Sei un professionista sanitario? Iscriviti
  1. Pazienti.it
  2. I Nostri Contenuti
  3. Sintomi
  4. Chiazze Rosse

Chiazze rosse

Chiazze rosse
Curatore scientifico
Prof. Marcello Monti
Specialità del contenuto
Dermatologia

Cosa sono le chiazze rosse

Le chiazze rosse sulla pelle sono un problema medico comune. Quando si verificano, sono a volte chiamate eruzioni cutanee. I rash possono verificarsi a causa di infezioni della pelle, infezioni disseminate (che si sono diffuse in tutto il corpo), reazioni allergiche o irritazioni della pelle. 

I rash possono essere associati ad altri sintomi, come orticaria o prurito. Le chiazze rosse sulla pelle che sono correlate a condizioni mediche sottostanti sono associate a sintomi della condizione stessa.

Cause di chiazze rosse

Ecco un elenco di alcune delle principali cause delle chiazze rosse:

  • Varicella − La varicella comporta piccole chiazze rosse, caratterizzate da una vescicola interna piena di liquido chiaro, sono un chiaro sintomo della varicella. Le chiazze rosse sono spesso pruriginose e presentano un diametro di circa 2 millimetri.
  • Pitiriasi rosea − La pitiriasi rosea è un rash cutaneo innocuo e non contagioso. Appare per la prima volta come una grande macchia di color salmone, poi si diffonde su tutto il corpo sotto forma di piccole macchie rosa. Si pensa sia associata ad un'infezione virale. Ciò dura da settimane a mesi e di solito va via da sola.
  • Psoriasi − La psoriasi: è una condizione autoimmune che appare pruriginosa con macchie rosse, solitamente localizzate sui gomiti, sul cuoio capelluto e sulle ginocchia. Può essere associata all'artrite e alle malattie cardiache.
  • Tinea versicolor − La tinea versicolor: questa infezione fungosa è un rash comune che appare con chiazze rosse sul petto e sulla schiena, soprattutto durante l'estate. Dopo che l'eruzione cutanea iniziale sbiadisce, lascia dietro di sé delle macchie circolari bianche sulla pelle e non è facile farle andare via.
  • Cheratosi pilare − La cheratosi pilare: si notano delle lesioni ruvide sulle braccia, sulle gambe o sulle guance. Sono causate dalla ritenzione di cheratina nelle aperture dei follicoli piliferi. Tendono a migliorare con l'età, possono essere gestite con idratanti ed esfolianti topici, inclusi gli alfaidrossiacidi.
  • Angioma ciliegia − L’angioma ciliegia è costituito da un gruppo di vasi sanguigni dilatati. La maggior parte delle persone comincia a svilupparlo lentamente all'età di 30 anni. Non è pericoloso e non è pruriginoso o doloroso e di solito non sanguina. Non ha bisogno di essere trattato, ma può essere trattato con elettrochirurgia, laser o rimozione.
  • Follicolite − La follicolite: queste piccole chiazze rosse che si sviluppano sul torace, sulle spalle e sulle natiche sono causate da infiammazione e irritazione dei follicoli piliferi e talvolta, è legata a batteri e lieviti sulla pelle. E’ suggerito il cambio di vestiti sudati il più presto possibile, utilizzando salviette a base di acido salicilico, lozioni antibatteriche e anti-lievito nella doccia e una soluzione antibiotica.
  • Capillari rotti − Le chiazze rosse appaiono spesso in faccia e sono causate da capillari rotti, piccoli vasi sanguigni che attraversano la superficie della pelle. Alcune delle ragioni più comuni per cui questi vasi sanguigni si rompono sono le fluttuazioni negli ormoni, danni derivanti dal sole e condizioni cutanee come la rosacea. Fortunatamente, se la causa è ormonale, i puntini rossi andranno via da soli.
  • Pre-diabete − Un causa di chiazze rosse sulla pelle è il diabete. Poiché le persone pre-diabetiche sono più a rischio di infezioni cutanee, possono sviluppare diversi tipi di eruzioni cutanee.

Chiazze rosse sulla pelle

La presenza di chiazze rosse sulla pelle può indicare numerose condizioni in corso. 

L'arrossamento della pelle può essere localizzato, ossia limitato ad alcune parti del corpo, come il viso o le gambe, oppure può risultare diffuso in maniera estesa su tutto l'organo della pelle (come nel caso della eruzione cutanea).

Le macchie rosse sulla pelle possono poi essere presenti insieme ad altri sintomi, come:

Quando si presenta una o più di questi sintomi, è quindi importante contattare il dermatologo di riferimento che stabilirà il trattamento più adeguato, dopo aver individuato la causa scatenante.

Chiazze rosse sul viso

Le chiazze rosse sul viso sono un fastidioso inestetismo che spesso può causare insicurezza e sensazione di vergogna nelle persone che ne soffrono.

Di solito, le cause di rossore al viso sono però momentanee, e dipendenti più che altro da alterazioni emotive (se si è in imbarazzo, si prova rabbia o forte stress) o fisiche (dopo aver fatto esercizio fisico, durante una febbre o dopo aver mangiato piccante).

