnosticato l'Herpes Zoster?

L'aspetto clinico dell'herpes Zoster, con le caratteristiche vescicole dolorose localizzate nella regione di un nervo specifico, è sufficiente per stabilire la diagnosi. Nessun test diagnostico è solitamente richiesto.

Come prevenire l'Herpes Zoster?

Nel maggio del 2006 è stato approvato il primo vaccino per adulti per prevenire l'Herpes Zoster. Il vaccino Herpes Zoster contiene una dose di richiamo del vaccino contro la varicella, di solito somministrata ai bambini.

I test hanno comprovato che il vaccino ha ridotto significativamente l'incidenza di Herpes Zoster negli adulti. Sono in corso studi per valutare l'efficacia del vaccino nel corso di un lungo periodo. Ci sono alcune controindicazioni relative al vaccino contro l'Herpes Zoster. Le persone con un sistema immunitario indebolito non dovrebbero ricevere il vaccino Herpes Zoster perché contiene particelle virali attenuate.

Quali sono le complicazioni dell'Herpes Zoster?

In generale, l’Herpes Zoster guarisce da solo con ottimi risultati. Tuttavia, a volte, le vescicole  possono essere infettate con i batteri causando una infezione della pelle. In questo caso, l'area sarà arrossata, calda e sensibile. Una rara complicazione dell'Herpes Zoster è nota come sindrome di Ramsay Hunt. In questo caso, i nervi cranici (nervi cranici V, IX e X) sono coinvolti. I sintomi possono includere debolezza facciale del nervo periferico e la sordità temporanea.

Nevralgia posterpetica e Herpes Zoster

La complicazione più comune dell'Herpes Zoster è la nevralgia posterpetica. Ciò si verifica quando il dolore neuropatico, associato all'infezione da Herpes Zoster, persiste oltre un mese anche dopo che l'eruzione della pelle è regredita. Il dolore può essere grave e debilitante. La nevralgia posterpetica si verifica principalmente nelle persone sopra i 50 anni di età e colpisce circa il 15% delle persone affette da Herpes Zoster.

Qual è il trattamento per la cura dell'Herpes Zoster?

L’Herpes Zoster si cura solo in particolari casi quando per esempio sussistono altre malattie concomitanti immunodperimenti. In questi casi si utilizzano i farmaci derivati dall’Aciclovir. Che si possono assumere sia per via orale sia per via endovenosa. 

La cure del rash cutaneo si esegue con l’applicazione di Gel Astringente al cloruro d’alluminio.

La cura del dolore nevritico si esegue sia con antinfiammatori sia con antidolorifici.

Herpes Zoster nei bambini piccoli: che fare?

I bambini piccoli con Herpes Zoster hanno un decorso della malattia più veloce che negli adulti, che può variare da una a 3 settimane.

Il pediatra indicherà la terapia più adeguata, che non è sempre la stessa ma si differenzia a seconda del grado di manifestazione della malattia. Non tutti i medici, infatti, ritengono necessario il trattamento nei bambini.

La terapia ha come principale obiettivo quello di alleviare il dolore che, se anche minore rispetto all'età adulta, crea comunque molto disturbi ai bambini.

Essa, inoltre evita che insorgano complicazioni.

Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Giradito
Il giradito è un’infezione batterica che colpisce il dito di una mano, principalmente il pollice o l’alluce del piede. I microrganismi pi...
Tricodinia
La tricodinia è un fastidio che riguarda il cuoio capelluto e che si manifesta con prurito e dolore.
Cisti Sebacea
La Cisti Sebacea si presenta come una lesione cutanea dall'aspetto di un protuberanza o di un nodulo nella cute, e al tatto appare più du...