Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Malattie
  4. Odinofagia

Odinofagia

Odinofagia
Curatore scientifico
Dr. Francesco Asprea
Specialità del contenuto
Gastroenterologia Otorinolaringoiatria

Qual è il significato di odinofagia?

L'odinofagia è un disturbo in cui la deglutizione risulta dolorosa. Una persona può avvertire dolore alla gola, alla bocca o all’esofago quando ingoia cibo, liquido o saliva.

La deglutizione dolorosa è un sintomo di molte condizioni mediche. La posizione e l'intensità del dolore dipendono dalla causa.
In alcuni casi, l'odinofagia si risolve molto rapidamente, ma può anche persistere a lungo termine e può essere un'indicazione di una condizione di salute più grave.

Quali sono le cause?

Una vasta gamma di fattori può causare deglutizioni dolorose, tra cui:

  • Infezioni, come il raffreddore, l'influenza e mal di gola.
  • Infiammazione della bocca, della gola o dell'esofago causata da tonsillite, faringite, laringite o esofagite.
  • Bruciore di stomaco o malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), in cui l'acido dello stomaco entra nell'esofago e, a volte, nella gola, causando dolore e infiammazione. Bruciore di stomaco a lungo termine può portare a ulcere e disfagia.
  • Sistema immunitario indebolito. Le persone con HIV o AIDS o sottoposte a radioterapia o altri trattamenti per il cancro tendono a sviluppare l'odinofagia più frequentemente rispetto ad altre persone.
  • Infezioni da Candida della bocca, della gola e dell'esofago. Queste infezioni fungine sono più comuni nelle persone con un sistema immunitario indebolito.
  • Il cancro esofageo è associato a disfagia persistente, odinofagia e perdita di peso involontaria. Chi presenta un cancro esofageo può avvertire dolore al petto o alla schiena durante la deglutizione.
  • Lesioni o ulcere in bocca, gola o esofago. Queste possono essere causate da traumi fisici, interventi chirurgici o dall’ingestione di cibi con spigoli vivi.
  • Tabacco, alcol o droghe illegali possono irritare la bocca, la gola e l'esofago, rendendo dolorosa la deglutizione.
  • Bere bevande molto calde o fredde per un periodo prolungato può influire sul rivestimento del muco dell'esofago

Sintomi dell'odinofagia

I sintomi dell'odinofagia possono essere a breve o a lungo termine a seconda della causa del dolore.

I sintomi comuni includono:

  • un dolore sordo, bruciante o un dolore acuto e lancinante alla bocca, alla gola o all'esofago durante la deglutizione;
  • dolore che peggiora quando si ingoiano cibi secchi, anche se in alcuni casi liquidi e solidi causano la stessa quantità di dolore;
  • perdita di peso a causa dell'assunzione di cibo ridotta;
  • disidratazione a causa della ridotta assunzione di liquidi.

Quando un'infezione causa odinofagia, una persona può notare altri segni di infezione, come febbre, dolori e dolori, affaticamento e una sensazione generale di malessere.

Odinofagia e disfagia

La disfagia è quando una persona trova difficoltà a deglutire, mentre l'odinofagia è quando la deglutizione è dolorosa. La disfagia può verificarsi insieme all'odorefagia, ma le due condizioni possono anche verificarsi separatamente.

Quando si verificano insieme, ciò significa che la deglutizione è sia difficile che dolorosa.

La disfagia è spesso più grave dell'odinofagia. La disfagia può causare tosse o soffocamento. In casi estremi, questo può provocare irritazioni o batteri nei polmoni, che possono portare a polmonite.

Sia la disfagia che l'odinofagia possono essere causate da infezioni o infiammazioni. Tuttavia, la disfagia può anche essere un sintomo di ansia e può essere causata da fattori psicologici.

Una persona potrebbe anche avere difficoltà a deglutire a causa della paura di deglutire, una condizione nota come fagofobia.

L'odinofagia e la disfagia sono a volte confuse con la sensazione di nodo alla gola (globus o bolo isterico), dove si sente come se ci fosse un nodo in gola. Tuttavia, a differenza dell'odofisi e della disfagia, la sensazione di globus non influenza direttamente il meccanismo di deglutizione.

Cura per l'odinofagia

La terapia dipende esclusivamente dalla causa dietro alla comparsa dell’odinofagia. Se il dolore è causato da un’infezione di gola, tonsille, bocca o esofago, può risultare utile assumere degli antibiotici. Per alleviare il dolore e il bruciore, si possono usare dei collutori, che rendono più facile la deglutizione. In commercio ci sono anche spray che agiscono nell’area infiammata. Per ridurre ulteriormente l’infiammazione, si può ricorrere a farmaci antinfiammatori.

Quando l’odinofagia è causata dal reflusso acido o dal reflusso gastroesofageo, vanno invece assunti dei farmaci antiacidi, che sono di solito prodotti che non richiedono la prescrizione medica.

Per alleviare il dolore alla gola e al tratto esofageo, esistono anche dei rimedi naturali da alternare ai farmaci, ma è importante non abusarne troppo: spray e pastiglie per la gola infatti finiscono poi nello stomaco e, se assunte in grande quantità, possono dare luogo a fastidi.

Per placare l’infiammazione si possono preparare delle tisane con ingredienti lenitivi e idratanti. Ecco che il classico latte e miele può risultare piacevole (il miele ha moltissime proprietà). Anche una tisana con zenzero, salvia, eucalipto, propoli, limone o altro risulta d’aiuto.

In erboristeria si può acquistare lo sciroppo al pino mugo che allevia il dolore. Infine, si può provare a fare fumetti o suffumigi, che rappresentano un antico rimedio della nonna e perciò sono tra i più noti per curare il raffreddore e gli stati febbrili che provocano anche odinofagia. Il vapore acqueo aromatizzato con eucalipto o echinacea aiuta a liberare il naso e porta sollievo alla gola.

Nei casi gravi in cui la deglutizione è impossibile a causa del dolore, può essere raccomandata l’alimentazione artificiale del paziente per prevenire la perdita di peso.

Quando l'odinofagia è causata da cancro o GERD, la chirurgia è un'opzione di trattamento.

Farmaci indicati

I trattamenti per la deglutizione dolorosa includono:

  • trattamento delle cause dirette del problema, come l'assunzione di antibiotici per infezioni o antiacidi per il reflusso acido;
  • antinfiammatori per alleviare il dolore da infiammazioni, come tonsilliti e laringiti;
  • utilizzando spray per la gola per intorpidire la gola e fornire sollievo dal dolore a breve termine.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

MRGE
La malattia da reflusso gastroesofageo, detta anche MRGE, è una patologia che interessa l'apparato gastroesofageo. e indica la risalita d...
Ipercloridria
L'ipercloridria è un disturbo che colpisce l'apparato gastrointestinale e che può avere numerose cause; occorre scoprire l'origine del di...
Indigestione (colica addominale)
L'indigestione, medicalmente nota anche come colica addominale, è una condizione in cui lo stomaco