Dunque, la presenza di macchie rosse sul viso è in questo caso dovuta al fatto che i vasi sanguigni si dilatano e ormoni quali adrenalina e norepinefrina vengono rilasciati nelle situazioni elencate sopra.

Inoltre, nel caso il corpo sia sottoposto a forte calore (come quando si soffre di febbre o di vampate di calore) reagisce eliminando il calore superfluo proprio dilatando i vasi sanguigni superficiali o capillari, che dunque risultano ancora più visibili e accrescono la generale sembianza di chiazze rosse. 

All'opposto, anche un ambiente eccessivamente freddo può indurre il rossore, che però si riduce spontaneamente dopo poche ore. 

Tra i rimedi naturali per il rossore sul viso troviamo:

  • Succo di limone − Il succo di questo agrume può essere applicato direttamente sulla pelle, per ridurre notevolmente le macchie rosse sul viso. Se si preferisce, si può unire il succo con qualche cucchiaino di miele, per contrastarne l'acidità che provoca pizzicorio sulla pelle.
  • Aloe vera − Spesso in caso di problemi dermatologici l’aloe vera è un vero toccasana. Si può trovare in commercio pura nelle classiche piantine oppure sotto forma di gel, che disinfiamma immediatamente oltre a contenere numerosi altri benefici. 
Infine, è buona norma lavare il viso con detergenti neutri, evitare di toccarsi eccessivamente il viso, e abbandonare una alimentazione scorretta, arricchendo invece la propria dieta di fibre, riso e miglio.

Chiazze rosse sulle gambe

Le principali cause di macchie rosse sulle gambe possono includere:

  • Punture d’insetto − A volte una banale puntura di insetto o zanzara può causare arrossamenti che provocano prurito, per via della reazione allergica in corso. Più precisamente, la presenza di larghe macchie di colore rosso nella zona delle gambe potrebbe essere l'indizio di una puntura di pulce, che solitamente vive rasoterra.
  • Cattiva circolazione − Con cattiva circolazione si fa riferimento a un disturbo chiamato vascolite. Si tratta di una malattia in cui il sistema immunitario attacca per errore i vasi sanguigni causando la loro infiammazione. Di conseguenza, un il problema di disturbo circolatorio causa un arrossamento a chiazze, spesso unite a sensazioni di dolore e prurito. 
  • Orticaria − L'orticaria causa pustole pruriginose e infiammate localizzate sulle gambe, generalmente dovute al contatto con qualche pianta o all’ingestione di qualche alimento.
  • Sole − L'esposizione al sole prolungata può essere molto pericolosa, soprattutto durante le ore estive più calde. Per questo, per evitare chiazze rosse sulle gambe, è necessario evitare scottature, eritemi e brucature della pelle e applicare sempre una protezione adeguata. 
  • Eczema− L'eczema è noto anche con il nome di dermatite atopica, una patologia dermatologica che causa macchie pruriginose e rossastre. 
  • Sindrome di Schamberg − Si tratta di una delle dermatiti più atipiche tra quelle esistenti, e si concentra appunto proprio nella zona degli arti inferiori. L’arrossamento della pelle è dovuto a ematomi di piccoli dimensioni determinati dalla malattia stessa.
  • Psoriasi − La psoriasi causa una sovrapproduzione di cellule della pelle che determina la formazione di protuberanze rossastre e contornate da pelle di colore bianco.
  • Follicolite − La follicolite indica letteralmente l’infiammazione dei follicoli. Essa è solitamente causata da una cattiva depilazione delle gambe. In questi casi l’infiammazione dei follicoli è normalmente dovuta a un’infezione batterica o fungina che fa insorgere puntini rossi e prurito. 
  • Cheratosi pilare − La cheratosi pilare è talvolta confusa con la classica pelle d’oca, una malattia che normalmente si eredita a livello genetico. L’aspetto della pelle risulta ruvido, arrossato e a grani. 
  • Diabete − Le macchie rosse sulle gambe per via del diabete dipendono dalla rottura dei vasi sanguigni.
  • Macchie dalla nascita o angiomi − Si tratta di pustole sulla pelle di colore rossastro che solitamente compaiono alla nascita e consistono nell'insieme dei vasi sanguigni.
  • Sensibilità alimentare − Diversa rispetto a  un’allergia o un’intolleranza, la sensibilità alimentare è una reazione del corpo a un determinato alimento che il più delle volte produce macchie rossastre e fastidiose.
Hai trovato questo contenuto utile?
Mostra commenti

Contenuti correlati

Pustole
Le pustole sono protuberanze che si manifestano sul derma, contenendo liquido o pus. Se compaiono in un numero elevato in una zona specif...
Labbra screpolate
Labbra screpolate è il termine comunemente usato per descrivere le labbra secche, causate da diversi fattori, tra cui: tempo atmosferico,...
Cheilite angolare
La cheilite angolare è una condizione che causa macchie rosse e gonfie agli angoli della bocca dove le labbra si incontrano e formano un ...