Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Anemia Da Deficit Di Vitamina B12

Carenza di vitamina B12

Pillole di Vitamina B12 Rosa su Sfondo Azzurro che Escono da un Contenitore Bianco
Curatore scientifico
Valentina Fratoni
Specialità del contenuto
Ematologia

Che cosa indica la carenza di vitamina B12

Quando si verifica carenza di vitamina B12 o di vitamina B9 (acido folico )si verifica la condizione di anemia macrocitica, caratterizzata da globuli rossi di aumentate dimensioni.
 
La vitamina B12 garantisce la corretta funzionalità delle cellule. La vitamina B12 e l’acido folico sono nutrienti che non possono essere prodotti dall'organismo e che devono essere necessariamente introdotti con la dieta; essi agiscono in modo sinergico svolgendo importanti funzioni quali: 

La vitamina B12 è presente:

  • Nella carne
  • Nelle uova
  • Nei prodotti caseari
La vitamina B9 si trova, invece:

  • Nella frutta 
  • Nelle verdure a foglia verde 

Sintomi della carenza di vitamina B12

I principali sintomi della carenza di vitamina B12 sono:

Le cause delle anemie da carenza di vitamina B12 includono poi il mancato assorbimento di questi nutrienti fondamentali alla produzione di globuli rossi sani. Ciò accade per la concomitanza di più problemi: uno scarso apporto di vitamine nell'alimentazione, infatti, è spesso accompagnato da un difetto nella produzione di globuli rossi con base genetica. I globuli rossi maturi sono grandi e poco numerosi, perché la maggior parte viene distrutta già a livello del midollo emopoietico.

L'anemia da carenza di B12 nella maggior parte dei casi è dovuta alla mancanza del fattore intrinseco, una proteina prodotta dalla mucosa gastrica che permette l'assorbimento della vitamina. La sua distruzione nel 90% dei casi è dovuta a meccanismi autoimmuni: cellule immunitarie distruggono le cellule che producono il fattore intrinseco ritenendole erroneamente elementi estranei all'organismo. La malattia è nota come gastrite atrofica autoimmune o di tipo A. A questa patologia si associa un'alimentazione povera di alimenti con vitamina B12, come carne e latticini. I vegetariani, ad esempio, possono sperimentare deficit di questa vitamina. 

I sintomi di ciascun tipo di anemia variano poi a seconda della malattia che sta a monte della stessa. Tuttavia, ci sono dei sintomi generali associati a tutti i tipi di anemia. Questi includono:
 
  • Affaticamento (estrema stanchezza)
  • Letargia (sonnolenza)
  • Dispnea (difficoltà respiratorie)
  • Mal di testa
  • Tinnito (la percezione di un rumore in una o entrambe le orecchie o nella testa, che proviene da dentro il corpo, per esempio, un fischio nelle orecchie)
  • Inappetenza
  • Itterizia (sfumatura giallastra sulla pelle)
  • Glossite (lingua rossa e dolorante)
  • Ulcere all’interno della bocca
  • Senso del tatto alterato o ridotto
  • Ridotta sensibilità al dolore
  • Cambiamento nel modo di camminare e nel modo di muoversi
  • Vista disturbata
  • Irritabilità
  • Depressione, ossia uno stato persistente e durevole di estrema tristezza
  • Psicosi (una malattia che colpisce la mente e cambia il modo di pensare, sentire e comportarsi)
  • Demenza (un peggioramento delle abilità mentali, come la memoria, la comprensione e il giudizio).

Chi è colpito da carenza di vitamina B12

Sia la carenza di vitamina B12 sia quella da acido folico sono molto comuni nelle persone anziane, colpendo una persona su 10 al di sopra dei 75 anni. Essa è rara nelle persone giovani, sebbene chi conduca una dieta vegana (una dieta che esclude il consumo di ogni cibo di origine animale) potrebbe essere più a rischio.

L’anemia perniciosa, causata dall'assenza del fattore intrinseco, che è la causa più comune di carenza di vitamina B12, colpisce una persona su 10.000 nel Nord Europa.

Cause della carenza di vitamina B12

La carenza di vitamina B12 può essere causata da diversi fattori, che possono provocare la malattia perché colpiscono l’abilità del corpo di produrre globuli rossi completamente funzionanti.

