Stanchezza (astenia)

Contenuto di:

La stanchezza può essere il sintomo di molte malattie.

Che cos'è la stanchezza?

Stanchezza | Pazienti.it

L’astenia è una sensazione di eccessiva stanchezza, mancanza di energie o esaurimento, accompagnata da un forte desiderio di riposo o sonno.

Questo comune sintomo è diverso dalla debolezza che interessa i muscoli, ma può verificarsi con essa.

L’astenia è una normale e importante risposta all’eccessivo esercizio fisico, allo stress emotivo prolungato e alla privazione di sonno.

Tuttavia, può anche essere un sintomo aspecifico di un disturbo psicologico o fisiologico, soprattutto di un’infezione virale e di una patologia endocrina, cardiovascolare o neurologica.

Qual è la diagnosi per la stanchezza?

Occorre effettuare un’accurata anamnesi per identificare il tipo di astenia del paziente.

L’astenia che peggiora con l’attività e migliora con il riposo generalmente indica un disturbo organico; il quadro opposto, un disturbo psichico.

L’astenia di durata superiore a 4 mesi, l’astenia costante che non è alleviata dal riposo e un transitorio esaurimento che rapidamente evolve in attacchi di energia, sono altri segni associati a disturbi psicologici.

L’esame obiettivo si basa su:

  • esame interni stico
  • esame neurologico
  • esame psichiatrico

La diagnostica specialistica ci permette di dire che:

se gli esami effettuati non consentono alcuna associazione con determinati gruppi di malattie o quadri clinici, si possono eseguire le seguenti ricerche di diagnostica specialistica:

  • esami di laboratorio come VES, emocromo con formula leucocitaria, proteina C reattiva, glicmia, creatinina, gamma- gt, LDH ( lattico deidrogenasi ), potassio, esame delle urine, test per il sangue occulto
  • esami strumentali come la radiografia del torace, l’elettrocardiogramma e l’ecografia dell’addome

Quali sono le cause organiche della stanchezza?

Vi sono varie cause per la stanchezza o astenia:

  • sindrome della stanchezza cronica
  • disturbi del sonno (in eccesso o in difetto)
  • alterazioni degli elettroliti come potassio, sodio, magnesio, cloro
  • avvelenamento cronico da monossido di carbonio
  • avvelenamento da piombo
  • abuso di lassativi
  • uso di farmaci antiipertensivi
  • uso di sedativi, tranquillanti ed antidepressivi
  • malattie psichiatriche e/o psicosomatiche come le psicosi, la schizofrenia, la narcolessia, gravi disturbi della personalità e dell’umore, demenze
  • anemia con pallore, tachicardia e dispnea legata a patologie maligne come leucemie o a carenza di vitamina B12 o ferro
  • ansia
  • cancro ch spesso si manifesta con dolore, nausea, vomito, anoressia, calo di peso, sanguinamento anomalo e masse palpabili
  • diabete mellito che oltre all’astenia, mostra calo ponderale ( specie nel diabete di tipo 1 che insulino dipendente ), annebbiamento della vista, poliuria ( aumento della quantità di urine ), polidipsia ( sete eccessiva ), bulimia
  • insufficienza cardiaca che può essere sinistra ( dispnea da sforzo e notturna associata a tachicardia ) o destra ( distensione delle vene del collo e  probabilmente una lieve ma persistente tosse non produttiva
  • ipotiroidismo da ridotta funzionalità tiroidea
  • infezioni che nelle forme croniche è spesso il sintomo principale, mentre nelle forme acute si accompagna a cefalea, anoressia, dolori alle articolazioni, brividi, febbre alta, tosse, vomito o diarrea
  • malnutrizione specie se proteico – calorica
  • infarto miocardico con pallore, ansia, dispnea, sudorazione fredda, aumento o diminuzione della pressione arteriosa e alterazione dei toni cardiaci
  • insufficienza renale ( come primo sintomo nella forma acuta )

Come si manifesta la stanchezza nel bambino?

Nel bambino un’astenia senza una causa organica si verifica normalmente durante le fasi di crescita accelerata in età prescolare e prepubere.

Tuttavia devono essere tenute in considerazione le cause psicologiche per problemi familiari o scolastici.

Cosa fare in caso di stanchezza?

Indipendentemente dalla causa, si può aiutare il paziente a modificare il proprio stile di vita in modo da ottenere una dieta bilanciata, un programma di esercizio regolare e un adeguato riposo. Insegnare, inoltre, le tecniche di controllo dello stress.

Argomenti: astenia stanchezza
Depressione | Pazienti.it
Disturbo affettivo stagionale

Un Disturbo affettivo stagionale (SAD) è un tipo di depressione che tende a verificarsi (e/o ripresentarsi) quando le giornate si accorciano in autunno e inverno.