Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Esami Di Laboratorio
  4. Linfociti Alti

Linfociti alti

Linfociti alti
Curatore scientifico
Dr. Tania Catalano
Specialità del contenuto
Ematologia

Che cosa sono i linfociti?

I leucociti comprendono un gruppo di cellule con caratteristiche e funzioni diverse tra loro:

  • granulociti neutrofili
  • granulociti basofili
  • granulociti eosinofili
  • monociti
  • linfociti

I linfociti vengono prodotti nel midollo osseo, sono presenti soprattutto nei tessuti linfatici, tra cui linfonodi, milza e timo. Svolgono un ruolo fondamentale nell’ambito del sistema immunitario, infatti  contrastano selettivamente gli antigeni esterni. L’alterazione dei valori normali può indicare condizioni più o meno gravi. Equivalgono al 20-40% dei leucociti dell'organismo e sono prodotti dal sistema immunitario per combattere le malattie. Pertanto, avere i globuli bianchi alti è perfettamente normale dopo un'infezione. Avere più di 3000 linfociti per microlitro di sangue equivale ad avere un valore sopra la media. In alcuni casi, questo sbalzo è sintomo di determinate patologie, come tumore o disturbi autoimmuni. Non esiste un trattamento specifico per questo sintomo e la cura più efficace consiste nel determinare le cause che l'hanno provocato.

Linfociti alti: quali sono le cause?

Le cause più comuni che determinano alti livelli di linfociti sono:

Linfociti alti in gravidanza: quali le cause?

I leucociti alti in gravidanza, in assenza di altri sintomi, sono da considerarsi come una comune risposta dell'organismo, che si adatta alla nuova condizione. Infatti, i leucociti alti si possono avere persino durante il ciclo mestruale.

Tuttavia, se oltre ai leucociti, anche i livelli di neutrofili risultano alti, con le analisi del sangue, potrebbe essere sintomo di infezione in corso. In tal caso è importante parlare con il proprio medico o con il proprio ginecologo sulle eventuali terapie da seguire. 

Linfociti alti nei bambini

I valori dei linfociti compresi nella norma per i bambini sono dai 7000 ai 9000 per microlitro. Nel caso in cui la conta dei linfociti risulti alta nei bambini non bisogna allarmarsi, ma semplicemente porre all'attenzione del medico i risultati delle analisi del sangue. Infatti, come è stato descritto in precedenza, i linfociti alti sono maggiori rispetto alla media in caso di infezione virale e batterica.

I linfociti alti sono sintomo di leucemia solo quando nel bambino si possono notare sintomi quali:

  • dimagrimento,
  • inappetenza, 
  • febbriciattola,
  • lividi inspiegabili sul corpo,
  • pallore,
  • debolezza.

Linfociti bassi: quali le cause?

In genere, i linfociti vengono considerati numericamente inferiore alla media se non superano i 1000 per microlitro di sangue. In caso di globuli bianchi bassi, l'organismo è più propenso ad ammalarsi, perché i linfociti bassi non contrastano adeguatamente le infezioni batteriche e virali.

Le cause dei linfociti bassi possono essere diverse e variare di entità:

Quanti tipi di linfociti esistono?

Esistono i seguenti tipi di linfociti:

  • Linfociti T, svolgono un ruolo nell’immunità cellulo-mediata, contrastano ed eliminano direttamente i microrganismi patogeni.
  • Linfociti B, l’incontro con l’antigene determina la produzione di anticorpi da parte delle plasmacellule. Gli anticorpi marcano l’antigene che in seguito viene eliminato.
  • Linfociti Natural Killer (NK), agiscono contrastando continuamente la formazione di cellule tumorali
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Ampiezza della distribuzione eritrocitaria
L’ampiezza della distribuzione eritrocitaria è un valore che relaziona la conta eritrocitaria e il volume corpuscolare medio. È utile per...
Eritrociti
Conosciuti anche con il nome di globuli rossi o emazie, sono cellule del sangue che hanno la funzione di trasportare ossigeno al corpo. H...