L’anemia perniciosa è una malattia autoimmune che colpisce lo stomaco (una delle parti dell’apparato digerente che contribuisce alla digestione del cibo, mescolandolo con gli acidi). Una malattia autoimmune si ha quando il sistema immunitario (la naturale difesa del corpo contro le malattie e le infezioni) inizia ad attaccare le cellule sane del corpo.

La vitamina B12 è assorbita nel corpo attraverso lo stomaco, si combina con una sostanza proteica chiamata fattore intrinseco, che è prodotto nello stomaco e assorbito dal cibo che si mangia. L’anemia perniciosa provoca un attacco del sistema immunitario alle cellule dello stomaco che producono il fattore intrinseco. Ciò significa che il corpo non produce abbastanza fattore intrinseco e non può assorbire la vitamina B12.
 
Questo causa un deficit di vitamina B12. Non si conoscono le cause scatenanti dell’attacco del sistema immunitario alle cellule sotto questa forma, ma ci sono alcuni fattori di rischio, tra cui:
 
  • avere un’età che si avvicina ai 60 anni: l’anemia perniciosa è più comune a questa età;
  • essere donna: l’anemia perniciosa colpisce leggermente più le donne che gli uomini;
  • avere un precedente della malattia in famiglia: quasi un terzo delle persone con anemia perniciosa ha anche un familiare con la stessa malattia;
  • essere affetti da un’altra malattia autoimmune, come il morbo di Addison (un disturbo che colpisce le ghiandole surrenali) o la vitiligine (una malattia che causa delle macchie chiare sulla pelle), ma non c’è nessuna associazione tra l’anemia perniciosa e altre malattie autoimmuni.
La carenza di vitamina B12 può essere causata anche da una serie di altri fattori, sebbene questi siano rari, come ad esempio:
 
  • Dieta – Il corpo generalmente immagazzina abbastanza vitamina B12 approssimativamente per 2-3 anni. Tuttavia, è importante la presenza della vitamina B12 nella dieta per assicurare che le quantità conservate rimangano sempre a livello sano. La maggior parte delle persone mangia abbastanza vitamina B12 con una dieta che include la carne, il pesce o i prodotti caseari. Chi non introduce una quantità sufficiente nella propria dieta sono i vegani (che mangiano solo cibo di origine vegetale) o quelli che seguono una dieta scarsa per lungo tempo.
  • Malattie che colpiscono lo stomaco – Alcune malattie gastriche o procedure che sono state eseguite allo stomaco possono ostacolare il corretto assorbimento della vitamina B12. Per esempio, una gastrectomia (una procedura chirurgica con la quale si rimuove una parte dello stomaco) aumenta il rischio di sviluppo di anemia.
  • Malattie che colpiscono l'intestino – Alcune malattie che colpiscono l’intestino bloccano il normale assorbimento della vitamina B12. Per esempio, il morbo di Crohn (una malattia a lungo termine che provoca l’infiammazione all'interno dell’apparato digerente) può a volte provocare la carenza di vitamina B12. 7
  • Farmaci  – Alcuni tipi di farmaci possono ridurre la quantità di vitamina B12 nel corpo. Per esempio, gli inibitori di pompa protonica (PPI), dei farmaci che curano l’indigestione, possono far peggiorare il deficit di vitamina B12. I PPI inibiscono la produzione degli acidi dello stomaco, che sono necessari per l’estrazione della vitamina dal cibo.

Come si cura la carenza di vitamina B12

La carenza di vitamina B12 può essere curata con integratori, che possono essere somministrati con iniezioni o in compresse. A seconda delle patologie correlate alla carenza di vitamina B12 o di acido folico, si possono adottare accorgimenti nella dieta per prevenire il ripresentarsi della malattia o può essere utile assumere degli integratori.

Dieta per la carenza di vitamina B12

Si può ovviare a questa carenza includendo gli ingredienti giusti nella propria dieta. Seguire una sana combinazione di verdure a foglia e alimenti a base animale come uova, carne e pesce può aiutare a bilanciare i livelli di vitamina B12 nel corpo.

Poiché è una sostanza nutritiva essenziale per migliorare la produzione di globuli rossi e la funzione dei nervi, gli alimenti ricchi di vitamine sono anche noti come alimenti per il cervello. Alcuni cibi comunemente disponibili che si dovrebbero consumare includono:

  • Carni a base animale, come manzo e pollo magro, sono un'ottima fonte di vitamina B12.
  • Gli alimenti marini, come i pesci e le vongole, forniscono vitamine e sostanze nutritive essenziali.
  • Le uova, che possono essere utilizzate con una varietà di insalate e zuppe, sono anche ricche di B12. 
  • Alimenti a base di latte, come formaggio, aiutano.
  • Altri tipi di alimenti generici, come siero di latte in polvere, latte di riso, salsicce di fegato e hamburger vegetariani, sono anche pieni di questa vitamina.
Consumare i suddetti alimenti multi-vitaminici aiuta l'organismo ad assorbire i nutrienti essenziali. Tuttavia, avere la giusta combinazione di alimenti è necessaria per godere di tutti i benefici. Ecco di seguito i migliori alimenti che aiutano ad evitare la carenza di vitamina B12:

  • Fegato – è un deposito di vitamina B12. Ricco di minerali ed energia, aiuta ad aumentare la forza muscolare, la libido e le funzioni cerebrali.
  • Uova – sono facilmente disponibili e sono ottime fonti di vitamina B12. Un tuorlo di un singolo uovo contiene circa 300 grammi di vitamina B complessa. Inoltre, contiene 6 grammi di proteine ​​e 9 amminoacidi essenziali che aiutano il corpo in vari modi, il più significativo è tenere a bada le malattie cardiache e rafforzare il sistema immunitario.
  • Maiale – se consumato in quantità moderate, può essere un ottimo energizzante, oltre ad essere una buona fonte di vitamina B12.
  • Tacchino – non solo la carne di tacchino è povera di grassi, ma è anche ricca di sostanze nutritive necessarie per controllare i livelli di colesterolo. Aiuta a ridurre le probabilità di cancro e disturbi cardiaci.
  • Pollo e manzo – pollo, agnello e montone sono buone fonti di vitamina B12. Manzo o in generale carne rossa, in quantità controllate, fornisce al corpo circa 6 microgrammi di vitamina B12 che è più che sufficiente per le necessità quotidiane.
L'assunzione giornaliera di pesce è chiamata a contrastare alcune malattie. Sono consigliate 2 porzioni settimanali di pesce se si è carenti di vitamina B12:

  • Salmone – Non è solo una buona fonte di vitamina B12, ma è anche ricco di acidi grassi Omega 3.
  • Sardine – Sono un fattore chiave per i nutrienti e le vitamine essenziali.
  • Granchi e crostacei – Sono ricchi di vitamine essenziali. 
  • Molluschi – Molti molluschi rientrano nella categoria degli alimenti più ricchi di vitamina B12. Ostriche e capesante sono le prelibatezze più popolari all'interno di questo gruppo.
Infine, sostanze organiche come le verdure sono ricche di vitamina B. Alcuni dei diversi ortaggi ricchi di B includono:

  • Erba medica germogliata – Ampiamente usate in panini e insalate, queste verdure germogliate sono un'eccellente fonte di vitamina B.
  • Cereali – I prodotti a base di soia: i cereali a base di crusca e soia, in particolare, sono un'eccellente fonte vegetale di vitamina B. 
  • Patata – Il tubero è pieno di vitamina B. 
  • Barbabietola – Essa è considerata un superalimento popolare grazie al suo alto contenuto nutrizionale. Oltre ad essere ricco di vitamina B, questo ortaggio è pieno di ferro, magnesio e potassio.
  • Fungo – I funghi sono una buona fonte di vitamina B, ma anche di vitamina B12. Recenti ricerche hanno infatti dimostrato la sua presenza nei funghi bianchi della specie Agaricus bisporus.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Anemia aplastica
I difetti del midollo osseo correlati al suo mancato o ridotto sviluppo, cioè all’aplasia midollare, sono causa di pancitopenia, ovvero d...
Micoplasma
I micoplasmi sono le più piccole forme batteriche in grado di vita autonoma. Sono batteri ubiquitari che vivono sia come saprofiti sia co...
Monocitosi
 Con il termine monocitosi si intende una elevata concentrazione dei monociti nel sangue.